Fandom

Assassin's Creed Wiki

Agaté

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Assassini.pngEraicon - Liberation.png

Agaté
Agaté render.png
Informazioni biografiche
Nato

1722 ca.
Costa Atlantica, Africa

Morto

1777
Bayou, America

Periodo storico

Ribellione della Louisiana

Informazioni politiche
Affiliazioni

Assassini

Altre informazioni
Appare in

Liberation

Doppiatore

Mario Zucca

Agaté (1722 ca. - 1777) è stato un ex schiavo che, dopo essere fuggito dalla piantagione in cui lavorava, divenne Mentore degli Assassini di New Orleans. Agaté fu salvato dalla schiavitù e introdotto nell'Ordine dal Mentore precedente, François Mackandal.

Reclutò ed istruì Aveline de Grandpré, anche se i rapporti non erano tanto buoni, infatti Agaté non approvava la sua impulsività e quando agiva senza consultarlo.

Biografia

Gioventù

Agaté nacque sulla costa orientale dell'Africa circa nel 1722. Nel 1729 venne catturato da mercanti di schiavi e portato a Santo Domingo, in America. Nella piantagione in cui viveva conobbe un'altra schiava, Jeanne, di cui si innamorò. Nel 1732 Agaté e Jeanne insieme ad un altro schiavo, Baptiste, vennero avvicinati da François Mackandal, un Assassino, che insegnò a tutti e tre a leggere e scrivere. Inoltre insegnò ad Agaté e Baptiste come combattere e a preparare veleni.

Nel 1738, Agaté e Baptiste entrarono a far parte della Confraternita e fuggirono dalla piantagione con Mackandal, mentre Jeanne restò. Agaté riuscì a restare in contatto con lei, anche se la donna rifiutò di entrare a far parte dell'Ordine, poiché temeva Mackandal e la Confraternita.

In seguito, Agaté scelse di non frequentare più Jeanne, dedicandosi alla Confraternita. Combatté a fianco di Baptiste e Mackandal per molti anni, sino a quando il suo Mentore venne catturato e ucciso, nel 1758. Agaté fuggì in Louisiana, rifugiandosi nel bayou. In seguito si recò a New Orleans alla ricerca di Jeanne, venduta a un ricco mercante che viveva nella città. Scoprì però che Jeanne era stata poi affrancata e che aveva lasciato la città.

Mentore della Confraternita

Dopo aver scoperto che Jeanne aveva avuto una figlia dal mercante francese Philippe Olivier de Grandpré, Aveline, decise di tenere d'occhio la giovane. Quando ebbe dodici anni, Aveline cercò di liberare uno schiavo, ma venne scoperta. Agaté la salvò e la reclutò nella Confraternita.

Negli anni seguenti, Agaté fu costretto a nascondersi dai Templari e si rifugiò nel bayou, lavorando a stretto contatto con Aveline. Nel 1766, Baptiste giunse in Louisiana fingendosi il suo defunto mentore, François Mackandal, e si alleò con i Templari. Aveline lo uccise, e durante lo scontro con Baptiste apprese che sia lui che Agaté conoscevano la madre, cosa che Agaté non le aveva mai detto. Aveline perse quindi fiducia nel proprio mentore.

Nel 1768, durante la Ribellione della Louisiana, Agaté ordinò ad Aveline di uccidere il governatore spagnolo e Templare Antonio de Ulloa. Aveline tese un'imboscata al governatore, ma scelse di risparmiarlo, contravvenendo agli ordini del suo mentore. Ciò allontanò ancora di più i due. In seguito, Aveline scelse di recarsi a Chichen Itza, malgrado Agaté le avesse detto di non farlo.

Dopo il suo ritorno dallo Yucatan, Aveline mostrò ad Agaté un frammento dell'artefatto della Prima Civilizzazione noto come Disco della Profezia. Agaté le disse arrabbiato che non avrebbe mai dovuto cercare l'oggetto e le ordinò di rimuoverlo dalla sua vista. In seguito, Aveline gli disse che i soldati spagnoli agli ordine del Templare Vázquez stavano cercando di prendere il controllo del bayou. Agaté rispose che ne era al corrente e, seguendo le istruzioni, Aveline avvelenò i soldati davanti ai segni voodoo che Agaté aveva messo nel bayou, facendoli fuggire.

Morte

Nel 1777 Aveline tornò nel bayou dopo un viaggio a New York nel corso del quale aveva scoperto l'identità del "Company Man", il capo dei Templari in Louisiana. Si trattava della sua matrigna, Madeleine de l'Isle. Quando lo disse ad Agaté, l'uomo si convinse che Aveline aveva tradito gli Assassini e la attaccò.

Dopo aver combattuto gli effetti di un allucinogeno, Aveline sconfisse Agaté ma decise di risparmiarlo. Agaté tuttavia non voleva vivere nel disonore e si suicidò gettandosi nel vuoto.

Galleria

Fonti

Inoltre su Fandom

Wiki a caso