Fandom

Assassin's Creed Wiki

Assassin's Creed: Rogue

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Mondo reale.pngEraicon - Rogue.png

Assassin's Creed: Rogue è un videogioco sviluppato da Ubisoft Sofia e pubblicato da Ubisoft. Settimo capitolo principale della serie di Assassin's Creed e sequel di Assassin's Creed IV: Black Flag, il gioco racconta la storia di Shay Patrick Cormac ed è ambientato principalmente in Nord America durante la guerra dei sette anni, alla metà del XVIII secolo.

Assassin's Creed: Rogue è stato rilasciato per PlayStation 3 ed Xbox 360 l'11 novembre 2014 in Nord America ed il 13 novembre 2014 in Europa e sarà rilasciato per PC ad inizio 2015.

Sviluppo

Assassin's Creed: Rogue è stato sviluppato da Ubisoft Sofia, coadiuvato dagli studi di Singapore, Montreal, Quebec, Chengdu, Milano e Bucarest.[1] La trama del titolo è stata scritta da Richard Farrese.[2]

Gameplay

Luoghi e navigazione

La storia di Assassin's Creed: Rogue si sviluppa principalmente in tre luoghi: New York, River Valley e l'Oceano Atlantico settentrionale. La città di New York è simile a quella vista in Assassin's Creed III, sebbene presenti delle differenze in quanto non ancora colpita dal grande incendio del 1776. La River Valley è una zona simile alla frontiera americana presente in Assassin's Creed III, ma in grado di offrire spazio anche al gameplay navale visto in Assassin's Creed IV: Black Flag.[3] L'Oceano Atlantico offre invece largamente spazio al gameplay navale, arricchendolo con la presenza di iceberg sfruttabili come copertura durante le battaglie navali.[4]

Battaglie navali

Il protagonista ha a disposizione una nave, la Morrigan, equipaggiata con le più potenti armi dell'epoca. Con essa, il protagonista deve affrontare diverse battaglie navali, simili a quelle viste in Assassin's Creed IV: Black Flag. Tuttavia, al contrario del precedente titolo, in Assassin's Creed: Rogue è possibile anche subire l'abbordaggio delle navi nemiche ed il giocatore è chiamato ad eliminare il maggior numero di nemici per respingere l'attacco.[4]

Come in Assassin's Creed IV: Black Flag è possibile attaccare e conquistare alcuni forti navali utilizzando la Morrigan.

Potenziamento

La Morrigan ha a disposizione diverse armi, alcune già apparse nei precedenti titoli della serie ed altre completamente nuove. Possiede inoltre un rostro in grado di rompere i ghiacci dell'Artico, permettendo al giocatore di accedere a zone della mappa altrimenti inesplorabili.[4]

Torna inoltre la porzione del sistema economico legata al rinnovamento degli edifici delle città, presente in Assassin's Creed II, Assassin's Creed: Brotherhood ed Assassin's Creed: Revelations; come in questi titoli, è infatti possibile acquistare e ristrutturare alcuni edifici per rinvigorire le città, modificandone anche decisamente il profilo.

Altro

Alcune meccaniche di gioco sono state recuperate dalle modalità multigiocatore dei precedenti titoli della serie. Durante l'utilizzo dell'occhio dell'aquila, per esempio, l'ubicazione del bersaglio è rintracciabile attraverso una sorta di bussola e la presenza di eventuali cacciatori è tradita da bisbiglii.[3]

Reintrodotta l'attività della caccia, con l'inserimento di nuove prede tipiche dell'ambiente polare quali il narvalo e l'orso bianco.[4]

Sono nuovamente presenti gli apprezzati canti marinareschi apparsi in Assassin's Creed IV: Black Flag; alcuni di questi sono ripresi dallo stesso titolo, mentre altri saranno totalmente nuovi.

Fanno la loro comparsa alcuni personaggi visti in titoli precedenti della serie, come Haytham Kenway[4], William Johnson, Benjamin Franklin ed Achille Davenport di Assassin's Creed III ed Adéwalé di Assassin's Creed IV: Black Flag.[5]

Vista l'appartenenza del protagonista all'Ordine dei Templari, l'uccisione dei civili non porta alla desincronizzazione, bensí al bracconaggio da parte dei cacciatori di taglie.[6]

Trama

Nel gennaio del 1752, l'Assassino Shay Cormac ed i suoi confratelli Liam O'Brien e Louis-Joseph Gauthier de La Vérendrye si trovano a Port-Menier per incontrare dei contrabbandieri. Mentre Shay e Liam si trovano a caccia, tuttavia, gli uomini di de La Vérendrye vengono attaccati dalla marina militare inglese ed i contrabbandieri catturati. Shay, in compagnia di Liam, si infiltra nel campo inglese, dove libera i contrabbandieri e reclama per sé il brigantino Morrigan, con cui poi impedisce ad alcune navi inglesi di affondare la Gerfaut, il vascello francese di de La Vérendrye. Completata la missione, gli Assassini fanno ritorno alla tenuta di Davenport, il quartier generale delle operazioni del ramo coloniale della Confraternita.

Nel marzo del 1752, il Mentore degli Assassini coloniali, Achille Davenport, riceve la visita del noto Assassino caraibico Adéwalé, che gli porta la notizia del furto da parte dei Templari di due importanti manufatti: il manoscritto Voynich ed il Frutto dell'Eden noto come Scatola dei Precursori. Dopo aver fornito ad Adéwalé i rifornimenti necessari ad aiutare la popolazione di Port-au-Prince colpita dal terremoto dell'anno precedente, Achille affida a Liam ed a Shay il compito di rintracciare i due manufatti rubati dai Templari nelle Indie Occidentali.

Shay si Liam recano così insieme a de La Vérendrye ad Anticosti per incontrare Le Chasseur, una spia francese al servizio degli Assassini. Questo rivela ai tre uomini che il manoscritto ed il Frutto dell'Eden che stanno cercando è stato trasportato dalle Indie Occidentali al Nord America per conto dell'importante Templare Lawrence Washington. Su ordine di Achille, Shay e Liam si recano a Mount Vernon per intercettare un misterioso pacco che gli Assassini sanno essere destinato a Washington e per assassinare l'uomo. Lì, Shay scopre che il pacco in arrivo per Washington non contiene i due manufatti rubati, ma solo uno speciale fucile, che tiene per sé. Successivamente, l'Assassino individua Washington nella sua abitazione in compagnia di alcuni Templari, James Wardrop, Samuel Smith e Jack Weeks, nessuno dei quali sembra però possedere i manufatti. Shay esegue così il compito affidatogli da Achille ed assassina Washington.

Nel maggio del 1754, gli Assassini scoprono che i Samuel Smith è il Templare a cui è stato affidata la Scatola dei Precursori. Grazie alle indicazioni di Le Chasseur, riescono ad individuarlo nel Nord Atlantico ed a spingerlo a rifugiarsi a Terranova, dove Shay lo assassina, recuperando il manufatto. Successivamente, gli Assassini convergono su Albany, dove hanno scoperto si trova il manoscritto Voynich, custodito da James Wardrop. Durante la ricerca dell'uomo, Shay scopre che il Templare William Johnson si sta accordando con il noto scienziato Benjamin Franklin per fargli studiare i due manufatti allo scopo di scoprire i segreti che celano. Dopodiché, Shay individua ed assassina Wardrop, recuperando anche il manoscritto Voynich per conto degli Assassini.

Shay e la consorella Hope Jensen incontrano successivamente Benjamin Franklin a Sleepy Hollow con l'intenzione di fargli studiare i due manufatti fingendosi degli uomini di William Johnson. Grazie alle batterie in grado di immagazzinare l'energia elettrica sprigionata dai fulmini di un temporale, Franklin attiva la Scatola dei Precursori, che proietta un'immagine tridimensionale del globo terrestre. Tra i punti evidenziati sulla mappa tridimensionale, Shay riconosce la città portoghese di Lisbona. Vista la vasta conoscenza del luogo da parte del ragazzo, Achille decide di inviare Shay a Lisbona con lo scopo di introdursi nel tempio dei Precursori evidenziato sulla mappa e recuperare il Frutto dell'Eden che custodisce.

A Lisbona, Shay localizza facilmente il tempio dei Precursori, trovandovi un Frutto dell'Eden come previsto da Achille. Appena l'Assassino rimuove il manufatto dal suo piedistallo, un violento terremoto scuote la città di Lisbona, che provoca gravi danni e uccide migliaia di persone. Consapevole del fatto che il disastro è stato causato dalle rimozione del Frutto dell'Eden dal tempio, esattamente come accaduto a Port-au-Prince l'anno precedente, Shay accusa Achille di averlo reso responsabile della morte di migliaia di persone estranee al conflitto tra Assassini e Templari. Intenzionato ad impedire che gli Assassini causino la distruzione di nuove città, Shay decide di rubare dalla tenuta di Davenport il manoscritto Voynich, con cui poi tenta la fuga. Inseguito dagli Assassini di Achille, Shay viene colpito alla schiena da de La Vérendrye e cade privo di sensi con il manoscritto nell'oceano, ma creduto morto dai suoi confratelli.

Shay viene ritrovato da delle persone che lo affidano alle cure di Barry e Cassidy Finnegan, due abitanti di New York. Svegliatosi dopo settimane in casa loro, Shay li aiuta a sbarazzarsi di alcuni criminali che li maltrattano abitualmente. Dopodiché, riceve dai due degli abiti nuovi e l'equipaggiamento con cui era stato trovato tempo prima tranne il manoscritto Voynich, che a quanto pare è andato perduto in mare. Intenzionato ad aiutare le persone che lo hanno aiutato, Shay localizza il covo dei criminali che maltrattano i Finnegan e li elimina. Subito dopo, Shay viene avvicinato da George Monro, colonnello dell'esercito britannico nonché un caro amico dei Finnegan, che lo convince ad unirsi a lui nella lotta alla criminalità di New York per il bene della popolazione.

L'uomo chiede poi a Shay di aiutare un suo amico, un tale Christopher Gist, catturato dai criminali di New York e condannato a morte. Shay salva dall'impiccagione l'uomo, con cui poi riprende possesso della Morrigan, che si trovava in possesso dei criminali. Dopo aver reclutato una ciurma ed aver assegnato a Gist il ruolo di primo ufficiale, Shay fa rotta verso Albany per informare Monro della riuscita del salvataggio. Lì, Gist informa il colonnello di aver scoperto che i criminali ed i loro affiliati utilizzano un forte francese lungo il fiume come base operativa. Intenzionato ad impedire che i criminali utilizzano alcune nuove armi sugli innocenti abitanti di New York, Shay accetta di aiutare Monro e Gist nell'attacco al forte. Grazie alla Morrigan, Shay riesce a distruggere le difese del forte ed a raggiungere il centro operativo del forte, dove però trova ad attenderlo Le Chasseur. Per impedire gli Assassini scoprano che si trova ancora in vita, Shay è costretto ad uccidere Le Chasseur, che in punto di morte gli confessa di essere stato incaricato di consegnare del gas speciale da utilizzare sulle autorità coloniali.

A New York, Monro informa Shay di avere scoperto che il leader dei criminali ha commissionato a Benjamin Franklin la creazione di nuove armi in grado di spargere il gas tossico in loro possesso sulla popolazione. Così, Shay raggiunge Franklin, che gli consegna il prototipo della sua nuova arma credendo che si trovi lì per conto di Hope Jense, che l'ex Assassino comprende così essere il leader dei criminali di New York. Shay utilizza poi il nuovo lanciagranate di Franklin per distruggere la fabbrica utilizzata dai criminali per produrre il gas.

Ad un anno di distanza, Shay riceve una lettera di Monro, che gli confessa di aver sempre conosciuto le sue origini da Assassino e di essere un membro dell'Ordine dei Templari, così come Gist e tutti gli alleati incontrati fino a quel momento. Nella lettera, l'uomo rivela inoltre a Shay di essere in possesso del manoscritto Voynich, recuperato quando lui ed i suoi uomini trovarono il suo corpo privo di sensi in mare. Tuttavia, insieme alla lettera, Shay riceve anche il manoscritto poiché Monro sa che a breve sarà attaccato presso Fort William Henry dalle truppe francesi e dai loro alleati nativi ed è timoroso che gli Assassini lo recuperino durante gli scontri. Shay raggiunge così il forte insieme a Gist ed a Weeks, con cui riesce a scortare Monro ed i sopravvissuti all'attacco fino alla Morrigan. I nativi erano tuttavia guidati dall'Assassino Kesegowaase, che scopre così che Shay non è morto come lui ed i suoi confratelli credevano.

Successivamente, Shay restituisce il manoscritto al colonnello Monro, che si reca ad Albany per preparare le difese in vista di un imminente attacco francese alla città. Durante la battaglia, Shay riesce a salvare nuovamente Monro ed i suoi uomini dall'assedio, assassinando inoltre Kesegowaase, lì per conto degli Assassini allo scopo di recuperare il manoscritto. In punto di morte, l'Assassino rivela a Shay che anche Liam si trova ad Albany per recuperare il manufatto. Quando Shay raggiunge Monro, lo trova tuttavia in fin di vita, ferito mortalmente da Liam, che è già fuggito dalla città con il manoscritto Voynich. Visti i servigi offerti ai Templari nel corso dell'ultimo anno, tempo dopo Shay viene ufficialmente accolto nell'Ordine dal Gran Maestro coloniale Haytham Kenway.

L'anno successivo, i Templari partecipano alla battaglia navale di Louisbourg, propiziando la vittoria della marina inglese su quella francese, supportata dall'Experto Crede, il brigantino di Adéwalé. Al termine della battaglia, i Templari scoprono che Adéwalé si è rifugiato in un forte francese a River Valley per riparare il suo brigantino dai danni riportati. Grazie all'aiuto di Haytham Kenway, Shay riesce a stanare e ad assassinare Adéwalé, che prima di morire gli rivela che Achille ed i suoi Assassini sono vicino alla localizzazione di un nuovo tempio dei Precursori. L'anno successivo, infatti Shay spia un incontro tra i maggiori esponenti del ramo coloniale degli Assassini, durante la quale Hope dichiara di essere quasi pronta per replicare l'esperimento di Franklin e di scoprire quindi la posizione di un altro sito della Prima Civilizzazione. Dopo essere riuscito a scatenare uno scontro tra le autorità inglesi ed i criminali di New York al soldo di Hope, Shay si infiltra nell'abitazione della Assassina e ad eliminarla. La donna è tuttavia già riuscita a scoprire la posizione di un altro tempio dei Precursori, verso la quale de La Vérendrye si sta già dirigendo.

Grazie all'aiuto del navigatore inglese James Cook, i Templari scoprono dove è il luogo in cui de La Vérendrye si sta dirigendo. Una volta individuata la spedizione degli Assassini, Shay abborda la Gerfaut, sulla quale trova ed assassina de La Vérendrye. L'uomo gli confessa tuttavia che lui e la sua flotta erano solamente un'esca con il compito di distrarlo dalla vera spedizione alla ricerca del sito dei Precursori, guidata da Liam e da Achille in persona. Grazie alle mappe ritrovate a bordo della Gerfaut, nel marzo del 1760, Shay ed Haytham raggiungono la spedizione degli Assassini nell'artico, nonché Liam ed Achille poco prima che questi possano interferire con il Frutto dell'Eden presente nel tempio. Sebbene Achille si renda conto che, come sosteneva Shay anni prima, i Frutti dell'Eden indicati dal manoscritto Voynich non possono essere spostati dalla loro posizione, una mossa azzardata di Liam sposta il manufatto, provocando un nuovo terremoto. Nella confusione generata dal movimento della terra, Shay assassina Liam e recupera nuovamente il manoscritto. Dopo aver deciso di risparmiare la vita ad Achille, ormai senza più seguaci, Haytham incarica Shay di cercare e recuperare la Scatola dei Precursori.

Dopo anni di ricerche, nel 1776, Shay scopre che la Scatola dei Precursori è in possesso degli Assassini francesi. Grazie all'aiuto di Benjamin Franklin, all'epoca ambasciatore coloniale in Francia, il Templare riesce ad entrare alla reggia di Versailles, dove la Scatola dei Precursori viene affidata all'Assassino Charles Dorian durante un incontro segreto con un confratello. Prima che l'uomo possa abbandonare l'edificio, Shay lo assassina, recuperando la Scatola dei Precursori per conto del suo Ordine.

Edizioni

Le edizioni speciali di Assassin's Creed: Rogue sono le seguenti.

ACRogue Collectors Edition.jpg

Colonna sonora

Articolo principale: Assassin's Creed: Rogue (soundtrack)

La colonna sonora è stata elaborata dalla compositrice bulgara Elitsa Alexandrova.

Galleria

Note

Inoltre su Fandom

Wiki a caso