Fandom

Assassin's Creed Wiki

Assassin's Creed II

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Mondo reale.pngEraicon - AC2.png

"Non ho scelto io il mio destino. Sono io a essere stato scelto. All'inizio credevo che la vendetta sarebbe stata facile. Per trent'anni ho vissuto nell'ombra, donando la morte a chi la meritava e poi svanendo nel nulla. Non so chi ha dato inizio alla cospirazione, ma so chi vi porrà fine. Io sono Ezio Auditore da Firenze. Come mio padre prima di me, sono un Assassino."
―Ezio Auditore da Firenze, trailer di lancio

Assassin's Creed II è un videogioco sviluppato da Ubisoft Montreal e pubblicato da Ubisoft. Secondo capitolo principale della serie di Assassin's Creed e sequel di Assassin's Creed, il gioco racconta la storia di Ezio Auditore da Firenze in un periodo compreso tra il 1476 ed il 1500, proseguendo parallelamente le vicende di Desmond Miles ambientate nel 2012.

Assassin's Creed II è stato rilasciato per PlayStation 3 ed Xbox 360 il 17 novembre 2009 in Nord America ed il 20 novembre 2009 in Europa. La versione per PC è stata rilasciata il 6 marzo 2010 in Europa ed il 9 marzo 2010 in Nord America.

Nel maggio 2010, Ubisoft ha annunciato il sequel del gioco, Assassin's Creed: Brotherhood, che è stato rilasciato per PlayStation 3 ed Xbox 360 il 16 novembre 2010 in Nord America ed il 18 novembre 2010 in Europa.

Sviluppo

Il 22 gennaio del 2008, Ubisoft confermò il fatto che un sequel di Assassin's Creed era già in fase di sviluppo, sebbene non sarebbe stato rilasciato entro la fine dell'anno. Successivamente, Ubisoft dichiarò che erano circa duecentoquaranta i membri del team di sviluppo di Assassin's Creed II, alcuni dei quali erano stati inviati a Venezia, a Firenze, a Roma, a San Gimignano e nella campagna toscana per raccogliere il materiale necessario a riprodurre il più fedelmente possibile questi luoghi.

Nel maggio del 2009, Ubisoft dichiarò che erano ormai quattrocentocinquanta i membri del team di sviluppo che stavano lavorando alla rifinitura di Assassin's Creed II, il 75% dei quali facevano già parte del team che aveva contribuito allo sviluppo del primo titolo della serie.

Gameplay

Luoghi e navigazione

Le vicende del titolo si sviluppano nell'Italia rinascimentale ed in particolare nelle città di Firenze, Monteriggioni, San Gimignano, Forlì e Venezia, completamente e liberamente esplorabili. A causa della vastità del mondo di gioco, è stato introdotto un sistema di viaggi rapidi, che permette di spostarsi velocemente in specifici punti presenti nelle varie località.

Come nel primo titolo della serie, è possibile spostarsi più velocemente a bordo di cavalli, sebbene non all'interno degli ambienti cittadini. Al contrario di quanto accadeva in Assassin's Creed, il giocatore ha la possibilità di far nuotare il protagonista, nonché di farlo spostare per brevi periodi sotto la superficie dell'acqua per non farsi individuare dalle guardie. Inoltre, nelle località in cui sono presenti, come Firenze, Forlì e Venezia, è possibile spostarsi sulla superficie dell'acqua utilizzando le gondole.

Il sistema di corsa acrobatica è stato implementato con nuovi movimenti; il protagonista è per esempio in grado di eseguire un movimento denominato salto ascensionale con cui è in grado di raggiungere appigli irraggiungibili con il sistema di scalata presente nel titolo precedente.

Combattimento

Il sistema di combattimento è stato migliorato con l'aggiunta di nuove azioni. Rispetto al titolo precedente, il protagonista è per esempio in grado di disarmare i nemici e di utilizzarne quindi le armi contro di loro. Introdotte inoltre nuove tecniche di assassinio; è per esempio possibile uccidere i nemici in volo saltando da un edificio, mentre si è aggrappati ad una sporgenza, mentre ci si nasconde in un mucchio di fieno o ci si mimetizza su una panca.

Numerose sono le armi a disposizione del giocatore. Oltre alle armi già presenti nel titolo precedente, è possibile utilizzare delle bombe fumogene per distrarre i nemici. Inoltre, la lama celata a disposizione di Ezio Auditore può essere potenziata in maniera tale da poter inoculare veleno o di sparare piccoli proiettili. A differenza di quanto era presente in Assassin's Creed, il giocatore ha a disposizione un'armatura per proteggersi dagli attacchi nemici, che può essere potenziata in maniera tale da sopportare un maggior numero di colpi.

Le guardie di pattuglia nelle città sono state suddivise in diversi archetipi; le guardie regolari, con caratteristiche simili alle guardie ed ai soldati presenti in Assassin's Creed, sono ora affiancate da guardie con caratteristiche specifiche, che richiedono tattiche particolari per essere sconfitte.

Potenziamento

Il piccolo borgo di Monteriggioni, che serve come sede degli Assassini e rifugio per il protagonista, è il fulcro del nuovo sistema economico introdotto in Assassin's Creed II. Durante la prima visita, il borgo appare dismesso e trascurato, ma i suoi edifici possono essere restaurati e potenziati, generando così introiti costanti, ottenendo sconti presso le botteghe e ridando al luogo nuovo lustro. È possibile aumentare il valore del borgo, e quindi aumentarne gli introiti, anche arricchendo l'armeria di Villa Auditore con nuove armi ed armature o la galleria con nuovi dipinti.

Altro

Nel gioco è stato introdotto un sistema di notorietà, che rende il protagonista più o meno noto alle guardie ed ai cittadini proporzionalmente alle sue azioni od in dipendenza al luogo in cui si trova ed al compito che sta svolgendo; all'aumentare della notorietà, aumenta la possibilità di essere attaccati dalle guardie. È tuttavia possibile diminuire la notorietà rimuovendo i manifesti ritraenti il volto del protagonista, corrompendo i banditori od assassinando i funzionari pubblici. Inoltre, la notorietà è legata ad ogni località presente nel titolo, per cui il protagonista può essere noto in una determinata città ed essere sconosciuto in un'altra.

A causa delle lamentele ricevute riguardanti la ripetitività dei compiti da svolgere nel primo titolo della serie, in Assassin's Creed II la struttura delle missioni da svolgere è stato ampliato e modificato. I ricordi, divisi in principali e secondari, sono circa duecento e di tipologia decisamente più varia rispetto ad Assassin's Creed. Tra i compiti secondari più importanti si trova l'esplorazione di luoghi segreti, che ricompensano il giocatore con particolari sigilli, indispensabili per ottenere l'armatura di Altaïr, la protezione migliore presente nel gioco.

Introdotto un sistema economico; completando i compiti che gli vengono assegnati, sia principali che secondari, il protagonista guadagna denaro, che può poi utilizzare in diverse maniere. È possibile, come già citato, restaurare il borgo di Monteriggioni per ottenere degli introiti periodici costanti, acquistare attrezzature presso le botteghe, quali fabbri, mercanti d'arte, sarti e banche, oppure arruolare membri delle gilde presenti nelle varie città: cortigiane, mercenari e ladri.

Il titolo presente un sistema di interazione durante le cutscene simile a quello relativo alle interferenze presenti nel primo gioco della serie; durante alcune cutscene è infatti possibile interagire premendo determinati tasti al momento giusto.

Introdotto un sistema di ciclo tra giorno e notte, rendendo l'esplorazione degli ambienti cittadini più completa e realistica. Inoltre, alcuni ricordi sono ambientati in specifici orari e quindi giocabili solamente di giorno o di notte.

Presente inoltre un database consultabile contenente informazioni storiche riguardanti personalità, edifici ed eventi che il giocatore vede durante lo svolgimento del gioco.

Trama

Dopo aver rivissuto attraverso l'Animus i ricordi dell'antenato Altaïr Ibn-La'Ahad, Desmond Miles risveglia in sé l'abilità dell'occhio dell'aquila, grazie alla quale riesce a leggere i messaggi, ormai cancellati, scritti con il sangue dal Soggetto 16 sulle pareti della stanza del laboratorio delle Abstergo Industries in cui è rinchiuso. Mentre tenta di comprendere ciò che l'uomo aveva scritto, Lucy Stillman irrompe nella stanza, visibilmente agitata. La ragazza chiede a Desmond di rientrare nell'Animus, grazie alla quale trova un antenato in comune tra lui ed il Soggetto 16: un Assassino italiano vissuto durante il Rinascimento, Ezio Auditore da Firenze. Dopo aver rivissuto la nascita dell'uomo, Desmond viene fatto uscire dall'Animus da Lucy, che poi lo spinge alla fuga dal laboratorio.

Arrivo al nascondiglio.png

Lucy presenta i compagni Shaun e Rebecca a Desmond.

Raggiunto il parcheggio della struttura dopo aver lottato contro alcune guardie della Abstergo, i due fuggono con la macchina di Lucy, con cui poi raggiungono un magazzino nascosto nella periferia di Roma. Lì, Lucy chiede a Desmond di continuare ad aiutare la causa degli Assassini per impedire alla Abstergo di mettere in atto i loro piani e per sventare qualcosa di più pericoloso ancora, che potrebbero scoprire rivivendo proprio i ricordi di Ezio Auditore. Desmond accetta e fa la conoscenza dei compagni Assassini di Lucy rifugiati nel magazzino: lo storico Shaun Hastings e l'informatica Rebecca Crane. La ragazza, che ha costruito una versione dell'Animus basandosi sui progetti di quello della Abstergo, riceve da Lucy una copia dei file della macchina utilizzata da Desmond, che permetterà loro di esplorare i ricordi di Ezio Auditore. Così, per scoprire la posizione di altri Frutti dell'Eden e per permettere a Desmond di addestrarsi attraverso gli effetti collaterali positivi dell'effetto osmosi, il ragazzo rientra nell'Animus per rivivere i ricordi del suo antenato Ezio Auditore da Firenze.

Quando Desmond inizia a rivivere i ricordi del suo antenato da quando questo ha l'età di diciassette anni. Figlio di un ricco banchiere, Ezio Auditore vive nella città di Firenze nella seconda metà del XV secolo, godendosi i privilegi dati dalla sua posizione sociale. Alla fine del 1476, il padre di Ezio viene arrestato insieme ai due figli Federico e Petruccio con l'accusa di avere tramato contro la Repubblica fiorentina. Ezio riesce a comunicare con il padre in prigione, che gli dice di utilizzare il suo "fiuto" per trovare una stanza segreta nascosta dietro al suo ufficio. Lì, Ezio trova le vesti da Assassino del padre e la sua lama celata, oltre che dei documenti che dovrebbero provare la loro innocenza. Ezio si reca così dall'amico di famiglia Uberto Alberti, Gonfaloniere di Giustizia, per consegnargli i documenti prima del processo.

L'Ultimo Rimasto 1.png

La condanna a morte degli Auditore.

Tuttavia, il giorno successivo, è lo stesso Uberto ad accusare gli Auditore di alto tradimento ed a condannarli a morte per impiccagione. Ezio raggiunge la madre e la sorella, che si erano rifugiate nel bordello gestito da Paola, sorella della serva di famiglia, con l'intenzione di portarle al sicuro lontano da Firenze. Grazie alla donna, Ezio apprende come sopravvivere per le strade. Poi, grazie alla donna ed all'amico Leonardo da Vinci, che ripara la lama celata del padre, Ezio riesce ad assassinare Uberto Alberti. Successivamente, parte insieme alla madre ed alla sorella per Monteriggioni, un piccolo borgo nella campagna toscana dove lo zio Mario gestisce la vecchia villa di famiglia. Lì, Mario convince Ezio a non fuggire, bensì ad addestrarsi per completare il lavoro iniziato dal padre; Mario spiega così ad Ezio che il padre era affiliato all'antico Ordine degli Assassini, da sempre in lotta contro i Templari, che erano gli stessi che erano infine riusciti a farlo condannare a morte.

Sebbene inizialmente riluttante, Ezio aiuto lo zio ad attaccare San Gimignano, dove riesce poi ad assassinare Vieri de' Pazzi, suo rivale personale nonché uno degli uomini presenti sulla lista dei Templari redatta dal padre. In quell'occasione, Ezio decide di cercare ed assassinare tutti gli uomini presenti sulla lista del padre in modo da vendicarlo. Dopo la decisione, Mario spiega ad Ezio che la congiura per cui Giovanni è stato ucciso era stata ordita da Rodrigo Borgia, Gran Maestro dell'Ordine dei Templari, il cui è obiettivo è quello di controllare l'Italia intera. Inoltre, mostra allora al nipote le pagine del Codice di Altaïr Ibn-La'Ahad che lui e suo padre erano riusciti a raccogliere e tradurre fino a quel momento, convinti che una volta raccolte tutte conducano ad un luogo importante. Infine, gli mostra il Santuario di famiglia, in cui è custodita l'armatura dello stesso Assassino siriano. Dopodiché, Mario consiglia al nipote di partire per Firenze e di cominciare la sua caccia da Francesco de' Pazzi, padre di Vieri.

Un lungo viaggio 1.png

Ezio informa l'amico Lorenzo della sua partenza per Venezia.

Grazie all'aiuto del ladro noto come La Volpe, Ezio impedisce ai Templari di assassinare Lorenzo de' Medici ed elimina Francesco de' Pazzi. Poi, su indicazioni dello stesso Lorenzo, parte per la Toscana, dove trova ed assassina gli altri Templari che avevano congiurato contro la Repubblica fiorentina: Antonio Maffei, Francesco Salviati, Stefano da Bagnone e Bernardo Baroncelli. Poi, pedinando Jacopo de' Pazzi e spiando un suo incontro con Rodrigo Borgia ed un altro uomo, Ezio scopre che i Templari, dopo il fallimento della congiura a Firenze, hanno intenzione di prendere il controllo della Repubblica di Venezia. Con la benedizione di Lorenzo de' Medici, Ezio parte per Venezia. Raggiunta la città di Forlì, grazie all'aiuto della contessa Caterina Sforza, Ezio riesce ad imbarcarsi su una nave diretta a Venezia, che raggiunge insieme all'amico Leonardo da Vinci nel 1481.

Desmond viene fatto uscire dall'Animus da Lucy, che vuole controllare che gli effetti collaterali positivi dell'effetto osmosi gli abbiano fatto apprendere le abilità dell'antenato di cui sta rivivendo i ricordi. Come previsto dalla ragazza, Desmond è in grado di muoversi agilmente come Ezio; tuttavia vede delle figura intorno a sé muoversi in armatura medievale. Dopo poco tempo passato all'esterno dell'Animus, Desmond rivive infatti senza il macchinario un ricordo represso del suo antenato Altaïr Ibn-La'Ahad. L'Assassino siriano insegue una persona misteriosa nella fortezza di Acri. Raggiunta la figura, Desmond scopre che si tratta di una donna: Maria Thorpe, una delle guardie di Roberto di Sable. Desmond rivive il momento in cui, con sua sorpresa, Altaïr concepisce con lei il suo primogenito, prima di svegliarsi nel letto presente nel nascondiglio. Poi, dopo essersi ripreso dalle allucinazioni provocate dall'effetto osmosi, il ragazzo riprende a rivivere i ricordi di Ezio Auditore con l'aiuto dell'Animus costruito da Rebecca.

Parenti Serpenti 9.png

I congiurati veneziani parlano con Rodrigo Borgia a Rialto.

Durante i successivi anni trascorsi a Venezia, grazie all'aiuto della locale gilda dei ladri guidata da Antonio, Ezio riesce ad assassinare l'uomo che si trovava insieme a Jacopo de' Pazzi e Rodrigo Borgia in Toscana: il mercante Emilio Barbarigo. Poi, aiutato dalla cortigiana Teodora Contanto e dal condottiero Bartolomeo d'Alviano, Ezio assassina gli altri Templari che hanno intenzione di prendere il controllo della Repubblica di Venezia in combutta con Rodrigo Borgia: Carlo Grimaldi, Marco Barbarigo e la sua guardia del corpo, Dante Moro, e Silvio Barbarigo.

Completata la caccia agli uomini presenti sulla lista dei Templari redatta dal padre tempo prima, Ezio ritiene tuttavia di non comprendere del tutto il motivo del piano orchestrato da Rodrigo Borgia per controllare l'intera penisola italiana. Nel 1488, viene contattato dall'amico Leonardo da Vinci, che gli rivela di avere scoperto una parte di un messaggio nascosto tra le pagina del Codice che ha tradotto per lui negli ultimi anni. Il messaggio parla di un profeta in grado di aprire una cripta che verrà rivelato quando un Frutto dell'Eden sarà portato a Venezia. Ezio si convince che anche i Templari siano a conoscenza della profezia nascosta tra le pagine del Codice e decide di esaminare la nave in arrivo da Cipro il giorno successivo, intuendo che potrebbe trasportare il Frutto dell'Eden nominato nella profezia.

Adattarsi 1.png

Ezio viene introdotto nell'Ordine degli Assassini.

Come previsto, i Templari hanno trovato a Cipro un Frutto dell'Eden, una delle Mele, ed intendono consegnarla a Rodrigo Borgia, che si trova appositamente a Venezia. Ezio si traveste da soldato in modo da seguire il percorso del manufatto fino a Rodrigo, che poi attacca. Inizialmente in inferiorità numerica, Ezio viene raggiunto dallo zio Mario, Paola, La Volpe, Antonio, Teodora e Bartolomeo, che lo aiutano a sconfiggere gli uomini di Rodrigo. Così, rimasto solo, il Templare decide di abbandonare lo scontro e fuggire, lasciando ad Ezio la Mela dell'Eden. Gli amici di Ezio sono accompagnati da Niccolò Machiavelli, che rivela al giovane la loro appartenenza all'antico Ordine degli Assassini. Comprendendo i principi che guidano l'Ordine e volendo continuare la sua caccia a Rodrigo Borgia ed al mistero citato nelle pagine del Codice, Ezio decide di unirsi ufficialmente agli Assassini quella stessa sera.

Dopo aver raccolto tutte le pagine del Codice di Altaïr Ibn-La'Ahad, nel 1499, Ezio e gli altri Assassini si incontrano a Villa Auditore per scoprire l'ubicazione della cripta citata nella profezia. Grazie ai poteri della Mela dell'Eden in suo possesso ed all'abilità dell'occhio dell'aquila, Ezio scopre che la cripta citata nella profezia si trova nella città di Roma. Comprendendo che Rodrigo Borgia, ormai salito al soglio pontificio con il nome di Alessandro VI, è in possesso dell'altro Frutto dell'Eden necessario per accedere alla cripta, la ferula papale, gli Assassini decidono di partire per Roma con l'intenzione di aprire la cripta prima di lui.

Nella Tana Del Lupo 9.png

Rodrigo utilizza il potere della ferula contro Ezio.

Ezio raggiunge Roma e, passando attraverso il passetto di Borgo, raggiunge la Cappella Sistina, dove Rodrigo Borgia celebra la messa. Ezio tenta di assassinare l'uomo, che risponde all'attacco utilizzando la ferula; i due ingaggiano così uno scontro in cui entrambi utilizzano i poteri dei propri Frutti dell'Eden per avere la meglio sull'avversario. Durante lo scontro, Rodrigo riesce ad impossessarsi della Mela e pugnala Ezio a morte; dopodiché, utilizzando entrambi i Frutti dell'Eden, si dirige verso l'ingresso della cripta, nascosto sotto la Cappella Sistina. Tuttavia, grazie ai poteri dell'armatura di Altaïr, Ezio sopravvive al colpo mortale infertogli e, dopo essere rinvenuto, segue Rodrigo nei sotterranei della Cappella Sistina. L'Assassino trova Rodrigo davanti ad una porta sigillata che non riesce ad aprire, convinto che dietro si celi una divinità in grado di controllare. Dopo uno scontro a mani nude, Ezio sconfigge Rodrigo e gli risparmia la vita, avendo maturato un'amore per la verità e la giustizia maggiore dello spirito di vendetta. Poi, utilizzando i due Frutti dell'Eden, Ezio dimostra di essere il profeta citato nel Codice ed apre la cripta.

All'interno, Ezio trova ad attenderlo l'ologramma di una donna che dice di chiamarsi Minerva e di appartenere ad una razza che dominava la Terra prima degli esseri umani. L'ologramma, che sostiene di parlare solo attraverso di Ezio, spiega che la sua razza aveva creato a propria immagine gli essere umani, che tuttavia si erano poi ribellati. Le due razze combatterono l'una contro l'altra fino a che una grande catastrofe distrusse il mondo. Minerva prosegue spiegando che i sopravvissuti alla catastrofe avevano insieme fatto rifiorire la vita sulla Terra, su cui poi hanno dominato gli esseri umani. Tuttavia, ciclicamente eventi simili si riabbattono sul pianeta ed il suo compito è quello di avvisare l'umanità del pericolo che corre. Minerva, parlando attraverso di Ezio, si rivolge infatti direttamente a Desmond, che rivive i ricordi dell'antenato attraverso l'Animus, dicendogli di trovare in fretta gli altri templi, in cui è custodito il modo di salvare il mondo da una catastrofe imminente nel suo tempo.

Nascondiglio degli Assassini ACII - Desmond e Warren Vidic 2.png

Desmond e Lucy fronteggiano Vidic nel nascondiglio.

Desmond si risveglia improvvisamente, trovando i compagni Assassini che si preparano a lasciare il nascondiglio; hanno infatti poco tempo prima che i Templari li trovino. Così, mentre Shaun e Rebecca finiscono di preparare l'attrezzatura da portare nella fuga, Desmond e Lucy si recano all'ingresso del nascondiglio con l'intenzione di rallentare i Templari. Grazie alle abilità apprese grazie agli effetti collaterali positivi dell'effetto osmosi, Desmond, insieme a Lucy, riesce ad eliminare numerose guardie delle Abstergo Industries guidate dal Dr. Warren Vidic in persona. L'uomo si ritira con le ultime guardie rimaste, permettendo così a Desmond ed agli Assassini di lasciare il nascondiglio per un nuovo rifugio situato più a nord. Durante il viaggio, Lucy chiede a Desmond di continuare ad esplorare i ricordi di Ezio Auditore, convinta che possano essere utili all'individuazione delle posizioni dei templi citati da Minerva. I quattro Assassini credono infatti che la catastrofe citata dall'ologramma sia una minaccia superiore al dilagare dell'influenza Templare sul pianeta.

Marketing

Possedendo Assassin's Creed: Bloodlines, rilasciato per PlayStation Portable lo stesso giorno di Assassin's Creed II, è possibile collegare i due titoli per ottenere degli speciali bonus per il entrambi i giochi. Una volta sconfitti infatti i bersagli principali in Assassin's Creed: Bloodlines, le loro armi diventano equipaggiabili dall'armeria di Villa Auditore in Assassin's Creed II. Inoltre, è possibile guadagnare fiorini aggiuntivi in Assassin's Creed II in rapporto alle monete Templari trovate in Assassin's Creed: Bloodlines.

Assassin's Creed II è stato inoltre il primo titolo sviluppato da Ubisoft ad essere collegato con il servizio online Uplay. Grazie a ciò, portando a compimento determinate azioni all'interno del gioco, è possibile guadagnare dei punti da poter poi convertire in ricompense esclusive.

Edizioni

Le edizioni speciali di Assassin's Creed II sono le seguenti.

AC2 White Edition.jpg
  • Copia del gioco
  • Confezione unica da collezione
  • Statuetta di Ezio Auditore da Firenze di 22 centimetri in versione base
  • Missioni giocatore singolo: Sopra le travi, sotto la pietra

AC2 Black Edition.jpg
  • Copia del gioco
  • Confezione unica da collezione
  • Libro della Cospirazione
  • Colonna sonora ufficiale
  • Statuetta di Ezio Auditore da Firenze di 22 centimetri in versione Maestro Assassino con confezione da collezione
  • Missioni giocatore singolo: Invasione domestica
  • Missioni giocatore singolo: Naufragato
  • Missioni giocatore singolo: Sopra le travi, sotto la pietra

AC2 Master Assassin Edition.jpg
  • Copia del gioco
  • Confezione unica da collezione
  • Artbook
  • Colonna sonora ufficiale
  • Statuetta di Ezio Auditore da Firenze di 22 centimetri in versione base
  • Missioni giocatore singolo: Invasione domestica
  • Missioni giocatore singolo: Sopra le travi, sotto la pietra

AC2 Deluxe Edition.jpg

AC2 Special Film Edition.jpg

Contenuti scaricabili

A causa del ritardo accumulato durante lo sviluppo di Assassin's Creed II, due sequenze genetiche sono state tagliate dal titolo e rilasciate successivamente come contenuti scaricabili.

  • La Battaglia di Forlì: dedicato alla modalità giocatore singolo, è stato rilasciato per Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Il pacchetto contiene i sei ricordi della sequenza genetica 12 ed un ricordo speciale.
  • Il Falò delle Vanità: dedicato alla modalità giocatore singolo, è stato rilasciato per Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Il pacchetto, nella versione base, contiene i dodici ricordi della sequenza genetica 13; nella versione completa comprende anche tutti i contenuti inclusi precedentemente solo nelle edizioni limitate del gioco.

Colonna sonora

Articolo principale: Assassin's Creed II (soundtrack)

La colonna sonora è stata elaborata dal compositore danese Jesper Kyd.

Riconoscimenti

  • Spike TV Video Game Awards 2009
    • "Best Action Adventure Game"
    • Nomination "Best Original Score"
    • Nomination "Game of the Year"
  • Gamespot's Best of 2009 Awards
    • "Best New Character" a Ezio Auditore da Firenze
    • "Best Xbox 360 Game"
    • Nomination "Best Action/Adventure Game"
    • Nomination "Best Graphics Technical"
    • Nomination "Best Improved Sequel"
    • Nomination "Best Original Music"
    • Nomination "Best Story"
  • Game Developers Choice Awards 2009
    • Nomination "Best Game Design"
    • Nomination "Best Technology"
    • Nomination "Best Visual Arts"
    • Nomination "Game of the Year"
  • IGN Best of 2009 Awards
    • "Xbox 360 Best Action Game"
    • "Xbox 360 Game of the Year"
  • British Academy Video Games Awards 2009
    • Nomination "Artist achievement"
    • Nomination "Best action"
    • Nomination "Best game"
    • Nomination "Best gameplay"
    • Nomination "Best original score"
    • Nomination "Best story"
    • Nomination "Game awards of 2009"

Curiosità

  • In origine, la versione per PC del titolo doveva essere giocato con un collegamento ad internet costante. Successivamente, Ubisoft ha rilasciato un aggiornamento che permette al gioco di necessitare della connessione ad internet solamente al lancio.
  • La versione di Assassin's Creed II rilasciata per il mercato giapponese ha una copertina differente ed include i due contenuti scaricabili Il Falò delle Vanità e La Battaglia di Forlì.
  • Il primo uomo assassinato da Ezio nel trailer rilasciato all'E3 di Los Angeles del 2009 è probabilmente un membro della famiglia Borgia, come dimostra lo stemma familiare presente sui suoi guanti.
    • Il secondo uomo assassinato da Ezio nello stesso trailer provoca l'Assassino prima di venire colpito dal proiettile sparato dalla sua pistola celata. Tuttavia, nello stesso trailer mostrato nel menù principale del gioco, la scena in cui l'uomo provoca Ezio è stata tagliata.
  • Assassin's Creed II è entrato nel Guinness World Records nel 2010 per aver collezionato il maggior numero di copertine su riviste del settore, essendo uscito in 127 pubblicazioni in 32 paesi tra l'aprile del 2009 e l'aprile 2010.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso