Fandom

Assassin's Creed Wiki

Assassini coloniali

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Assassini.pngEraicon - AC3.pngEraicon - AC4.pngEraicon - Rogue.pngEraicon - Forsaken.png


Gli Assassini coloniali erano il ramo dell'Ordine degli Assassini che operava nelle colonie che divennero gli Stati Uniti d'America. Tale ramo fu fondato da John de la Tour, ed in seguito fu guidato per molti anni da Achille Davenport.

Durante la Guerra dei sette anni, il ramo fu distrutto a causa del tradimento di Shay Cormac. Fu ricostruito durante la Guerra di indipendenza americana da Connor, che diede la caccia ai più importanti esponenti Templari, estinguendo la loro influenza in America.

Storia

Fondazione

"I Templari hanno rubato due manufatti preziosi. Un manoscritto antico, e la scatola che permette di capirne il senso."
―Achille a Shay sul furto dei due manufatti.[src]

Questo ramo venne fondato nella prima metà XVIII secolo dall'Assassino canadese John de la Tour su ordine del Consiglio degli Assassini del ramo francese. L'obiettivo principale era occupare le colonie e cercare i Frutti dell'Eden della Prima Civilizzazione presenti nella zona, impedendo che i Templari ne entrassero in possesso. Anche Achille Davenport giunse tempo dopo nelle colonie, inviato dal Mentore caraibico Ah Tabai. Lui e de la Tour iniziarono pertanto a collaborare, espandendo l'Ordine e i suoi ideali in quei territori. Si impegnarono principalmente ad impedire ai Templari di ricavare informazioni sui Frutti dell'Eden.[1]

John e Achille iniziarono con lo stringere alleanze con i nativi locali ed i primi colonizzatori. Tempo dopo scoprirono che uno schiavo acquistato dai francesi come boia, Mathieu Léveillé, aveva informazioni riguardanti la Prima Civilizzazione. Partirono insieme per il Quebec per interrogarlo, ma una volta giunti scoprirono che era morto per via di un malore. Decisero quindi di comprare la moglie del boia, Angelique-Denise, nella speranza di apprendere grazie a lei qualche segreto di Lèveillè. Ma se la donna forní loro qualche informazione rimane un mistero.[1]

Durante una missione in cui tentarono di impedire ai templari di raggiungere il loro scopo, de la Tour decise di attirare su di se i Templari, per cui nominò Achille Mentore del ramo coloniale. Sotto la guida di quest'ultimo che portò a termine la missione[1]. Gli Assassini coloniali si espansero in tutto il territorio occupato dalle colonie britanniche in Nord America, collaborando con le popolazioni locali come la confederazione degli Irochesi e le tribù native dei Kanien'kehá:ka[2].

Solo su invito 1.png

Achille incarica Liam e Shay a recuperare il manoscritto.

Verso il 1750, la presenza della Confraternita nel Nord America britannico divenne solida, essa poteva contare su molti agenti sparsi per le tredici colonie. Tra i più noti vi era Robert Faulkner, un marinaio britannico che divenuto un Assassino coloniale ottenne il comando dell'Aquila, all'epoca nave ammiraglia della flotta degli Assassini[2]. Nel 1752 Achille reclutò Kesegowaase, Hope Jensen, Liam O'Brien e Shay Patrick Cormac. Quest'ultimo insieme a Liam diedero aiuto a Chervalier de La Vérendrye liberando i suoi uomini dagli inglesi, con cui presero comando della Morrigan[3]. Grazie a questa nave si misero alla ricerca della Scatola dei Precursori e del manoscritto Voynich[4][1][5].

Distruzione

"Liam si illude se pensa che lascerò stare. Non ci si può fidare di Achille: non deve trovare altri templi dei Precursori. Non mi importa se è un Mentore o se la sua famiglia è morta. Non possono esserci scuse per questa follia!"
―Shay decide di tradire gli Assassini coloniali[src]

Nel 1754, poco dopo lo scoppio della Guerra Franco-Indiana, il Gran Maestro dei Templari Reginald Birch inviò Haytham Kenway nelle colonie britanniche con il compito di fondare un ramo dell'Ordine in quei territori. Una volta scoperto che il Templare avrebbe traversato l'oceano a bordo della Providence, gli Assassini infiltrarono il confratello Louis Mills tra l'equipaggio della nave; inoltre incaricarono Faulkner di abbordarla e di catturare Kenway. Tuttavia la missione fallì su entrambi i fronti: Mills venne ucciso da Haytham e l'Aquila venne gravemente danneggiata da una tempesta. Tuttavia, nonostante i gravi danni, gli Assassini riuscirono a ripararla e continuarono a sfruttarla in segreto. Sfortunatamente l'arrivo di Haytham nelle colonie causò parecchi problemi agli Assassini, che nonostante tutto riuscirono a mantenere il controllo del territorio.[2]

Non Nobis Domine 17.png

Achille viene ferito da Haytham.

Durante la Guerra dei Sette Anni, gli Assassini riuscirono a trovare uno dei templi dei Precursori, che custodiva un manufatto in grado di tenere insieme le terre emerse. Non sapendo della delicata situazione Shay seguì gli ordini di Achille tentando di recuperarlo, ciò indusse in un sisma che distrusse Lisbona[6] inducendo Shay a tradire i suo confratelli rubando il manoscritto. Achille accortosi delle intenzioni di Shay lo indusse in una trappola allertando gli Assassini di fermarlo, riuscendo solo a ferirlo.[7] A causa di ciò Shay, iniziò a dare la caccia ai più importanti esponenti dell'Ordine, dopo il fallimento a Lisbona, dove molte vite innocenti persero la vita. Tra gli Assassini a cui diede la caccia furono Hope Jensen[8], Kesegowaase[9], a cui Achille diede ordine di assassinare George Monro, Chevalier de La Vérendrye[10] e Liam O'Brien[11]., ad eccezione fatta di Achille, salvato e risparmiato da Shay[1][11]

Sconfitto e con la Confraternita in decadenza, Achille si ritirò a vita provata nella sua tenuta. Nel 1768, anche l'Aquila venne distrutta in un'imboscata della Royal Navy e Faulkner fu costretto ad arenarla nella baia della tenuta. Terminata la guerra, gli Assassini avevano perso il controllo delle colonie, mentre i Templari avevano espanso il loro in tutto il territorio[2].

Guerra di indipendenza americana

"Hai armi e abilità. Bersagli e obiettivi. E ora sei uno dei nostri. Benvenuto nella Confraternita."
―Achille accoglie Connor nella Confraternita[src]
Fuoco Alle Polveri 16.png

Connor viene accolto ufficialmente nella Confraternita

Nel 1769, molti anni dopo la fine della Guerra dei Sette Anni, un giovane nativo americano della tribù Kanien'kehá:ka, Ratonhnhaké:ton, si recò alla tenuta di Achille per diventare un Assassino - così come gli aveva imposto Giunone, un membro della Prima Civilizzazione[12][13]. Dopo aver convinto il Mentore ad addestrarlo ed aver conseguito un intero anno di addestramento, il giovane fu introdotto nella Confraternita con il nome di Connor. Quest'ultimo restaurò anche l'Aquila, imparando a governarla da capitano con l'aiuto di Faulkner, divenutone il primo ufficiale[14].

Affrontato anche un addestramento avanzato, nel 1773, Connor iniziò a mobilitasi nella caccia ai maggiori esponenti Templari presenti nelle colonie. Per cominciare si recò a Fort Phoenix, distruggendolo in quanto i Templari lo avevano restaurato per i propri scopri[15]. Dopo andò a Boston, dove reclutò il cuoco francese Stephane Chapheau nella Confraternita[16]. Con lui ed altri membri della Sons of Liberty partecipò al Boston Tea Party, distruggendo il carico di tè del Templare William Johnson. L'evento fu la causa dello scoppio della Guerra di indipendenza americana[17]. L'anno successivo, Connor uccise William Johnson durante una trattativa con i capitribù nativi americani a Johnson Hall[18].

Successivamente Connor reclutò anche il cecchino Clipper Wilkinson[19] e il mercenario irlandese Duncan Little[20]. Di fondamentale importanza per l'addestramento di questi adepti, furono le missioni che Connor assegnò loro in tutte le tredici colonie. Durante la guerra, gli Assassini coloniali si schierarono principalmente con l'Esercito Continentale. Negli ultimi mesi del 1774, gli Assassini coloniali aiutarono il patriota James Mitchell Varnum a formare una propria milizia ribelle e convinsero la colonia di Maryland ad unirsi alla causa, mettendo in scena un nuovo Tea Party ad Annapolis. Eliminarono anche un agente dei Templari infiltrato nel Congresso di Maryland[21].

Operarono anche nella colonia del New Jersey, fomentando la popolazione ad unirsi alla rivoluzione con un altro Tea Party, stavolta a discapito del mercante Dan Bowen. Nel 1775, Connor inviò degli apprendisti in Quebec, così da supportare i patrioti durante la difesa di Fort Saint-Jean. Ma ben presto si adoperarono per fermare i tentativi di liberazione dei generali Richard Montgomery e William Thompson, in quanto il Quebec non aveva chiesto di essere liberato dal dominio britannico[21].

Liberarono però il porto di Montréal dal controllo dei Templari. Aiutarono anche il generale Henry Knox nella presa di Boston, spostando i cannoni dei coloni lungo la fiancata di Dorchester Heights ed evacuando la popolazione[21]. Nel 1775 Connor prese parte alle schermaglie di Lexington e Concord[22] e alla Battaglia di Bunker Hill, dove uccise il Templare John Pitcairn[23]. Sfruttando l'Aquila inoltre catturò una flotta di navi inglesi lungo la costa di Glaucester[2].

Esecuzione Pubblica 9.png

Connor assassina Hickey.

Nel 1776 degli Assassini coloniali eliminarono il Templare e generale tedesco Johann Rall, che stava aiutando gli inglesi nella Battaglia di Trenton[21]. Lo stesso anno, salvarono Connor da un'esecuzione pubblica a New York City - lo stesso giorno, quest'ultimo eliminò il Templare Thomas Hickey[24].

Poco tempo dopo, il mohawk reclutò altri tre Assassini a New York: il medico Jamie Colley[25], il mercenario assiano Jacob Zenger[26] e la liberatrice Deborah Carter[27]. Sempre nel 1776 Connor assegnò alcuni Assassini come scorta dei politici firmatari della Dichiarazione di indipendenza, evento cui assistette egli stesso[21]. Alla fine del 1776, Connor uccise un ufficiale Templare durante la scorta della Belladonna; quest'ultimo gli rivelò in punto di morte che l'ammiraglio Nicholas Biddle era un suo confratello[28].

Nel 1777 un adepto di Connor uccise il colonnello Carl Emilius von Donop durante la Battaglia di Red Bank. Nel mese di dicembre, degli adepti scortarono il ricco mercante Woondbury Langdon a Portsmouth, in quanto era sospettato dal generale inglese William Howe di un affiliazione con i patrioti. Nella stessa cittadina, un gruppo di Assassini intercettò alcuni corrieri Templari. Interrogandoli e torturandoli, scoprirono che Charles Lee aveva trafugato tutte le munizioni della milizia del New Hampshire. Recuperandole, gli Assassini misero sotto il loro controllo la colonia[21].

Alcuni Assassini furono anche coinvolti nella Battaglia di Paoli, dove aiutarono il generale di brigata Anthony Wayne a battere in ritirata. Assistettero anche il comandante George Washington durante la battaglia a Germantown con il generale Howe e impedirono ai Templari di cancellare il New Jersey Journal, giornale in gestione di Sheppard Kollock che stava rivelando verità scomode su alcuni politici americani[21].

Operarono anche nello stato di New York, uccidendo il colonnello assiano Friedrich Baum durante la Battaglia di Bennington, regalando la vittoria al maggiore John Stark. Sostennero anche il comandante Washington durante gli scontri a Brooklyn Heights e Kipps Bay, tuttavia i loro sforzi combinati non furono sufficienti per fermare le legioni inglesi comandate da William Howe. Tuttavia gli Assassini rincuorarono i patrioti dalle sconfitte subite, facendo in modo che Benedict Arnold riuscisse a catturare Fort Ticonderoga e che la ricognizione di Rufus Putnam ad Harlem Heights si compisse senza perdite[21]. Arrivato l'inverno, Connor strinse un alleanza con suo padre Haytham Kenway, Gran Maestro dei Templari[2].

Una Triste Fine 11.png

Connor finisce Benjamin Church.

L'anno successivo, recuperarono una missiva del generale John Sullivan inviata all'ammiraglio francese Charles Hector, in cui si lamentava della ritirata della Marine nationale durante la Battaglia del Rhode Island; i patrioti non si sarebbero potuti permettere di perdere il sostegno del regno di Francia. Sempre nel Rhode Island, scortarono una riserva di polvere da sparo al molo di Newport e distrussero il covo Templare presente nella colonia[21]. Inoltre, Connor ed Haytham uccisero Benjamin Church a largo della Martinica[29]. Tempo dopo l'Assassino mohawk prese parte alla Battaglia delle Barbados, in cui uccise l'ammiraglio Nicholas Biddle[30].

Poi aiutarono i membri del Culper Ring ad infiltrare le loro spie a West Point e a New Haven. L'anno medesimo, eliminarono anche George Dorrance, un Templare responsabile di diverse migrazioni irochesi a favore della British Army ed aiutarono la studiosa Emily Geiger nelle sue ricerche sui Templari. Nei due anni seguenti uccisero il Templare Johann de Kalb e il suo alleato Hugh Jackson. Oltretutto fornirono supporto al generale Thomas Sumter contro il cavaliere Banastre Tarleton durante la Battaglia di Farm di Blackstock[21]. Sempre nel 1778, Connor partecipò alla Battaglia di Monmouth[31] e alla Battaglia di West Point, dove tentò di fermare il traditore Benedict Arnold[32].

Nel 1781 un Assassino coloniale prese parte alla Battaglia di Groton Heights, dove fallì nel tentato omicidio del maggiore Benedict Arnold. Lo stesso anno gli Assassini aiutarono il marchese de Lafayette e il generale Anthony Wayne nella Battaglia di Green Spring e nel mese di febbraio dissuasero il comandante Henry Lee dall'affrontare il temibile cavaliere britannico Banastre Tarleton, inducendolo invece ad attuare il massacro della colonna di John Pyle[21].

Inseguendo Lee 14.png

Connor uccide Lee nella Taverna

Pochi giorni dopo aiutarono il loro alleato Otho Williams negli scontri a Mill Wetzell. A settembre invece uccisero il comandante Hector McNeill, il quale aveva catturato il governatore Thomas Burke[21], mentre Connor prese parte alla Battaglia di Chesapeake[33], infiltrandosi a Fort George ed uccidendo suo padre[34]. L'anno successivo, l'Assassino mohawk uccise Charles Lee, successore di Haytham al ruolo di Gran Maestro; tale omicidio dichiarò la fine della guerra e l'indipendenza delle colonie americane[35]. Tre anni dopo riuscirono ad eliminare il governatore del Connecticut Jonathan Trumbull, rivelatosi un Templare[21].

Espansione della Confraternita

Dopo la fine della guerra d'indipendenza americana, Connor assunse il totale comando della Confraternita coloniale. Dopo la morte di Achille e la distruzione dei Templari infatti, si prefissò l'obiettivo di ricostruire completamente il suo ramo di appartenenza. In particolare si dedicò al reclutamento di piccoli gruppi di criminali, come nel caso della maroon Patience Gibbs, leader di uno schieramento di schiavi che si erano ribellati al medico Templare Edmund Judge.[36].

Il mohawk cercò vanamente di introdurre la ragazza tra gli Assassini, e perciò chiese aiuto alla consorella louisianana Aveline de Grandpré - ben più nota di lui tra gli schiavi maroon. Anche se fu un processo arduo, Aveline riuscì nella missione, che portò all'assassinio di Judge. Quindi Patience e la sua intera banda di maroon vennero introdotti nella Confraternita e addestrati personalmente da Connor alla tenuta di Davenport.[36]. Nel 1804 invece, Connor invitò il leader del decaduto ramo degli Assassini haitiani, Eseosa, per addestrarlo e aiutarlo a riformare la sua Confraternita.[37]

Tecniche ed equipaggiamento

Achille: Guarda qui.
Connor: Che cos'è?
Achille: Uno Shéng Biāo, o dardo da corda, se preferisci.
—Achille a Connor sul dardo da Corda.[src]
La Resa Dei Conti 17.png

La lama celata di Connor.

Come tutti i rami della Confraternita, gli Assassini coloniali venivano addestrati in tecniche di assassinio, borseggio, corsa acrobatica e mimetizzazione. In particolare questo ramo della Confraternita ideò una variante della lama celata in cui la lama poteva anche essere sganciata dal bracciale ed essere utilizzata come pugnale, in modo da essere più pratica nei combattimenti corpo a corpo.[1][2]

Achille Davenport oltretutto, essendo cresciuto come Assassino sotto la guida e l'addestrato del Mentore maya Ah Tabai introdusse nell'equipaggiamento dei suoi confratelli americani il dardo da corda, originariamente ideato dalla leggendaria Assassina cinese Shao Jun. Poiché a loro si erano uniti anche molti nativi americani delle zone di frontiera coloniali, adottarono anche l'arma simbolo dei mohawk: il tomahawk.[1][2]

In particolare John de la Tour al suo arrivo nelle colonie ne portava uno la cui lama era progettata per imitare il simbolo della Confraternita.[2] Sperimentarono anche la produzione di alcuni tipi di gas velenosi da sfruttare contro le autorità; tuttavia nonostante ne avressero fabbricato una grossa quantità, l'impianto di distillamento in cui lo stavano ultimando venne distrutto da Shay Cormac dopo il suo tradimento.[1]

Diversi Assassini coloniali erano anche dotati di armi uniche nel loro equipaggiamento: Shay ad esempio utilizzava un fucile ad aria compressa, mentre Connor fu l'unico ad utilizzare un arco o dei coltelli da lancio avvelenati. Il loro equipaggiamento standard tuttavia consisteva unicamente nella lama celata, una qualsiasi arma da corpo a corpo primaria ed una o più pistole ad avancarica. [1][2]

Gli Assassini coloniali erano gli unici a utilizzare la maschera antigas, che consisteva in un unico pezzo di stoffa legato insieme, che impediva al possessore di inalare i composti tossici, come veleno o contro la bomba fumogena per Assassini che erano predisposti a inspirarla e bloccare se stessi per un determinato periodo. Con la maschera ciò non accadeva. La maschera venne utilizzata dal ex Assassino e Templare Shay Cormac.[1]

Galleria

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 1,9 Assassin's Creed: Rogue
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 2,6 2,7 2,8 2,9 Assassin's Creed III
  3. Il soffio del vento - Assassin's Creed: Rogue
  4. Lezioni e rivelazioni - Assassin's Creed: Rogue
  5. Solo su invito - Assassin's Creed: Rogue
  6. Kyrie Eleison - Assassin's Creed: Rogue
  7. Libero arbitrio - Assassin's Creed: Rogue
  8. Carezza d'acciaio - Assassin's Creed: Rogue
  9. Cicatrici - Assassin's Creed: Rogue
  10. Fuoco freddo - Assassin's Creed: Rogue
  11. 11,0 11,1 Non Nobis Domine - Assassin's Creed: Rogue
  12. Qualcosa di memorabile - Assassin's Creed III
  13. Un uomo scontroso - Assassin's Creed III
  14. Inizia l'addestramento - Assassin's Creed III
  15. L'inseguimento - Assassin's Creed
  16. Il cuoco furioso - Assassins's Creed
  17. Il Tea Party - Assassin's Creed III
  18. Negoziati ostili - Assassin's Creed III
  19. Legge marziale - Assassin's Creed III
  20. La gang di Boston - Assassin's Creed III
  21. 21,00 21,01 21,02 21,03 21,04 21,05 21,06 21,07 21,08 21,09 21,10 21,11 21,12 Contratti (Assassin's Creed III) - Assassin's Creed III
  22. Lexington e Concord - Assassin's Creed III
  23. Battaglia di Bunker Hill
  24. Esecuzione pubblica - Assassin's Creed III
  25. Proteggi la clinica - Assassin's Creed
  26. Nella tana del lupo - Assassin's Creed III
  27. Fai scorte - Assassin's Creed III
  28. Arrivano i francesi - Assassin's Creed III
  29. Una triste fine - Assassin's Creed III
  30. Il nascondiglio di Biddle - Assassin's Creed
  31. Battaglia di Monmouth - Assassin's Creed III
  32. La battaglia di West Point - Assassin's Creed III
  33. Battaglia di Chesapeake - Assassin's Creed III
  34. La resa dei conti - Assassin's Creed III
  35. Inseguendo Lee - Assassin's Creed III
  36. 36,0 36,1 Assassin's Creed IV: Black Flag - Aveline (DLC)
  37. Assassin's Creed: Initiates/Lettere al morto

Inoltre su Fandom

Wiki a caso