Fandom

Assassin's Creed Wiki

Assassinio (Tamir)

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC1.png

Assassinio è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Altaïr Ibn-La'Ahad, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Altaïr Ibn-La'Ahad entra nel Souk Al-Silaah e si dirige verso il cortile centrale. Poco dopo arriva Tamir, che intrattiene un'accesa discussione con uno dei suoi mercanti. Rabbioso, Tamir uccide l'uomo, tuttavia poco dopo viene ucciso a sua volta dall'Assassino.

Dialoghi

Altaïr Ibn-La'Ahad entra nel cortile centrale. Poco dopo arriva anche Tamir, che parla con un mercante.

Assassinio (Tamir) 1.png

Tamir e il mercante entrano nel cortile centrale del Souk.

  • Tamir: Non mi interessano i tuoi calcoli. I numeri non cambiano l'ordine! I tuoi uomini non sono riusciti a rispettare la consegna, perciò io ho deluso il mio cliente!
  • Mercante: Ma ci serve più tempo!
  • Tamir: Questa è la scusa dei pigri o degli incompetenti. Tu cosa sei?
  • Mercante: Nessuno dei due.
  • Tamir: I miei occhi dicono altrimenti. Ora, dimmi, che cosa intendi fare per risolvere il nostro problema? Quelle armi servono adesso!
  • Mercante: Non vedo soluzione! Gli uomini lavorano giorno e notte, ma il tuo "cliente" chiede troppo, e la destinazione... è una strada difficile.
  • Tamir: Vorrei che fabbricassi armi con la stessa abilità con cui fabbrichi scuse!
  • Mercante: Ho fatto il possibile.
  • Tamir: Non è abbastanza.
  • Mercante: Allora, forse, chiedi troppo.
  • Tamir: Troppo? Ti ho dato tutto! Senza di me, staresti ancora ad incantare serpenti per qualche moneta! In cambio ho chiesto solo di rispettare l'ordinativo che ti ho dato! E dici che chiedo troppo!?

Tamir sputa in faccia all'uomo.

  • Tamir: Come osi mancarmi di rispetto?
  • Mercante: Calma, Tamir. Non volevo insultarti!
  • Tamir: Allora ti conveniva tacere!

Tamir estrae un pugnale con cui colpisce il mercante all'altezza dello stomaco.

Assassinio (Tamir) 3.png

Tamir pugnala il suo mercante.

  • Mercante: No! Fermo!
  • Tamir: Fermo? Ah! Ho appena cominciato!

Tamir continua il suo attacco, infliggendo molte ferite al mercante.

  • Mercante: (Urla di dolore) Fermati!

Tamir si ferma.

  • Tamir: Sei venuto nel mio Souk! Davanti ai miei uomini! E hai osato insultare me!?

In preda alla collera, inizia di nuovo a colpire l'uomo, pugnalandolo più volte alla schiena. Dopodiché, lancia il corpo ormai senza vita nella fontana del cortile. Un suo uomo si avvicina per togliere il corpo, ma Tamir lo blocca.

  • Tamir: No. Lascialo lì.
    (Ai cittadini presenti) Che sia di lezione a tutti voi. Pensateci due volte prima di dirmi che non si può fare. Ora tornate al lavoro.

Tamir gira per le bancarelle del Souk, strigliando i suoi mercanti. Altaïr approfitta della situazione, e coglie Tamir di sorpresa, assassinandolo con la lama celata.

Assassinio (Tamir) 2.png

Altaïr assassina Tamir.

  • Altaïr: Trovate la pace.
  • Tamir: La pagherai per questo. Tu e i tuoi simili.
  • Altaïr: Sembra che siate voi a pagare, amico mio. Non trarrete più profitto dalla sofferenza.
  • Tamir: Mi hai preso per un mercante di morte qualunque, un parassita della guerra? Strano bersaglio, non trovi? Perché io, quando tanti altri fanno lo stesso?
  • Altaïr: Vi considerate differente, dunque?
  • Tamir: Oh, ma lo sono! Giacché servo una causa ben più nobile del mero profitto. Come pure i miei fratelli.
  • Altaïr: Fratelli?
  • Tamir: Ah, credi che agisca da solo? Sono solo una pedina. Un ruolo da interpretare. Presto conoscerai gli altri. E non gradiranno quello che hai fatto qui.
  • Altaïr: Bene. Sono ansioso di sbarazzarmi anche di loro.
  • Tamir: L'orgoglio. Ti distruggerà, ragazzo.

Tamir muore tra le braccia di Altaïr, che fugge dal Souk e torna alla dimora degli Assassini. Una volta arrivato, parla col Rafiq, a cui mostra anche la piuma intrisa del sangue di Tamir.

Assassinio (Tamir) 4.png

Altaïr mostra al Rafiq la piuma intrisa del sangue di Tamir.

  • Rafiq: Mi è giunta voce della tua vittoria, Altaïr. Hai la mia gratitudine e la mia stima.
  • Altaïr: Grazie.
  • Rafiq: È un peccato che tutti gli altri Assassini continuino a portarti così poco rispetto.
  • Altaïr: Rafiq, non mi curo del giudizio altrui.
  • Rafiq: Come vuoi, Altaïr. Informa Al Mualim della tua vittoria. Sono sicuro che avrà altro lavoro per te.

Altaïr si reca a Masyaf, per fare rapporto al suo maestro.

Altaïr Ibn-La'Ahad raggiunge lo studio di Al Mualim.

Assassinio (Tamir) 5.png

Altaïr parla con Al Mualim.

  • Al Mualim: Hai agito bene, Altaïr. Ti confido che questo sarà solo il primo di molti successi.
  • Altaïr: Tamir ha detto di conoscervi bene, e che il mio lavoro ha un significato più ampio.
  • Al Mualim: Il significato non deriva da un solo atto, ma dal contesto nel quale viene compiuto. Dalle conseguenze che genera.
  • Altaïr: Allora c'è altro che dovrei sapere?
  • Al Mualim: Altaïr, il tuo peggiore fallimento è nato dal sapere troppo. Se scelgo di celarti delle informazioni, è solo per garantire che tu non compia lo stesso errore una seconda volta.
  • Altaïr: Capisco.
  • Al Mualim: No, non capisci! E continuerà così finché non avrai appreso la lezione. Tuttavia, hai agito con competenza, pertanto ti restituisco un rango ed un pezzo del tuo equipaggiamento. Ora va', ad Acri o Gerusalemme. In entrambe le città ci sono uomini che richiedono le tue attenzioni. I capisede ti diranno altro su ciò che deve essere fatto.

Risultato

Altaïr assassina Tamir e ritorna a Masyaf, dove riceve una nuova missione da Al Mualim.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso