Fandom

Assassin's Creed Wiki

Combattente in gabbia

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC2.png

Combattente in gabbia è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Ezio Auditore da Firenze libera Bartolomeo d'Alviano, imprigionato dagli uomini di Silvio Barbarigo.

Dialoghi

Ezio Auditore da Firenze sente un mercenario chiedere aiuto.

  • Mercenario: Aiuto... per favore...
  • Ezio: Tu sei uno deglii uomini di Bartolomeo. Cos'è successo qui? Dov'è lui?
  • Mercenario: I sicari di Silvio che l'ha... l'hanno preso più avanti nel sestiere... (Tossisce) verso nord...

Il mercenario, a causa delle ferite, muore.

  • Ezio: (Chiudendogli gli occhi) Requiescat in pace.

Ezio raggiunge la zona dove è tenuto prigioniero Bartolomeo d'Alviano, che insulta e minaccia le guardie che lo trattengono in gabbia.

  • Bartolomeo: Luridi codardi! Vi affronterò tutti quanti! Con un braccio legato, anzi, con tutti e due! Vi state chiedendo come questo sia possibile! Liberatemi e sarò ben lieto di mostrarvelo, miserabili pezzi di merda! Non avete onore! Nessun valore! Nessuna virtù! E poi la gente si chiede perché la stella di Venezia stia tramontando! Avrò pietà di chi avrà almeno il coraggio di liberarmi! E tutti gli altri morranno! Per mano mia! Lo giuro! Che razza d'uomo è quello che vende il proprio onore per pochi denari? Siete al servizio di un traditore e un codardo! Credete che io non conosca il motivo per il quale mi avete incatenato?! Che io non sappia chi manovra Silvio Barbarigo?! Quando ho iniziato a combattere quella viscida serpe, molti di voi non erano neanche nei sogni delle loro madri! Fatemi uscire!

Ezio uccide le guardie presenti e libera Bartolomeo.

Combattente In Gabbia 2.png

Ezio libera Bartolomeo.

  • Bartolomeo: Era ora, perdio! Non so neanche se dovrei baciarti o picchiarti. Magari tutt'e due.
  • Ezio: Come preferisci.
  • Bartolomeo: Chi sei?
  • Ezio: Sono Ezio Auditore da Firenze. E sono qui per salvarti.
  • Bartolomeo: Aspetta a dire chi salverà chi.
  • Ezio: Che cosa intendi?

Un gruppo di guardie raggiunge Ezio e Bartolomeo.

  • Guardia: Laggiù! Fermi!

Ezio e Bartolomeo uccidono le guardie e si dirigono verso il quartier generale dei mercenari.

  • Ezio: Dovremmo andare.
  • Bartolomeo: D'accordo! Ho ancora voglia di fracassare teste!
  • Ezio: Sarà meglio evitare uno scontro diretto.
  • Bartolomeo: Perché? Hai paura?
  • Ezio: No, ma pensaci bene, siamo solo in due contro duecento.
  • Bartolomeo: Attento a quello grosso. Lo chiamano Dante. Molti uomini di Silvio non valgono nulla, ma quello è un osso duro. Come desideri, signorina. Ah, dolce libertà, quanto mi sei mancata.
  • Ezio: Silvio ha mandato i suoi a saccheggiarti la casa. Preparati a combattere.

I due raggiungono l'abitazione di Bartolomeo, presidiata da due guardie.

Combattente In Gabbia 3.png

Due guardie bloccano Ezio e Bartolomeo.

  • Guardia: Se vi sta a cuore la vita, arrendetevi.
  • Bartolomeo: Giammai! Che senso ha la vita se non si vive da uomini liberi? Io non ci torno in gabbia!
  • Guardia: Allora finirai sottoterra! (Alle altre guardie) Uccideteli!

Ezio e Bartolomeo uccidono le guardie.

  • Bartolomeo: Che disastro hanno combinato... Bianca! Spero che stia bene!

Bartolomeo corre in casa, preoccupato.

Risultato

Ezio libera Bartolomeo e lo scorta sino al suo quartier generale.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso