Fandom

Assassin's Creed Wiki

Ermetisti

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Ermetisti.pngEraicon - Brotherhood.pngEraicon - Project Legacy.pngEraicon - Discover Your Legacy.png


"Come sopra, così sotto."
―Giuramento degli Ermetisti

Gli Ermetisti conosciuti anche come Ordine Ermetico dell'Alba Dorata, sono stati un gruppo appartenente al "Culto di Ermes", basato su una serie di credenze religiose e filosofiche che si dedicavano a "trasformare l'Umanità".

Storia

Origini

"Noi abbiamo in nostro possesso la chiave per i misteri della vita."
―Il bastone parla con Pitagora

Il "Culto di Ermes", ebbe le sue origini nel VI Secolo A.C., quando Pitagora, ed il suo discepolo Kyros di Zarax, viaggiarono attraverso i deserti dell'Antica Grecia, per trovare Ermete Trismegisto. Dopo molti giorni di viaggio, si imbatterono in un uomo con un bastone alato, e due serpenti intrecciati su di esso.[1]

Il bastone con i due serpenti intrecciati.png

Il Bastone, ed i Serpenti di Ermes.

L'uomo vestito con un abito da contadino, affermò di chiamarsi Ermes, e, dopo aver immerso il suo bastone nel terreno, fece sembrare i serpenti apparentemente vivi, e riuscì anche a spostare la sabbia. I serpenti, parlarono con Pitagora, definendolo un degno successore. Gli fu consegnato il bastone, e la "chiave per i misteri della vita", che si dice sia "tramandata dalla notte dei tempi".[1]

A questo punto, Pitagora divenne uno dei primi Ermetisti.

Rinascimento

"Perchè cercare la conoscenza, se poi non viene messa in pratica? Abbiamo la possibilità di un mondo migliore, e la libertà di plasmare il nostro destino."
Ercole Massimo, leader degli Ermetisti[src]

Poco tempo prima del 1506, gli Ermetisti perseguitarono l'Assassino Ezio Auditore da Firenze, al fine di ottenere la Mela dell'Eden in suo possesso. Tuttavia, essi non ebbero successo, e la Mela venne nascosta nel Tempio di Giunone.[2]

A partire dal 1506, dopo la caduta dei Borgia a Roma, gli Ermetisti furono guidati da Ercole Massimo. Al suo comando, catturarono Leonardo da Vinci, un famoso erudito, per cercare di scoprire l'entrata nascosta per il Tempio di Pitagora.[2]

Poco dopo, di fronte a "La Volpe Addormentata", gli Ermetisti attaccarono due amici di Leonardo, Ezio Auditore, ed il suo assistente Salaì, anche se entrambi, erano in grado di difendersi da soli.[2]

Per cercare di ritardare la loro ricerca, Leonardo disse ad Ercole degli indizi nascosti nei suoi quadri, e quest'ultimo senza perder tempo inviò alcuni suoi discepoli alla ricerca dei dipinti perduti, in tutta Italia. Essi, non sapevano che i dipinti erano già stati intercettati e recuperati da Ezio.[2]

Nelle camere del Tempio di Pitagora, Ercole e tutti i suoi discepoli furono uccisi da Ezio, per cercare di non farsi portar via Leonardo.[2]

Epoca moderna

Simbolo Ermetista.png

La Rosa a Croce sulla bara di Woodman.

Alla fine del XIX Secolo, l'Ordine Ermetico fu rilanciato a Londra, in Inghilterra, sotto il nome di Alba Dorata. Fu co-fondata da William Robert Woodman, William Wynn Westcott, e Samuel Liddell Mathers.[1]

In epoca Vittoriana, le pratiche Ermetiche, sono state strettamente collegate all'occulto, e furono praticati molti riti e cerimonie. Tuttavia, queste pratiche di "magia nera", al tempo, erano disapprovate, e per questo, ad un certo punto, Westcott, dovette lasciare l'Ordine con la convinzione di esser rivelato.[1]

Con questa necessità di segretezza, molti membri dell'Ordine erano conosciuti con dei titoli, o soprannomi. Westcott era il Praemonstrator, Mathers era l'Evocatore dei Spiriti (e più avanti, l'Imperatore), ed infine Moina, moglie di Mathers, era la Veggente.[1]

Comando

I tre fondatori dell'Alba Dorata.png

I tre fondatori dell'Alba Dorata.

Mentre tutti e tre erano ancora vivi, Woodman, Westcott e Mathers, portarono l'Ordine Ermetico ad una "partnership perfetta", talmente perfetta che fu definita "Armonia". Tuttavia, l'avidità prese il sopravvento, e nel 1891, Westcott e Mathers, assassinarono Woodman nella sua serra.[1]

Inoltre, a seguito di una discussione sulla possibilità di pubblicare formule antiche del Libro di Abramo, Westcott pianificò un colpo di stato per estromettere Mathers dall'Ordine. Purtroppo nel 1896, Mathers era un passo avanti a lui, ed aveva un giovane Adepto che dimostrò la passione di Westcott per la magia nera, costringendolo ad uscire dall'Ordine.[1]

Successivamente, Mathers si trasferì a Parigi, e lasciò la sua "regina", Miss Farr, come suo rappresentante a Londra. Fu lì, a Parigi, che si innescò "l'inizio della fine per l'Ordine".[1]

Aleister Crowley, che si faceva chiamare la Bestia, era un'iniziato di Mathers, e un ambizioso membro dell'Ordine. In un primo momento, tentò di forzare se stesso nell'Ordine interno, aggredendo Miss Farr, e saltando sulla sua scrivania per gridare le sue richieste. Tuttavia, dopo aver fallito, partì anch'esso per Parigi, intento ad allearsi con Mathers. Quest'ultimo accettò, anche perchè aveva bisogno di aiuto.[1]

Nel 1899, a seguito di una rivolta nell'Ordine, Mathers fu costretto a dimettersi, e la Veggente, disse che l'Ordine non sarebbe durato. Però, anch'essa, continuò a dire che quella non era la fine, ma "un nuovo inizio".[1]

Leader segreti

"Poco si sa sui Leader segreti. Alcuni dicono siano gli dei, mentre altri sostengono siano semplicemente gli esseri umani. Alcuni dicono che neppure esistono"
―Frate V.O.V.
Membro dei Capi segreti.png

Un membro dei Leader segreti.

La fondazione dell'Alba Dorata era strettamente legata a un gruppo chiamato i "Capi Segreti", che era noto solo ai membri esperti dell'Ordine Interno, e che si diceva possedesse "terribili poteri soprannaturali."[1]

Poco prima del 1900, Mathers fu convocato da uno dei Capi Segreti, che incontrò in un vicolo buio di Parigi. Sebbene l'uomo indossava un mantello, si notava chiaramente un anello contrassegnato con la croce rossa dell'Ordine dei Templari.[1]

L'uomo cominciò a rimproverare Mathers, dicendo che la loro partnership era finita, e che egli aveva sottovalutato i loro avvertimenti. Osservò anche che la ricerca di Mathers era inutile, ma quest'ultimo supplicò di avere più tempo, dicendo che avrebbe progredito di più, se avesse ancora avuto il libro.[1]

Tuttavia, il Templare rimproverò l'affermazione, dicendogli che non aveva mai avuto il libro, e su Woodman, disse che la sua morte aveva corretto la colpa di Mathers.[1]

Curiosità

Un Ermetista Rinascimentale.
  • Il simbolo degli ermetisti è un "caduceo", un bastone corto con due serpenti intrecciati, e talvolta, circondato da ali. Nella mitologia greca, è stato ritenuto il personale bastone di Ermes, il messaggero degli dei.
  • Similmente ai Cento Occhi, in Assassin's Creed: Brotherhood, gli Ermetisti erano i possessori di vari oggetti di valore, necessari per le missioni secondarie.
  • Gli Ermetisti maneggiano pugnali e altre lame corte, e lottano molto similmente agli Agili.
  • Durante i ricordi, gli Ermetisti possono trovarsi in tutta Roma, attivamente in lotta contro le guardie dei Borgia.
    • Dopo che la sequenza viene completata, gli Ermetisti non appaiono più nel gioco.

Note

Inoltre su Fandom

Wiki a caso