Fandom

Assassin's Creed Wiki

Estrema unzione

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Brotherhood.png

Estrema unzione è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Poco dopo l'esecuzione di Giovanni, Federico e Petruccio Auditore da Firenze, Ezio Auditore da Firenze incontra Cristina Vespucci nel centro di Firenze. Lì, confessa alla ragazza il suo desiderio di donare ai parenti defunti una degna sepoltura. I due allora si dirigono verso Piazza della Signoria, intenti a deporre i corpi dalla forca, per poi seppellirli. Raggiunta la Piazza, Ezio e Cristina notano che i corpi sono già stati portati via. Così, dopo aver interrogato una guardia sul dove si trovassero, i due ragazzi si dirigono verso l'Arno, dove i copri sono stati portati per essere gettati via. Dopo aver caricato di nascosto i corpi su una barca, Ezio e Cristina donano ai corpi senza vita l'estrema unzione. Dopodiché, Ezio confessa alla ragazza di volere fuggire dalla città, e che avrebbe voluto che lei lo accompagnasse. Al rifiuto di Cristina, impossibilitata a partire, Ezio le regala un ciondolo, in modo che non si dimentichi di lui.

Dialoghi

Ezio Auditore da Firenze incontra Cristina Vespucci dopo l'esecuzione di Giovanni, Federico e Petruccio Auditore.

  • Ezio: Grazie di essere qui.
  • Cristina: Di nulla, di nulla. Dimmi, che cosa posso fare?
  • Ezio: I corpi dei miei familiari... Non posso lasciarli lì a pendere dalle forche. Devo compiere per loro gli estremi riti. Accompagnarli nell'ultimo viaggio...
  • Cristina: Capisco. Fa' strada, Ezio.

Ezio e Cristina si dirigono verso Piazza della Signoria, dove vedono il patibolo su cui è stata eseguita la condanna vuoto.

  • Ezio: Li hanno già tirati giù!
  • Cristina: Che cosa vuoi fare?

Ezio nota una guardia nei pressi del patibolo.

  • Ezio: Tu nasconditi. Io faccio due chiacchere con quella guardia.

Cristina si nasconde, mentre Ezio ingaggia un combattimento a mani nude con la guardia. Dopo aver sconfitto il soldato, Ezio procede ad interrogarlo.

Estrema unzione 4.png

Ezio chiede ad una guardia dove si trovano i corpi dei suoi familiari.

  • Ezio: Dove sono i corpi che erano appesi qui?!
  • Guardia: Li hanno già portati via!
  • Ezio: Dove? Adesso dove sono?!
  • Guardia: Non lo so! Credo li stessero portando giù al fiume per buttarceli.
  • Ezio: No..

Ezio lascia la guardia e si riunisce a Cristina.

  • Ezio: Cristina! Vieni con me!

Ezio e Cristina raggiungono il luogo dove i corpi di Giovani, Federico e Petruccio, controllati da alcune guardie, sono stati portati per essere gettati nell'Arno.

  • Cristina: Che cosa vuoi fare?
  • Ezio: L'unica cosa possibile. Ucciderli.
  • Cristina: No! Non farlo. Non hanno fatto nulla di male.
  • Ezio: Ubbidiscono senza discutere. E questo li rende-
  • Cristina: (Interrompendo Ezio) Ezio!
  • Ezio: E va bene. Gli sgattaiolerò alle spalle. Prendo i miei familiari, uno alla volta se necessario, e li carico su una barca.
  • Cristina: Sta' attento.

Cristina si nasconde, mentre Ezio furtivamente prende, uno alla volta, i corpi dei suoi familiari e li carica su una barca attraccata ad un molo presente lì vicino.
Dopo aver donato l'estrema unzione ai suoi familiari, Ezio incontra Cristina.

Estrema unzione 9.png

Ezio regala il proprio ciondolo a Cristina.

  • Ezio: Devo lasciare la città... Cristina, voglio che tu venga con me.
  • Cristina: Vorrei... Ma non posso... La mia famiglia...

Ezio dona il suo ciondolo a Cristina.

  • Ezio: Così saremo sempre insieme, Cristina.
  • Cristina: Oh, Ezio...

I due si scambiano un bacio. Dopodiché, Ezio lascia sola la ragazza.

Risultato

Ezio dà ai suoi familiari una degna sepoltura, dopodiché, prima di lasciare la città, regala a Cristina un ciondolo in modo che non si dimentichi di lui.

Curiosità

  • L'ufficio di Giovanni a Palazzo Auditore e la bottega di Leonardo sono accessibili durante questo ricordo.
  • Questo è l'unico ricordo di Assassin's Creed: Brotherhood in cui è possibile girare liberamente per Firenze tutto il tempo che si desidera.
  • Se Ezio viene scoperto a derubare la gente, Cristina lo aiuterà come fanno i ladri o le cortigiane.
  • Se uno dei corpi di Giovanni, Federico o Petruccio cade in acqua, si viene desincronizzati.
  • Ezio può saccheggiare i corpi dei suoi tre famigliari, sebbene non trovi niente.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso