Fandom

Assassin's Creed Wiki

Firenze

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC2.pngEraicon - Brotherhood.pngEraicon - Revelations.pngEraicon - Rinascimento.pngEraicon - Revelations romanzo.pngEraicon - Lineage.pngEraicon - Embers.png

Firenze è una città italiana. Capoluogo dell'omonima provincia e della regione Toscana, fu a lungo capitale della Repubblica fiorentina e successivamente del Granducato di Toscana. A partire del XV secolo venne governata dalla famiglia Medici.

Storia

Firenze fu fondata in epoca romana, durante l'anno 60 a.C., circa 1400 anni prima che diventasse una delle città chiave in Italia. Culla del Rinascimento, la città governata dai Medici, fu il fulcro dell'arte e della scienza. Oltre ad essere il luogo di nascita del moderno sistema bancario, la città ospitò alcune delle importanti figure più l'Italia, tra cui Leonardo da Vinci, Botticelli, Michelangelo, Niccolò Machiavelli, e gli Auditore. Dopo l'anno 1291, l'Assassino Domenico Auditore e suo figlio, vennero a vivere a Firenze, adottando il nome di Auditore e diventando parte della nobiltà fiorentina. La città fiorì sotto il comando di Lorenzo de' Medici, e durante questo periodo, grandi artisti, filosofi e altri, contribuirono allo sviluppo della città. Vari meraviglie architettoniche si trovavano tra le strade di Firenze, come Santa Maria Novella, Piazza della Signoria, il Duomo e il Ponte Vecchio. La bellezza di Firenze non era però immune ai problemi del tempo, e come le altre città, aveva dei nemici. Una delle più importanti difese dei Medici era l'Assassino Giovanni Auditore da Firenze, che lavorò per Lorenzo come spia e banchiere fino al 1476.

Tuttavia, la presenza dell'Assassino a Firenze si rivelò un problema per i Templari, che tentarono di ottenere il controllo della città, organizzando l'esecuzione di Giovanni assieme a 2 dei 4 figli: Federico e Petruccio. Alla morte di Giovanni, Rodrigo Borgia e la famiglia Pazzi iniziarono i piani per assumere il controllo della città. Nel 1478, i Pazzi attaccarono Lorenzo ed il fratello Giuliano de' Medici durante la Messa della Domenica, uccidendo Giuliano e ferendo Lorenzo, che fu salvato da Ezio Auditore, ultimo dei figli di Giovanni sopravvissuti. Lorenzo ordinò la morte dei congiurati dei Pazzi, e la città rimase nelle mani dei Medici.

La morte improvvisa di Lorenzo de' Medici rattristò la città, tanto che tutti i fiorentini presenziarono al suo funerale, compreso Girolamo Savonarola, un frate domenicano, che, utilizzando la Mela dell'Eden ottenne il controllo sul popolo. Savonarola, in disaccordo con le ricchezze del Rinascimento, predicò un ritorno allo stile di vita medievale e dal 1494, anno in cui aveva assunto il controllo completo della città, fece bruciare nei Falò delle Vanità tutto ciò che era di lusso. Tutto ciò fino al 1498, quando Ezio Auditore tornò in città per uccidere Savonarola. Morto il folle frate, la città tornò sotto il controllo dei Medici.

Voce Database

Firenze di notte.jpg

Firenze di notte.

Fondata da Giulio Cesare nel 59 a.C., Florentia, come venne chiamata dai romani, divenne rapidamente un importante centro di commerci.

Dopo il sacco di Roma del V secolo, fu occupata dagli Ostrogoti. Durante la loro dominazione la città era costantemente soggetta agli attacchi dei Bizantini, che ne ridussero gli abitanti a meno di mille. Nel 570 la città passò in mano ai Longobardi, il che pose fine agli assalti bizantini

La Firenze del Trecento arrivò a contare 80.000 abitanti nel XIV secolo, dei quali 25.000 lavoravano nell'industria della lana. Nel 1378 i tumulti dei cardatori della lana, detti "Ciompi", si estese a tal punto che la classe più umile si trovò a governare la città. Questa democrazia radicale e progressista durò meno di sei mesi, al termine dei quali le classi superiori tornarono a impossessarsi del potere; ma la rivolta terrorizzò i ricchi a tal punto che un secolo dopo ancora se ne parlava a bassa voce, un po' come si fa oggi col movimento hippy degli anni Sessanta.

Di fatto fu la famiglia Albizzi a governare dopo la rivolta. Preoccupati dall'ascesa della famiglia Medici, banchieri delle recenti fortune che andavano aumentando la propria influenza a Firenze, Maso e Rinaldo Albizzi imprigionarono Cosimo de' Medici e lo esiliarono nel 1433. ma grazie a potenti amicizie Cosimo fu richiamato a Firenze e, salito al potere nel 1434, esiliò l'intera famiglia Albizzi, con l'eccezione di Luca, che gli era stato fedele. Luca Albizzi si unì alla nuova signoria, in qualità di Gonfaloniere, subentrando nel 1442 a Ilario Auditore, vecchio amico di Cosimo.

Sotto il governo dei Medici, che fecero erigere grandiosi edifici pubblici nel centro della città e finanziarono artisti del calibro di Michelangelo, Leonardo e Botticelli, Firenze divenne il cuore pulsante del Rinascimento.

Luoghi d'interesse

Santa Maria del Fiore

Per approfondire vedi: Santa Maria del Fiore

La costruzione della Basilica di Santa Maria del Fiore, nota anche come il Duomo, iniziò nel 1296 in stile gotico, su progetto di Arnolfo di Cambio. È stata completata nel 1436 con la cupola progettata da Filippo Brunelleschi. La torre adiacente è scalabile ed un punto di vista è situato sulla cima di essa. Inoltre, all'interno era contenuta la tomba dell'Assassina Iltani. Per raggiungerla, Ezio è salito attraverso le impalcature all'interno della chiesa, fino alla Lanterna in alto.

Santa Maria Novella

Per approfondire vedi: Santa Maria Novella

Santa Maria Novella è una chiesa a Firenze, situata di fronte alla stazione ferroviaria che condivide il suo nome. Cronologicamente, è la prima grande basilica in Firenze, ed è la chiesa domenicana principale della città. La chiesa, assieme al chiostro adiacente e la sala capitolare, contiene un archivio di tesori d'arte e monumenti funerari. Particolarmente famosi sono gli affreschi gotico-rinascimentali. Essi sono stati finanziati grazie alla generosità delle più importanti famiglie fiorentine, che si assicurarono la tomba in una terra consacrata. Nelle catacombe della basilica, che servirono come luogo di ritrovo dei Templari, vi era nascosta la tomba dell'Assassino Darius.

Bersagli

Oltrarno

Il quartiere a sud di Firenze non è raggiungibile al giocatore nel gioco principale, ed il tentativo di attraversare il Ponte Vecchio farà desincronizzare Desmond. Sebbene non sia possibile raggiungerlo, i manifesti appariranno anche lì quando si è famigerati, e sarà visibile da alcuni punti d'osservazione. Il quartiere Oltrarno è visitabile solo acquistando il DLC Il Falò delle Vanità, insieme all'abilità del salto in volata, utilizzabile solo qui.

Curiosità

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso