Fandom

Assassin's Creed Wiki

Galina Voronina

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Assassini.pngEraicon - Syndicate.pngEraicon - Initiates.png


ACS DB Galina Voronina.jpg

Galina Voronina è un'Assassina del ramo russo dell'Ordine di stanza a bordo della Altair II dal marzo 2014.

Biografia

Galina e la sua gemella nacquero e crebbero in una Città delle Scienze Assassina a Protvino nel 1983, figlie di una scienziata che aveva costruito un proprio Animus.

Durante una sessione nel dicembre 2012, uno sbalzo di tensione fece vedere alla donna una visione di "Eva": in realtà la donna aveva visto Giunone, appena liberata dal Grande Tempio. Considerandolo un successo e desiderando salvare i resti della confraternita russa, la donna obbligò tutti i membri della sua cellula ad usare il macchinario, facendoli impazzire. Nel giugno 2013, Galina e sua sorella erano probabilmente ormai le uniche a non essere impazzite.

Galina apprese inoltre dalla sorella, che aveva letto il diario della loro madre, che un Assassino di alto rango nel 1977 aveva concordato come punto di incontro con gli Assassini russi il ponte delle zoo di Mosca durante le notti di luna piena. Desiderando aiuto, Galina cominciò a recarvisi.

Nei mesi seguenti, Galina fu l'unica a non impazzire durante le sessioni nell'Animus, imparando a combattere con la Lama Celata rivivendo le vite dei propri antenati.

Alle 21:06 del 16 marzo, una notte di luna piena, incontrò a Mosca tre Assassini: Gavin Banks, Emmanuel Barraza e Emmett Leary, che vi erano giunti grazie ad un indizio sul diario di William Miles. Galina chiese loro di aiutarla uccidendo la madre.

Due giorni dopo, mentre si trovava in un albergo, Galina discusse con i tre Assassini: ignorò Emmett quando questi cercò di spiegargli che l'Animus non poteva essere usato per comunicare e che quindi la madre non poteva parlare con Eva. Gavin accettò di aiutarla, ma decise di provare a parlare con gli Assassini russi piuttosto che affrontarli.

Nel pomeriggio del 20 marzo, Galina e i tre Assassini giunsero al laboratorio di Protvino. Galina rifiutò una pistola che le veniva offerta e, coperta dai tre uomini, finì praticamente da sola tutti gli Assassini impazziti con le sue Lame Celate, compresa la sua gemella, senza battere ciglio. Raggiunse poi la madre, stesa sull'Animus, e la uccise piantandole la lama nel cervello.

Gavin convinse poi Galina a unirsi agli Assassini sulla Altair II mentre lui si occupava di far rinascere la confraternita russa grazie ai suoi contatti. I quattro Assassini si recarono poi a San Pietroburgo, dove salirono sulla nave il 26 marzo.

Il 1 maggio, il team di Gavin giunse nel nascondiglio di William Miles in Norvegia. Quando Rebecca Crane scoprì la presenza scoprì la presenza di una spia degli "Iniziati" a bordo, William decise di confinare a bordo l'equipaggio sino a quando non avessero scoperto la spia, con l'eccezione di Galina che era salita a bordo solo recentemente.

Il 23 maggio, dopo aver scoperto che i messaggi erano stati caricati da Stephanie Chiu, William ordinò a Galina di ucciderla. Si trattava soltanto, in realtà, di un modo di smascherare il suo complice, Eric Cooper, perché William non desiderava, né aveva i mezzi, per uccidere gli Iniziati.

Galleria

Fonti

Inoltre su Fandom

Wiki a caso