Fandom

Assassin's Creed Wiki

Gloria

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC1.png

Gloria è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Altaïr Ibn-La'Ahad, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Altaïr Ibn-La'Ahad si ritira nella fortezza con i suoi compagni Assassini. All'interno, Rauf lo informa che Rashid ad-Din Sinan ha un altro compito da fargli svolgere e, senza entrare nei dettagli, invita Altaïr a seguirlo. I due si dirigono verso la torre di guardia adiacente al cancello principale, nei cui pressi Roberto di Sable era appena arrivato con le sue truppe, chiedendo a gran voce la restituzione del tesoro Templare.

Dialoghi

Rauf chiama Altaïr, appena rientrato nella fortezza.

  • Rauf: Vieni, Altaïr. Al Mualim non ha ancora finito con noi.
  • Altaïr: Dove stiamo andando?
  • Rauf: (Indicando la torre di guardia) Lassù. Abbiamo una sorpresa per i nostri ospiti. Fai esattamente come me,. Vedrai che presto capirai tutto.

Altaïr segue Rauf in cima ad una torre di guardia che domina il territorio circostante dalle mura e dai cancelli della fortezza.

  • Rauf: (Indicando una piattaforma esterna alla torre) Vai su quella piattaforma, Altaïr.

Altaïr sale sulla piattaforma come detto da Rauf, e vede Roberto di Sable e le sue truppe riunite davanti al cancello della fortezza.
Roberto si rivolge ad Al Mualim, che gli risponde dall'alto delle mura.

Gloria 8.png

Roberto di Sable con le sue truppe.

  • Roberto: Mangiatori d'erbe! Pagani! Rendetemi ciò che mi avete rubato!
  • Al Mualim: Non ne avete diritto, Roberto! Ritiratevi, prima che sia costretto ad assottigliare i vostri ranghi!
  • Roberto: È un gioco pericoloso, il vostro!
  • Al Mualim: Vi assicuro, che non è un gioco!
  • Roberto: Ebbene sia!
    (Ai suoi uomini) Portate l'ostaggio!

Un Templare avvicina un Assassino catturato, che uccide trafiggendolo con la spada.

  • Roberto: Il villaggio è in rovina e le vostre scorte non sono infinite! Quanto impiegherà la vostra fortezza a cadere? Che faranno i vostri uomini quando i pozzi saranno secchi e il cibo esaurito?
  • Al Mualim: I miei uomini non temono la morte! L'accolgono con gioia! Con le ricompense che reca!
  • Roberto: Bene! Allora li accontenteremo!

Nel frattempo, Rauf dà altre istruzioni ad Altaïr, aspettando un segnale da parte di Al Mualim.

  • Rauf: Seguimi. E senza alcuna esitazione.

Al Mualim dà il segnale agli Assassini sulla torre.

  • Al Mualim: (Ai tre Assasini sulle piattaforme) Mostrate a quello stolto che significa non avere paura! Andate con Dio!
Gloria 2.png

Altaïr, Rauf ed un terzo Assassino eseguono il salto della fede.

Altaïr, Rauf ed un terzo Assassino, effettuano un salto della fede dalle piattaforme, cadendo in pagliai ai piedi della fortezza, senza riportare danni. Tuttavia, il terzo Assassino cade in malo modo, facendosi male ad una gamba.

  • Assassino: (Urla di dolore) La gamba! (Urla di dolore) La mia gamba!
  • Rauf: (All'Assassino) Zitto! Altrimenti i Templari ci sentiranno!
    (Ad Altaïr) Io resto qui ad aiutarlo. Devi procedere senza di noi. Quelle funi, ti porteranno ad una trappola. Vai a farla scattare. Fai piovere la morte sul nemico!

Altaïr si dirige verso la torre che domina i Templari dall'alto, su cui è posizionata la trappola.
Arrivato in cima alla torre, distrugge con la spada delle sbarre che sorreggono pesanti tronchi, che cadono a cascata sulle truppe Templari. Distrutto gran parte dell'esercito, Roberto viene cacciato dal villaggio.
Poco dopo, Altaïr torna dal Maestro.

  • Al Mualim: Sei stato bravo a respingere Roberto da qui. Le sue forze sono in rotta. Passerà molto tempo prima che torni ad infastidirci. Dimmi, sai perché hai avuto successo quest'oggi? Hai ascoltato! Se avessi fatto altrettanto al tempio di Salomone, Altaïr, tutto questo si sarebbe potuto evitare.
  • Altaïr: Ma ho fatto come richiesto.
  • Al Mualim: No! Hai fatto come ti pareva! Malik mi ha detto dell'arroganza che hai dimostrato, del tuo disprezzo per i nostri principi!

Due Assassini afferrano Altaïr per le braccia, trattenendolo.

  • Altaïr: Che state facendo?!
  • Al Mualim: Esistono regole. Non siamo niente se non obbediamo al Credo dell'Assassino.: tre semplici dogmi, che tu sembri avere scordato. Te li rammenterò. Primo e più importante: trattieni la lama-
  • Altaïr: (Interropendo Al Mualim) - dalla carne degli innocenti. Lo so.

Al Mualim colpisce Altaïr al volto con uno schiaffo.

Gloria 7.png

Al Mualim rimprovera Altaïr.

  • Al Mualim: E trattieni la lingua, finché non ti do licenza di usarla! Se conosci così bene questo principio, perché dunque hai ucciso quel vecchio nel tempio? Era innocente! Non c'era bisogno che morisse. La tua insolenza non conosce limiti. Rendi il tuo cuore umile, ragazzo, o giuro che te lo strappo dal petto con le mie stesse mani!
    Il secondo principio è quello che ci dà forza: nasconditi alla vista. Confonditi con la gente così da diventare un tutt'uno con la folla. Te ne ricordi? Perché da quanto ho saputo, hai scelto di esporti, attirando l'attenzione prima di colpire!
    Terzo e ultimo principio, il peggiore dei tuoi tradimenti: mai compromettere la Confraternita. Il senso dovrebbe essere ovvio. Le tue azioni non devono mai esporci a pericoli, diretti o indiretti! La tua condotta egoistica a Gerusalemme ha messo tutti noi a repentaglio! Ancor peggio, hai condotto qui il nemico! Ogni uomo che abbiamo perso quest'oggi è caduto a causa tua!

Al Mualim estrae un pugnale.

  • Al Mualim: Mi dispiace, davvero. Ma non posso tollerare il tradimento.
  • Altaïr: Non sono un traditore!
  • Al Mualim: Le tue azioni parlano altrimenti. Perciò non mi lasci altra scelta. La pace sia con te, Altaïr.

Al Mualim pugnala Altaïr all'addome.

  • Altaïr: (Urla di dolore)

Risultato

I Templari vengono cacciati da Masyaf grazie ad Altaïr. Tuttavia, Al Mualim non gli perdona i suoi errori.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso