Fandom

Assassin's Creed Wiki

Il banchetto del principe

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Revelations.png

Il banchetto del principe è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Ezio Auditore da Firenze incontra Yusuf Tazim e altri Assassini all'ippodromo, intenti a preparare un piano per difendere la famiglia del Sultano durante un esposizione culturale che si terrà quella sera al Palazzo Topkapı: credono, infatti, che i Templari vogliano uccidere il Principe Solimano I, nipote del Sultano. Ezio, Yusuf e gli altri Assassini si recano al Palazzo e, dopo aver stordito e rubato dei vestiti a dei menestrelli italiani, entrano all'interno del cortile di questo al loro posto. Lì, Ezio, grazie all'aiuto del suo sviluppato Senso dell'Aquila, individua i sicari Templari prima che colpiscano e lascia il compito di eliminarli a Yusuf ed agli altri Assassini, salvando così il Principe Solimano.

Dialoghi

Ezio Auditore da Firenze incontra, presso l'Ippodromo romano di Costantinopoli, Yusuf Tazim con alcuni Assassini Ottomani.

Il Banchetto Del Principe 2.png

Ezio parla con Yusuf.

  • Yusuf: Una piacevole sorpresa, Ezio. Avremmo da raccontarcela se domani a quest'ora non sarò morto.
  • Ezio: C'è questa possibilità?
  • Yusuf: Abbiamo saputo che i Bizantini intendono penetrare nel Palazzo Topkapi adesso che il principe Solimano è tornato dal suo pellegrinaggio. Se colpiranno, lo faranno stasera, alla mostra cullturale organizzata dal principe.
  • Ezio: Qual'è il nostro piano?
  • Yusuf: Fratello, questa non è la tua lotta. Non c'è bisogno che ti immischi negli affari degli Ottomani.
  • Ezio: I Bizantini hanno trovato una chiave sotto il Palazzo, e vorrei saperne di più.
  • Yusuf: Ezio, a noi interessa proteggere il nostro principe, non interrogarlo.
  • Ezio: Fidati, Yusuf. Dimmi solo dove andare.
  • Yusuf: All'ingresso del Topkapi. L'idea è quella di travestirci da musici ed entrare a Palazzo.
  • Ezio: Troverò un travestimento e vi raggiungerò lì.

Ezio, Yusuf e gli altri Assassini si radunano dove dei menestrelli italiani si preparano prima di entrare al Palazzo Topkapi, presso l'ingresso principale.

  • Ezio: Menestrelli dall'Italia. Credo proprio che mi divertirò.

Gli Assassini, dopo aver stordito i musici e avergli rubato gli abiti, si travestono da menestrelli in modo da poter entrare a Palazzo indisturbati.

Il Banchetto Del Principe 7.png

Ezio prova il liuto dopo che lui e gli altri Assassini si sono travestiti.

  • Yusuf: (Risata) Ho un' aria ridicola. Mi sento ridicolo.
  • Ezio: La mia lama è troppo appariscente vestito così. Tu sei armato?
  • Yusuf: Nessun problema. Tu indica i bersagli, e noi li faremo fuori.

Ezio raccoglie da terra uno liuto appartenente a uno dei menestrelli storditi.

  • Yusuf: Sai suonare quell'affare?
  • Ezio: Ho imparato qualche accordo, quando ero giovane.
  • Yusuf: Quando mai sei stato giovane?

Ezio e gli altri Assassini si dirigono verso il cortile interno el Palazzo dove si tiene la mostra culturale organizzata dal Principe, ma vengono bloccati dalle guardie che ne proteggono l'ingresso.

  • Guardia: La corte è chiusa al pubblico. Voltatevi e iniziate a camminare.
  • Ezio: Perdonate, buon signore. Facciamo parte dello spettacolo di stasera.
  • Guardia: Qualunque vecchio pazzo può andare in giro con uno strumento. Fila via.

Ezio, allora, per convincere le guardie a far entrare lui e gli altri Assassini, comincia a suonare il liuto e a intonare una canzone.

  • Guardia: Sembra un gatto strangolato.
    (Risata) Che roba è?
    Che strazio!
    (Risata) Ma che cosa fai?
    Va bene. Entra e ammorba gli ospiti con quel rumore.
Il Banchetto Del Principe 14.png

Ezio distrae gli ospiti mentre un Assassino uccide un bersaglio.

Una volta entrati a Palazzo, Ezio individua, utilizzando il suo sviluppato Senso dell'Aquila, i Bizantini che vogliono uccidere il Principe Solimano, lasciando a Yusuf e ai suoi adepti Assassini il compito di eliminarli, mentre lui distrae gli altri ospiti da questi omicidi suonando il liuto e cantando.
Dopo aver eliminato i primi due sicari Bizantini, Ezio e Yusuf si incontrano presso l'ingresso del secondo cortile interno del Palazzo.

  • Ezio: In questa corte non c'è nessuno.
  • Yusuf: Ma non vedo il Principe Solimano. Seguimi.

Ezio e Yusuf entrano nel secondo cortile interno.

  • Yusuf: Questa si che è una festa.
    (Yusuf indica ad Ezio il Principe Solimano) Solimano, nipote del Sultano e governatore di Kaffa. E ha solo diciassette anni.
  • Ezio: Ci siamo già conosciuti. Mi ha detto di essere uno studente.
    (Ezio indica un uomo vicino al Principe Solimano) E quello chi è?
  • Yusuf: Suo zio, il Principe Ahmet. Il figlio prediletto del Sultano. È destinato a prendere il suo posto alla guida del Sultanato.
  • Ahmet: Alla vita! Alla salute!
  • Yusuf: Vieni, abbiamo altri Bizantini da trovare.

Ezio, Yusuf e gli Assassini con loro individuano ed eliminano altri sicari Bizantini rima che questi possano fare del male al Principe Solimano, fino a che una guardia del Palazzo non scopre il corpo di un Bizantino morto.

  • Guardia: Assassino, assassino!
    Sgombrate la corte!
    Principe Solimano, riparatevi.
    Inseguiteli!

Le guardie del Principe, confuse e credendo ostili Ezio e gli Assassini, ingaggiano una battaglia con loro. Nel frattempo, però, l'ultimo sicario Bizantino rimasto in vita, si fa strada nel combattimento verso il Principe Solimano, con l'intenzione di ucciderlo. Yusuf, però, lo nota e chiede ad Ezio di andare a proteggere Solimano.

  • Yusuf: Ezio!

Ezio, così, dopo aver rotto il liuto che aveva tra le braccia, elimina l'ultimo Bizantino utilizando il suo manico come se fosse un pugnale.

Il Banchetto Del Principe 17.png

Solimano ringrazia Ezio del salvataggio.

  • Solimano: È un sollievo rivedervi, mio caro menestrello. L'ho detto bene?
  • Ezio: Abbastanza. Ho saputo che siete anche governatore. C'è qualcosa che non fate?
  • Solimano: Non parlo agli estranei. Mi chiamo Solimano.
  • Ezio: Ezio Auditore.

Arriva un Giannizzero.

  • Guardia: Principe, siete ferito?
  • Solimano: Chi è il tuo capitano, soldato?
  • Guardia: Tarik Barleti. È via per motivi di servizio.
  • Solimano: Rimuovete il cadavere e congedate gli ospiti. Poi convocate Tarik al Divano.
  • Guardia: Sì, mio Principe.

Congedato il Giannizzero, Solimano si rivolge nuovamente ad Ezio.

  • Solimano: Tarik Barleti è il capitano del corpo dei Giannizzeri, la guardia scelta del Sultano.
  • Ezio: Proteggono il Sultano, ma non la sua famiglia?
  • Solimano: Non molto bene, pare. Ezio, avete del tempo libero? Vorrei la vostra opinione su qualcosa.
  • Ezio: Certo. Appena mi sarò tolto questi stracci.

Ezio, con gesto della mano, congeda Yusuf e i suoi Assassini.

  • Solimano: Bene. Venite da me appena pronto.

Solimano congeda Ezio, che va a cambiarsi d'abito.

Risultato

Ezio salva la vita al Principe Solimano e ne diventa amico.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso