Fandom

Assassin's Creed Wiki

Il confronto

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Unity.png

Il confronto è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Arno Dorian, rivissuta da un Iniziato nel 2014 attraverso il sistema Helix dell'Animus.

Descrizione

Arno Dorian e Élise de la Serre raggiungono il luogo indicato sul recapito dello speziale. Arno segue una traccia di veleno fino in cima alla Sainte-Chapelle, sulla quale trova Pierre Bellec pronto a sfidarlo.

Dialoghi

Arno ed Élise arrivano davanti ad un pozzo.

  • Élise: Bel posto. Cosa speri di trovare qui?
  • Arno: È qui che lo speziale ha consegnato il veleno. Spero di trovare una traccia e di seguirla fino in fondo.
  • Élise: Trovare una traccia? Sei un segugio, ora?
  • Arno: Qualcosa del genere.

Arno usa l'occhio dell'aquila e individua una traccia che inizia a seguire.

  • Élise: Io ti seguo.

Le tracce lo conducono alla Sainte-Chapelle.

  • Arno: La traccia termina qui.
  • Élise: Sei sicuro?
  • Arno: Certo.

Élise tenta di fare un passo avanti ma Arno la blocca.

  • Arno: No. Aspetta qui.

Arno tenta di superarla ma la ragazza lo ferma a sua volta.

  • Élise: Vuoi scherzare? Non ti lascio andare da solo.

Arno si volta verso Élise.

  • Arno: Élise. Devo farlo da solo. Ti prego.

La ragazza abbassa lo sguardo.

  • Élise: Ti capisco.

Arno tenta di andarsene.

  • Élise: Ma devi tornare da me.

Arno annuisce, e si incammina verso le mura della chiesa.

  • Élise: Vai.

Arno si arrampica in cima alla Sainte-Chapelle; ad un certo punto vede Bellec che lo sta aspettando sui matronei esterni.

  • Bellec: Ci hai messo un po', idiota.
  • Arno: Bellec?!
  • Bellec: Avrei dovuto saperlo che mi avresti trovato. Mi chiedo soltanto cosa farai ora.
  • Arno: Hai ucciso Mirabeau!

Il traditore si volta bruscamente.

  • Bellec: Ci avvelenava! La pace con i Templari è un'illusione!
  • Arno: E tu sei l'unico che può "salvare la Confraternita"?
  • Bellec: Credi che questa sia la prima volta? Che gli Assassini sono costretti a liberarsi dei loro vertici? La prima volta che la Confraternita si rialza e torna al potere dal niente? No. Masyaf, Monteriggioni, le colonie americane... la storia si ripete, ma noi risorgiamo sempre, più forti che mai. Ma ora... abbiamo perso la via, Arno. Pensiamo solo alla politica e alla rivoluzione. Ma non siamo uno stato, siamo un esercito. E nell'esercito che tratta col nemico è solo un traditore. Comunque, non solo il solo a poter salvare la Confraternita. Noi possiamo. Insieme.
  • Arno: Bellec... lo sai che non posso.

Bellec annuisce.

  • Bellec: Peccato.

Bellec sfodera la lama celata e attacca Arno, che lo blocca per un soffio e lo respinge.

  • Arno: Bellec, ti prego! Torna al Consiglio con me, con un po' di ragione possiamo risolvere tutto!
  • Bellec: La ragione non serve contro i Templari, amico.

Arno riesce a ferire Bellec, ma non appena tenta di dargli il colpo di grazia il suo avversario si rialza e lo blocca.

  • Bellec: Ehi! Tu sei proprio un testone di merda, eh?
  • Arno: Così pare.

Arno vince il testa a testa e spedisce Bellec dentro una torretta. Questi però reagisce respingendo l'assalto del ragazzo e riportando lo scontro all'esterno.

  • Bellec: Traditore! Bastardo! Sei lento.. Ti credevo meglio di così.

I due ricominciano un testa a testa sul bordo di un matroneo.

  • Bellec: Avevo grandi speranze per te. Credevo pensassi con la tua testa.
  • Arno: È così, Bellec! Ma non la penso come te.

A seguito ad una colluttazione, i due precipitano di sotto. Bellec si rialza.

  • Bellec: Apri gli occhi, amico!

Arno si rimette in piedi a sua volta e riprende la posizione di combattimento.

  • Bellec: Ho visto Templari sterminare interi villaggi per il gusto di uccidere un Assassino! Dimmi, nella tua esperienza... che cosa hai visto?
  • Arno: Ho visto il Gran Maestro dei Templari adottare un orfano e crescerlo come fosse suo figlio!

Dopo un ennesimo testa a testa che vede Arno come vincitore, i due Assassini si lanciano oltre il rosone e finiscono dentro la cappella.
Giunge Élise preoccupata.

  • Élise: Arno!

Arno si rialza tempestivamente.

  • Arno: Sto bene, resta lì.

Bellec intanto si dilegua e prepara un attacco a sorpresa; mentre pianifica si mette a parlare con Arno.

  • Bellec: Dovevo lasciarti marcire alla Bastiglia! Dimmi, hai mai seguito il Credo? O sei stato un lacchè dei Templari fin dall'inizio?
  • Arno: Non deve finire per forza così, Bellec!
  • Bellec: Sei tu quello che l'ha voluto. Se avessi un po' di sale in zucca, potremmo portare la Confraternita a vette mai raggiunte in duecento anni!
  • Arno: Già, e secondo te uccidere tutti quelli che dissentono sarebbe un buon modo per tornare all'apice?

Élise vede Bellec lanciarsi su Arno con un assassinio in volo.

  • Élise: Attento!

Arno evita l'attacco e i due avversari si rialzano.

  • Bellec: Bene. Ora ho capito tutto. Non è stato Mirabeau a traviarti, ma lei. Lei è il pezzo mancante di questo delirio.
  • Arno: Bellec...

Bellec punta la pistola contro Arno.

  • Bellec: Un giorno mi ringrazierai per questo.

Bellec punta la pistola su Élise, che retrocede. Prontamente Arno disarma il suo avversario con la lama fantasma. I due riprendono lo scontro.

  • Bellec: Ormai sei finito, idiota!
    Dovevi darmi retta, amico. Facciamola finita.

Dopo un arduo scontro Arno riesce a sconfiggere Bellec, che si inginocchia esanime.

  • Bellec: Fallo. Se hai un briciolo di determinazione e se non sei solo un ragazzino innamorato, devi uccidermi. Perché non mi fermerò. La ucciderò. Per salvare la Confraternita, brucerei Parigi.

Arno affonda la lama nel cuore di Bellec, accedendo ai suoi ricordi. In uno di questi, vede Bellec salvare suo padre da un Templare.

  • Charles: Grazie, amico.
  • Bellec: Sarà meglio che torni dal tuo ragazzo tutto intero, idiota.

Bellec consegna l'orologio a Charles, che aveva perduto.

  • Bellec: Hai perso questo.

Arno salta ad un altro ricordo di Bellec: vede il suo maestro alla Bastiglia mentre esamina l'orologio del padre che gli aveva rubato mentre dormiva.

  • Bellec: Beh, che Dio mi fulmini!

Il giovane Dorian accede ad un ultimo ricordo.

  • Bellec: Vuoi davvero andare fino in fondo?
  • Mirabeau: Il tuo protégé la difende. Non ti fidi di lui?
  • Bellec: Certo, è di lei che non mi fido. Riuscirò mai a convincerti?
  • Mirabeau: Temo di no.

Bellec avvelena la coppa di Mirabeau.

  • Bellec: Lo immaginavo.

Bellec porge al Mentore il suo calice.

  • Bellec: Salute!
  • Mirabeau: Salute!

Mirbeau beve.

  • Bellec: Riposa in pace.

La visione termina e Arno porge l'estrema unzione al suo maestro caduto.

  • Arno: Riposa in pace.

Con Élise lascia la Sainte-Chapelle.

Risultato

Arno trova e uccide il traditore Pierre Bellec, suo amico e maestro.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso