Fandom

Assassin's Creed Wiki

Il re è morto

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Unity.png

Il re è morto è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Arno Dorian, rivissuta da un Iniziato nel 2014 attraverso il sistema Helix dell'Animus.

Descrizione

Arno ricorre ad una rivolta dei mendicanti per infiltrarsi nel luogo dove è nascosto il Roi des Thunes.

Dialoghi

Arno sale in cima alla vecchia chiesa e da lì inizia a rilevare delle opportunità da usare a suo vantaggio.
Osserva un gruppo di guardie allontanare un gruppo di mendicanti.

  • Guardia 1: Sparite voi altri.

Poi scorge dei camini, dove un gruppo di mendicanti si riscalda le mani.
Così scenda dal suo punto di osservazione ed inizia a sfruttare le possibilità adocchiate. Intanto origlia una conversazione tra due guardie.

  • Guardia 2: Leva il freddo dalle ossa, questo.
  • Guardia 3: Come mai sono così caldi?
  • Guardia 2: L'aria proviene dalle catacombe.
  • Guardia 3: Uhm. E a cosa gli servono?
  • Guardia 2: Senza cammini quel posto si riempirebbe di fumo.
  • Guardia 3: Oh, ok. E non va bene, no?
  • Guardia 2: Già, direi che non va bene affatto.
  • Guardia 3: Calma non ti tutti abbiamo studiato coi fratelli Montgolfier prima di darci al vino, sai?
  • Guardia 2: Una volta! L'ho detto una volta sola!
  • Guardia 3: Come ti pare, professore.

Ottenute nuove informazioni sui camini, Arno prosegue il suo giro di perlustrazione.

  • Arno: Istruttivo, bisogna dire.

Si apposta nuovamente vicinona due guardie intente a dialogare.

  • Guardia 5: Vedo nuovi progetti di Sua Grazia per le strade.
  • Guardia 6: Ho raccattato sì e no un denier sta mattina. Come poso competere con amputati tripli e feriti di guerra?.
  • Guardia 5: Se non versi il tributo dovrai raccontare dei tuoi atti eroici a Grünberg.

Arno chiude tutti i buchi dei camini, riducendo la visibilità nelle catacombe.

  • Arno: Questo li affumicherà.

Dopodiché nota un gruppo di straccioni ribellarsi agli uomini del Templare.

  • Arno: Quei bastardi li faranno a pezzi.

Arno uccide le guardie, inviando i mendicanri a creare disordini lungo la corte.

  • Mendicante 1: Vediamo che fanno quegli stronzi.
  • Mendicante 2: Così ce la faremo.
  • Mendicante 1: Io voglio quello.

Aizzata una nuova rivolta con cui distrarre le guardie e fuggire indisturbato una volta terminata la missione, Arno procede ad entrare nelle fogne; lì trova altri duen soldati parlare.

  • Guardia 6: Dio, che tanfo immondo! Usciamo da qui!
  • Guardia 7: Che ti aspettavi? Un idiota ha scavato troppo ed è arrivato alla fogna!
  • Guardia 8: Andiamo via di qui.

Arno entra nelle fogne.

  • Guardia 9: Cosa è successo?
  • Guardia 10: I mendicanti! Si rivoltano in tutto il distretto! Uomini, con me!

Arno vedendo sgomberato il suo percorso, prosegue lungo le fogne, fino a capitare nel nascondiglio del re. Tuttavia Aloys la Touche giunge prima di lui. La Touche mette in allerta Roi des Thunes.

  • la Touche: Padrone! Padrone!

Arno si apposta dietro una grata e osserva l'incontro tra la Touche e il Roi des Thunes.

  • la Touche: Padrone! Ho saputo, da fonte sicuro che c'è un Assassino qui, e che... e che voi siete il suo bersaglio!

Dalla sua postazione, Arno commenta ciò che ha appena visto.

  • Arno: Il verme è cresciuto... ora è una serpe.

Il re dei mendicanti si alza impaurito dal suo trono.

  • Roi de Thunes: Diavolo! Era solo questione di tempo, lo sapevo. Ma così è troppo presto!
  • la Touche: Oh, sì padrone. Questi Assassini sono... ben informati.
  • Roi des Thunes: Ma noi siamo in vantaggio adesso, oppure no? Chiama le guardie e dai la caccia a questo Assassino. Voglio la sua testa.
  • la Touche: Ma padrone! Metà degli uomini sono già alle prese con i mendicanti!
    U-uomini, con me! Troviamolo!

la Touche inizia a sparpagliare i suoi uomini.

  • la Touche: Trovate l'Assassino! Esci, codardo! Ma dov'è?! Non deve scappare! State uniti, uomini!

Non vedendo arrivare niuno, la Touche inizia a crede che Arno si sia dileguato.

  • la Touche: Forse si è arreso...

L'Assassino tuttavia sguscia via da un angolo e si para davanti a lui. Impaurito il tirapiedi del Templare fugge via.

  • la Touche: Si trova qui!
  • Arno: Che pena

Arno lascia che Aloys fugga e raggiunge il nascondiglio del Roi des Thunes.

  • Roi des Thunes: In posizione, uomini!

Arno ingaggia uno scontro con gli uomini del Roi des Thunes.

  • Roi des Thunes: L'ultimo uomo di Beylier mi ha portato un dono fantastico. Spero porprio che tu abbia qualcosa di simile!

Dorian sconfigge tutti i suoi avversari. Tuttavia uno sparo lo costringe a ripararsi.

  • Arno: Diavolo!

Dalla sua postazione il re dei mendicanti inizia a parlargli.

  • Roi des Thunes: Là! là! Non così in vicino.
    Ti vedo.
    Molto furbo l'Assassino!
    Siamo rimasti solo io e te, Assassino.
    Eccoti qui.

Arno assassina il Templare, penetrando in quattro dei suoi ricordi.
Il primo, inerente alla sua respinta richiesta di diventare un Templare.

  • Roi de Thunes: I miei sudditi hanno occhi ovunque, signore. Metterò le informazioni al servizio dell'Ordine.
  • de la Serre: Quali informazioni può darci il re delle fogne? Intrighi fra ratti? Puoi andare.

Il secondo, a riguardo del suo reclutamento vero e proprio.

  • Roi des Thunes: Intrighi tra ratti? Pomposo idiota. Se gli metto le mani addosso.
  • Sivert: Il mio padrone vorrebbe rimediare...

Sivert esce fuori uno spillone distintivo dei Templari. Sivert: Fratello. Il terzo: l'omicidio di de la Serre.

  • Arno: Tutto bene, signore? Troppo champagne del re?
  • Roi des Thunes: Sivert, vieni via.

Il quarto ed ultimo: l'incontro con il mandate della morte di de la Serre, nonché Gran Maestro usurpatore.

La visione finisce e Arno fugge via, sfruttando il fumo dei camini che acceca le guardie.

  • Guardia 6: Quel bastardo è sotto il nostro naso!
  • Guardia 7: Non si vede un bel niente qui!

L'Assassino esce dalle fogne e raggiunge il bordello di Donatien de Sade.

  • de Sade: Ah, giusto in tempo per l'inizio del mio regno!
  • Arno: Il tuo regno?
  • de Sade: Finché ci sarà una corte dei miracoli, ci sarà un Roi des Thunes. Dal momento che il posto era libero, eccomi qui.
  • Arno: E con che velocità! Il corpo è ancora caldo.
  • de Sade: Diciamo che ho trovato i fili giusti. Da quando sei arrivato alla corte dei miracoli.
  • Arno: Mi hai usato.
  • de Sade: Hai ucciso il re? Quindi è reciproco.

Arno vede passare una capra.

  • Arno: Che regno hai ereditato.
  • de Sade: È così, vero? Allora, giustizia è fatta? Hai vendicato i morti, ti sei placato in mezzo al marcio?
  • Arno: Marcio, dici bene. Ogni volta che mi sento vicino alla verità, ecco che si presenta un nuovo strato di sudiciume.
  • de Sade: Oh! Cospirazioni! Intrigo! La trama si infittisce! Qualche pervertito e un prete lascivo e avrai 'inizio di un grande romanzo.
  • Arno: Preferire un buon indizio.

Il marchese sorride sottilmente.

  • de Sade: Così giovane, eppure così serio. Bene, buona fortuna.

Arno si appresta a uscire dal bordello, quando il nuovo re dei mendicanti gli mostra lo spillone con cui il suo predecessore ha ucciso de la Serre.

  • de Sade: Hai già visto questo, suppongo.
  • Arno: Dove l'hai preso?
  • de Sade: Me l'ha portato uno dei miei nuovi sudditi in... segno di stima, credo. Oggetto curioso. C'è un solo argentiere che lavora il metallo così.

Arno prende la lama.

  • Arno: Una lama come questa ha ucciso de la Serre. Ma immagino che lo sapessi già. Perché non l'hai detto?
  • de Sade: Dove sarebbe l'uomo se non dovesse mai fare domande? Se tutto gli venisse offerto su un piatto d'argento? Non saprebbe neanche più farsi domande.
  • Arno: Oppure potrebbe arrivare ancore più in alto. Libero dall'ignoranza.
  • de Sade: Forse.
  • 'L'artigiano e François-Thomas Germain. Troverai la sua bottega vicino a Les Halles.
  • Arno: Grazie.

Arno esce dal bordello.

  • de Sade: Buona fortuna!

L'Assassino si mette in marcia verso la sede della Confraternita.

Risultato

Arno uccide il Roi des Thunes, uno dei complici dell'assassinio di de la Serre. Scopre l'origine della lama che ha ucciso de la Serre e che a commissionare la sua morte è stato un usurpatore.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso