Fandom

Assassin's Creed Wiki

In prigione

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Unity.png


In prigione è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Arno Dorian, rivissuta da un Iniziato nel 2014 attraverso il sistema Helix dell'Animus.

Descrizione

Arno, accusato di omicidio, viene rinchiuso nella Bastiglia - la più grande prigione del regno di Francia. Lì fa la conoscenza di Pierre Bellec, un Assassino con cui organizza la fuga durante la presa della Bastiglia.

Dialoghi

Mentre i brigadieri scortano Arno in stato di incoscienza, un altro nuovo prigioniero si lamenta con i soldati.

  • Cittadino 1: No! Non sono stato io, è stato Damiens! Vi Prego! Vi supplico!

Intanto Jacques-François-Xavier de Whyte recita qualche verso di latino di Gaio Giulio Cesare.

  • Whyte: L'intera Gallia è divisa in tre parti...

Accanto vi è la cella di Donatien de Sade, nudo.

  • De Sade: Ci uccidono! Oh, signore! Abbi pietà! Qui dentro uccidono i prigionieri!

Una guardia bussa alla cella.

  • Guardia 1: Ora smettila, degenerato!

Arno viene trascinato fino alla sua cella, e getta di peso.

  • Arno: (Smorfie di dolore) Dove sono?
  • Guardia 2: All'infermo.

Arno si rialza a rialza dopo un tentativo fallito, e vede alcuni simboli. Si avvicina all'uomo vicino alla parate dei simboli.

  • Bellec: Che hai da guardare, idiota? Non rompere amico. Da dove mi trovo, potrei uccideri in sette modi. Dodici con un cucchiaio. Se russi, ti strangolo nel sonno. Io ti ho avvisato. Cosa?

Arno guarda dalla finestra della Bastiglia, poi si avvicina al prigioniero.

  • Prigioniero: Questa è la tua nuova casa. È un grande onore, ormai la Bastiglia è riservata soltanto ai pazzi, deviati e traditori! La domanda è: hai ucciso un pezzo grosso, o hai scopato un pezzo grosso! Non che faccia differenza, ora. Qui siamo tutti fottuti, davvero. Scordati di scappare. È impossibile.

Arno controlla il letto a terra, e comodo seduto sul materasso osserva l'orologio che gli aveva donato il padre prima di morire. Una volta rimesso nella tasca si addormenta.
Il giorno dopo Arno si risveglia e vede l'uomo con l'orologio di suo padre.

In prigione 5.png

Arno vede Bellec con l'orologio di suo padre.

  • Bellec: Da dove l'hai preso, idiota?
  • Arno: Non sono dell'umore. Ridammelo!

Arno cerca di afferrarlo, ma l'uomo lo scaraventa a terra. Poi, afferra due bastoni di legno.

  • Bellec: Prendilo pure. Se ci riesci...

Bellec gli lancia un bastone di legno, quindi, i due si immergono in uno scontro in cui Arno riesce a ferire al volto l'uomo.

  • Bellec: Bel colpo, idiota. Vediamo se ti sai anche difendere.

I due riprendono lo scontro.

  • Bellec: Quanta fatica per un rottame!
  • Arno: L'unico rottame che vedi qui dentro sei tu!
  • Bellec: Ripetilo!

Arno riesce a vincere il duello.

  • Arno: Ridammi, ciò che è mio e torna ai tuo disegni, vecchio pazzo.
  • Bellec: Disegni?
  • Arno: Quelli! Sono ovunque! Hai inciso tutte le pareti della cella.

Arno vede la parete immacolata.

  • Arno: Ma dove...?
  • Bellec: Vieni qui, idiota.
  • Arno: Togli quelle mani!
  • Bellec: Guarda il muro.
  • Arno: Che fai?
  • Bellec: Concentrati!

Arno usa l'Occhio dell'aquila.

In prigione 7.png

Arno guarda i segni sulla parete.

  • Arno: Che cosa sono?
  • Bellec: Messaggi del passato. Mi sono fatto gettare in tutte le prigioni di Parigi per trovarli. Come ti chiami?
  • Arno: Arno. Arno Victor Dorian.
  • Bellec: Dorian... ma certo! Pierre Bellec. Conoscevo tuo padre.

Gli restituisce l'orologio di suo padre.

  • Arno: Tutte balle.
  • Bellec: È morto a Versailles. Quando è stato... nel 76? 77? Dicembre, mi pare. Niente testimoni.
  • Arno: Come fai a...
  • Bellec: Tuo padre era un Assassino, Arno. Ha dato la vita perché l'umanità fosse libera. Resta con me, e forse potrai unirti alla Confraternita e onorare la sua memoria.
  • Arno: Senti di certo il vostro piccolo culto e nobile, ma non mi interessa. Io voglio solo trovare Élise.
  • Bellec: E come pensi di farlo chiuso qui? Eh?

Nei due mesi Arno si addestrò con Bellec, Arno si distrae.

  • Bellec: Ancora! Concentrati, idiota!
  • Arno: Che succede la fuori?
  • Bellec: I cittadini si ribellano. Sta pronto... Potremmo avere la nostra occasione.

Arno si avvicina alla finestra della cella e vede una folla inferocita assediare la Bastiglia. Sente uno sparo.

  • Arno: Un colpo di cannone!
  • Bellec: Avvolte l'occasione fa rima con cannone.

Arno e Bellec sentono la voce di guardia.

  • Guardia 3: Occhio ai prigionieri!
  • Bellec: Su seguimi.

Arno lo segue.

  • Bellec: Svelto! Arrivano le guardie! Non perdere Tempo!
  • Guardia 4: Prigionieri, contro il muro!
  • Prigioniero: Con quale autorità?

Le guardie entrano nella cella. Arno e Bellec ne approfittano della confusione, stordiscono le guardie e si danno alla fuga.

  • Guardia 3: Sapevo che sarebbe finita male.
  • Guardie 4: Silenzio!
  • Belle: Bene. Andiamo via da questa fogna.
  • Guardie 5: Ehi, voi! Alt!
  • Belle: Forza, idiota! Corri più che puoi! Qualsiasi cosa accada, stammi vicino.
  • Prigioniero 3: Fatemi uscire.
  • Prigioniero 4: Resisti Damiens! Arrivo! Morte al tiranno!

Bellec e Arno raggiungono una porta.

In prigione 11.png

Arno e Bellec fuggono.

  • Bellec: È chiusa. Tienili lontani, idiota. Se uno mi accoltella, ti strangolo io stesso.

Arno intraprende lo scontro le guardie.

  • Arno: Belle la porta è aperta?
  • Bellec: Non ancora.
  • Arno: Abbiamo un problema.
  • Bellec: Trova una soluzione.
  • Arno: Grande.
  • Bellec: Forza, idiota. Devi darci dentro. Con calma, eh! Tienili occupati!
  • Arno: Stai scherzando?
  • Bellec: Fatto! Svelto idiota!

I due riprendono la fuga.

  • Guardia 6: Ma che diavolo combina de Launay? Perché non spara?
  • Bellec: Dalla finestra! Presto!
  • Guardia 7: state in riga! Non devono arrivare alla polveriera!

I due attraversano la finestra.

  • Presto! La folla li terrà occupati!

raggiungono il piano superiore.

  • Bellec: La facendo si fa seria la fuori! Di qua

Arno e Belle si trovano un plotone d'esecuzione.

  • Guardia 8: Fuoco! Fuoco, diamine!
  • Guardia 9: Occhio ai prigionieri.
  • Guardia 10: Non si scappa, prigionieri! Nelle vostre celle!
  • Guardia 11: Prigionieri! Alt!
  • Guardia 12: Fermi! Dove volete andare?
  • Guardia 13: gettate quelle armi!

I due uccidono le guardie e riprendono la fuga.

  • Arno: E ora?
  • Bellec: Su
  • Arno: Ottimo. E poi come scenderemo?
  • Bellec: Fidati.
  • Guardia 14: Mi arrendo, mi arrendo!

Arno e Belle raggiungono la cima della Bastiglia.

  • Bellec: Che cos'altro aspetti, idiota? Ora salta!
  • Arno: Cosa? La prigione ti ha reso pazzo, vecchio!
  • Bellec: Ci aveva già pensato il vino tempo fa. Ora vieni qui, forza.
  • Arno: Io non... È impossibile!
  • Bellec: Impossibile? È alla portata di ogni Assassino, ragazzo!

Bellec gli da il medaglione.

In prigione 12.png

Bellec consegna il medaglione a Arno.

  • Bellec: Quando finirai di ragionare con il culo, vieni da noi. Impereresti molto. Addio idiota.

Belle Esegue il salto della fede.

  • Guardia 15: Tu! Allontanati dal bordo!
  • Arno: Merda

Arno esegue il salto della fede e raggiunge la villa di de la Serre.

Élise punta la pistola contro Arno.

  • Arno: Che benvenuto!
  • Élise: Dopo quel che è successo, devo stare attenta.
  • Arno: Élise, io...
  • Élise: Non hai già ripagato la bontà di mio padre?
In prigione 15.png

Arno parla con Élise.

  • Arno: Élise, ti prego. Non crederai che abbia ucciso il signor de la Serre! Tuo padre... non era l'uomo che credevi. E nemmeno il mio.
  • Élise: So benissimo chi era mio padre, Arno. E so chi era il tuo. Immagino fosse inevitabile. Tu un Assassino, io una Templare.
  • Arno: Tu.
  • Élise: Ti stupisce? Mio padre ha voluto che seguissi le sue orme. Ora posso solo vendicarlo.
  • Arno: Te lo giuro, non centro nulla con la sua morte!
  • Élise: Invece sì.
  • Arno: No, No! Sulla mia vita, giuro che non...

Arno vede la lettera destinata a de la Serre.

  • Arno: Ma è
  • Élise: La lettera che mio padre doveva riceve quel giorno. Leggila.

Arno legge la lettera destinata a de la Serre.

  • Lettera: Gran Maestro de la Serre, ho appreso dai miei agenti che un uomo del nostro Ordine vuole uccidervi. State in guardia all'iniziazione questa sera. Non fidatevi di nessuno, neppure dei vostri amici. Che il padre della comprensione vi guidi. L.
  • Élise: Lo trovata sul pavimento della sua stanza. Sigillata.
  • Arno: Non lo sapevo.
  • Élise: Nemmeno mio padre.
  • Arno: Come potevo saperlo!
  • Élise: Vattene. Ti Prego.

Arno se ne va.

Risultato

Arno fugge dalla Bastiglia e raggiunge Élise.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso