Fandom

Assassin's Creed Wiki

Julien DuCasse

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Templari.pngEraicon - AC4.pngEraicon - Black Flag romanzo.png


"Pistole, spade, cannoni, granate. Tutto ciò che può uccidere, è la mia specialità!"
―Julien DuCasse[src]
Julien DuCasse
AC4 Julien du Casse.png
Informazioni biografiche
Nato

1682
Montpellier, Francia

Morto

1715
Great Inagua, Bahamas

Periodo storico

Età d'oro della pirateria

Informazioni politiche
Affiliazioni

Templari

Altre informazioni
Appare in

Black Flag
Black Flag (romanzo)

Doppiatore

Alessandro Conte

Julien DuCasse (Montpellier, 1682 - Great Inagua, 1715) è stato un trafficante d’armi francese e, in segreto, un membro dell’Ordine dei Templari. Durante i primi anni del XVIII secolo, nella cosiddetta età d'oro della pirateria, Julien riuscì ad estendere il suo traffico di armi in tutto il Mare delle Indie Occidentali, fino ad ottenere il monopolio di questo mercato nero.

Biografia

Primi anni di vita

Julien DuCasse è nato a Montpellier, in Francia, nel 1682. Julien prese il mare in giovane età e partecipo insieme a suo zio, Jean DuCasse, alla Guerra di Successione Spagnola. Durante la guerra venne disgustato dalla monarchia francese e spagnola per la scelta dei soldati e delle loro scarse abilità, ma, comunque, continuò a servire la sua Nazione.

Nel 1704, DuCasse disertò dall'esercito francese durante la Battaglia di Vélez-Màlaga e, in cerca di fortuna, viaggiò verso il Nuovo Mondo. Inizialmente, trovò lavoro in Africa cone mercante di schiavi. Dopo un anno, partì per le Indie Occidentali, in cerca di un'altra vocazione.

DuCasse trascorse i suoi primi dieci anni nelle Indie Occidentali come mercenario, lavorò per chiunque era disposto a pagarlo. In questo modo entrò in contatto con il Governatore di Cuba, Laureano Torres y Ayala, in cui trovò un amico e confidente.

Membro dei Templari

Nel Luglio 1715 a Cuba, DuCasse, insieme a Woodes Rogers e a Torres aspettavano Duncan Walpole, un Assassino traditore che voleva vendere ai Templari un mappa con le basi degli Assassini nei Caraibi. Si presentò, invece, Edward Kenway, un pirata che aveva ucciso Walpole e preso la sua identità per intascare la ricompensa per se. Dopo le presentazioni, DuCasse, Rogers e Kenway, andarono da Torres, Gran Maestro dell'Ordine dei Templari, che li introdusse all'Ordine. Torres elaborò in piano insieme a loro per trovare l'Osservatorio, un tempio della Prima Civilizzazione, disse loro che per entrare nell'Osservatorio bisognava parlare con un Saggio di nome Bartholomew Roberts e che lo avrebbero incontrato l'indomani.

La mattina dopo, DuCasse e gli altri Templari, andarono al porto per prendere in custodia il Saggio. Durante la strada vennero attacati dagli Assassini, ma riuscirono a respingerli. Poi i Templari decisero di imprigionare il Saggio nelle prigione nella villa del Governatore.

Tuttavia, quella stessa notte, Roberts riuscì a fuggire lasciandosi indietro molti cadaveri. Quando i Templari arrivarono alla prigione trovarono Kenway, che era penetrato nella villa per liberare il Saggio. Rendendosi conto che era un impostore, i Templari lo catturarono con l'intenzione di spedirlo a Siviglia con la flotta del tesoro.

Morte

A seguito di questi eventi, DuCasse, guadagnatosi la fiducia di Torres, fu incaricato di garantire un flusso costante di armi, munizioni e denaro nelle casse dei Templari. Oltre a questo fu nominato da Torres comandante di uno dei suoi galeoni, El Arca del Maestro, che DuCasse avrebbe frequentemente fatto attraccare nella baia dell'isola di Great Inagua, il suo rifugio.

All'insaputa di DuCasse, tuttavia, Edward Kenway riuscì a fuggire dalla nava della Flotta del Tesoro, e poi cercò di requisire il galeone, in modo che potesse essere utilizzato dai leader della Repubblica dei Pirati per difendere Nassau. Cercando un modo per prendere il galeone, il pirata penetrò nell'isola e uccise il templare sul ponte della nave.

In fin di vita, DuCasse rimproverò l'ambizione e l'ignoranza del pirata definendolo un "parassita". Il pirata ignorò gli insulti del templare e gli prese un chiave. Rifiutandosi di raccontare la funzione di quella chiave, DuCasse morì maledendo Kenway.

Successivamente, Kenway si appropiò del suo rifugio e usò quella chiave per recuperare l'armatura templare.

Ultime Parole

Edward raggiunge Julien e lo ferisce mortalmente.

  • Edward: (Mostrandogli la lama celata) Ricordate il dono che mi faceste? Ecco, funziona benissimo.
  • DuCasse: Fils de putain! (Figlio di puttana!) Così audace e spavaldo, ma povero di spirito!

Edward spinge DuCasse, stendendolo sul ponte della nave.

  • Edward: Mi spiace tanto, amico, ma non posso rischiare che i Templari sappiano che sono ancora in giro.
  • DuCasse: Misérable boucanier! (Miserabile pirata!) Con quanto avete visto, con quello che sapete del mio Ordine... Ancora, scegliete la via dell'ignoranza e della ribalderia.

Edward prende una chiave dal collo di DuCasse.

  • Edward: Che cos'è?
  • DuCasse: Rubare è il massimo della tua ambizione? Non riesci a capire il nostro obiettivo? Tutti gli imperi della terra, aboliti! Un mondo libero e puro, un mondo senza parassiti come te! Que l'enfer que tu trouveras soit le fruit de ton insouciance. (Possa l'inferno che troverai essere il frutto della tua noncuranza.)

Galleria

Fonti

Inoltre su Fandom

Wiki a caso