Fandom

Assassin's Creed Wiki

Leandros

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Templari.pngEraicon - Revelations.pngEraicon - Revelations romanzo.png

Leandros
Leandros.png
Informazioni biografiche
Nato

Sconosciuta

Morto

Marzo 1511
Atlas, Siria

Periodo storico

Rinascimento

Informazioni politiche
Affiliazioni

Templari
Bizantini

Altre informazioni
Appare in

Revelations
Revelations (romanzo)

Doppiatore

Pino Pirovano

Leandros (? - Atlas, Marzo 1511) è stato un membro dell'Ordine dei Templari e un comandante dell'esercito bizantino.

Biografia

Prima del 1510, i Templari entrarono in possesso del diario di Niccolò Polo, La Crociata Segreta, in cui si parlava una biblioteca segreta nascosta sotto il castello di Masyaf. Manuele Paleologo incaricò Leandros di occupare la fortezza degli Assassini per trovare la biblioteca e di cercare la posizione del Grande Tempio.[1] Leandros tentò di accedervi abbattendo la porta, anche se la cosa non funzionò.[2] Quando il Mentore degli Assassini italiani Ezio Auditore da Firenze visitò la città nello stesso anno, i soldati di Leandros lo attaccarono, nel tentativo di catturarlo.[3]

Una volta catturato, portarono Ezio su una torre per esservi impiccato, e Leandros legò personalmente il cappio intorno al collo di Ezio. Tuttavia, Ezio si lanciò contro di lui e riuscì a fuggire.[3]

Leandros ordinò alle guardie di cercare l'Assassino, anche se non si vedeva nulla a causa della tempesta.[4]

Leandros fuggì da Masyaf su un carro, ma venne seguito da Ezio. Una guardia lanciò una bomba che fece cadere l'Assassino in un crepaccio.[5] Leandros ordinò alle guardie di uccidere l'Assassino e si rintanò nella fortezza del villaggio di Atlas.[6]

Leandros venne poco dopo ucciso da Ezio, e l'Assassino recuperò il diario di Polo dal suo cadavere, da cui scoprì che le Chiavi di Masyaf erano nascoste a Costantinopoli.[6]

Ultime parole

  • Leandros: Ebbene, il vecchio segugio morde ancora.
  • Ezio: Il libro che porti con te. Dove lo tieni?
  • Leandros: Ah! Il diario di Polo? Non ti servirà a niente, non più. Abbiamo già trovato una delle chiavi di Masyaf e ci avviciniamo alle altre.
  • Ezio: Ciò che sta in quella biblioteca non è per voi. Non è per i Templari.
  • Leandros: Ah, puoi tenerti i libri di Altaïr, Ezio. Noi cerchiamo solo consiglio. Vogliamo solo indicazioni... per la posizione del Grande Tempio.
  • Ezio: Il Grande Tempio? Dimmi di più. Ora!

Leandros muore.

  • Ezio: Requiescat in pace... bastardo.

Curiosità

Galleria

Note

  1. Assassin's Creed: Revelations
  2. Uno strano diarioAssassin's Creed: Revelations
  3. 3,0 3,1 Il carneficeAssassin's Creed: Revelations
  4. Fuga in extremisAssassin's Creed: Revelations
  5. A rotta di colloAssassin's Creed: Revelations
  6. 6,0 6,1 L'aquila feritaAssassin's Creed: Revelations

Inoltre su Fandom

Wiki a caso