Fandom

Assassin's Creed Wiki

Liam O'Brien

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione7 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Assassini.pngEraicon - Rogue.pngEraicon - Articoli primo piano.png

Liam O'Brien
ACRO - Liam O'Brien.jpg
Informazioni biografiche
Nato

Playmouth, Massachusetts Bay, Nord america britannico

Morto

1760
Nord Atlantico, Tempio dell'Artico

Periodo storico

Guerra franco-indiana

Informazioni politiche
Affiliazioni

Assassini

Altre informazioni
Appare in

Rogue

Liam O'Brien (1726 - Marzo 1760) è stato un membro del ramo coloniale della Confraternita degli Assassini attivo durante la guerra franco-indiana. Addestrato sotto la guida del Mentore Achille Davenport, introdusse nella Confraternita anche il suo amico di infanzia Shay Cormac.

Tuttavia nel 1755, dopo una disastrosa missione in cui Shay strappò involontariamente le vite di molti innocenti, decise di abbandonare gli Assassini unendosi ai loro nemici storici, i Templari. Da quel momento Liam e molti altri Assassini vennero braccati da Shay, che si prefissò l'obiettivo di annientare gli Assassini coloniali nella credenza che la loro scomparsa avrebbe portato un mondo migliore.

Biografia

Primi anni

Liam nacque a Playmouth, in una famiglia di immigrati irlandesi. Gli O'Brien lottarono per sopravvivere fino a quando non si trasferirono a New York, dove il padre di Liam iniziò a lavorare per un mercante marittimo. Divenuto abbastanza grande, Liam affiancò il padre nel lavoro occupandosi dei carichi delle navi dirette in Inghilterra. Nel mezzo di una giornata lavorativa conobbe un giovane di nome Shay Cormac, figlio di un suo collega. I due diventarono presto amici e Liam aiutò il giovane Shay, noto attaccabrighe e attrattore di guai, a sopravvivere nel difficile e degradato quartiere in cui viveva.[1]

Nel corso degli anni successivi, Liam venne a conoscenza di una crescente ricchezza dei suoi datori di lavoro, a discapito dei suoi colleghi sottopagati e maltrattati dai loro superiori. Alla fine le tensioni aumentarono fino a giungere in un punto di rottura, in cui Liam venne coinvolto insieme ai suoi colleghi in un complotto: derubare il loro datore di lavoro del denaro e spartirlo tra di loro. Tuttavia durante la rapina il gruppo venne catturato, e Liam fu costretto ad uccidere un poliziotto per legittima difesa. Volendo proteggere suo figlio, il padre di Liam si addossò la colpa dell'omicidio e fu giustiziato dalle autorità.[1]

Unione agli Assassini

Nei anni seguenti, Liam andò alla deriva: passava da un lavoro all'altro, continuando a derubare i cittadini più ricchi della città. Il frutto dei suoi atti da criminale lo mandava a sua madre, come sostentamento. Ben presto iniziò a prendere le distanze dai suoi colleghi e dagli amici, tra cui dallo stesso Shay. Nel 1738 incontrò Achille Davenport, che gli affidò dei piccoli compiti e commissioni in cambio di eque somme di denaro. Nel corso del tempo, l'influenza di Achille su Liam crebbe al punto tale che nel 1743 lo introdusse nella Confraternita degli Assassini come suo primo allievo.[1]

Terminato il suo addestramento, contribuì a reclutare altri potenziali Assassini per il ramo coloniale, tra i quali Kesegowaase, Hope Jensen e Louis-Joseph de La Vérendrye. Cinque anni dopo incontrò nuovamente Shay, in lutto per la morte di suo padre. I due rinsaldarono la loro amicizia e con la raccomandazione di Liam, Shay venne introdotto nella Confraternita. Essendo fautore della sua iniziazione, Achille assegnò a Liam il compito di addestrare Shay. Durante la sua carriera da Assassino, Liam collaborò più volte con il leggendario confratello Adéwalé, per cui iniziò a provare una forte stima.[1]

Tradimento di Shay

Liam: Cerca di scoprire cosa ha rubato Mackandal. Devi recuperare la scatola dei Precursori ed il manoscritto, ecco il tuo incarico.
Shay: Qual'è il tuo?
Liam: Guardarti le spalle.
—Liam e Shay parlano dei loro nuovi incarichi[src]
Il soffio del vento 4.png

Liam e Shay raggiungono Chevalier al campo base.

Nel marzo 1752 Liam e Shay vennero incaricati di accompagnare il confratello Chevalier de la Vérendrye ad un incontro con dei contrabbandieri a Port-Menier. I due tuttavia passarono l'intera missione in una sfida di caccia, e quando tornarono al campo base scoprirono che Chevalier era stato attaccato dalla British Army, che oltretutto aveva catturato i contrabbandieri con cui dovevano commerciare. Così Liam e Shay si occuparono di liberare i loro alleati, rubando ai militi nemici un brigantino noto come Morrigan.[2]

Sfruttando la nave, i tre Assassini distrussero le imbarcazioni della Royal Navy di stanza a Port-Menier. Infine tornarono al quartier generale della Confraternita coloniale, la tenuta di Davenport. Due mesi dopo, giunse alla tenuta Adéwalé; Liam lo accolse al molo della tenuta e lo accompagnò da Achille, a cui portò notizia del furto del manoscritto Voynich e di un manufatto noto come Scatola dei Precursori da parte dei Templari. Pertanto Achille incaricò Shay e Liam di recuperare i due manufatti, che sapevano indicare la posizione di un tempio della Prima Civilizzazione.[3] Liam e Shay passarono i tre anni successivi alla ricerca dei manufatti, riuscendo una volta recuperati,[4][5] ad attivare la scatola e ad individuare il tempio dei Precursori grazie ad un esperimento di Benjamin Franklin con dei parafulmini.[6]

Per fare ciò uccisero i tre Templari Lawrence Washington, James Wardrop e John Smith; potenziarono anche la Morrigan con dei cannoni Puckle e un rostro rompighiaccio. Così nel 1755, Shay fu mandato a Lisbona con il compito di entrare nel tempio e recuperare eventuali Frutti dell'Eden al suo interno.[7] Ma una volta tornato, il ragazzo accusò Achille di avergli fatto uccidere degli innocenti, in quanto la manomissione dei templi intaccava il legame tra le terre emerse causando terremoti. Tuttavia il Mentore non volle credergli, e ordinò a Liam e ad Hope di buttarlo fuori casa sua.[8]

Libero arbitrio 14.png

Liam pronto a spare all'amico.

Nel tentativo di impedire altre stragi di vite umane, Shay si infiltrò nella tenuta e rubò il manoscritto Voynich. Il suo gesto dichiarò il suo tradimento e la Confraternita intera venne allarmata da Achille, che aveva tentato di fermarlo nei suoi alloggi. Anche Liam di bloccarlo, sparando a dei barili di polvere pirica appostati su un crepaccio, sbarrando al traditore la strada.Ciò tuttavia non bastò a fermare Shay, che riuscì a raggiungere la scogliera della tenuta. Prima che potesse fuggire de la Vérendrye riuscì a sparargli alla spalla, facendolo precipitare da una scogliera. Stranamente non riuscirono a trovare né il manoscritto né il corpo di Shay, che diedero per morto.[8]

Ultimi anni e morte

Shay: Mi dispiace! Ma ho dovuto!
Liam: No, tu hai scelto di farlo!
―Liam a Shay sul suo tradimento[src]

Con la presunta scomparsa di Cormac, Liam, venne incaricato di rintracciare il manoscritto e di riportarlo agli Assassini. Tuttavia nel 1757, Kesegowaase tornò da una missione al Marais Rocheaux, dichiarando che Shay era vivo e che aveva iniziato a collaborare con il Templare George Monro - nuovo possessore del manoscritto.[9] Con le nuove informazioni Achille sfruttò un attacco della Armée de terre a Fort Frederick, incaricando Kesegowaase e Liam di uccidere rispettivamente Shay e Monro. Solo Liam riuscì a tornare sano e salvo, con il manoscritto richiesto dal Mentore.[10] Durante gli anni successivi, la Confraternita coloniale iniziò a sgretolarsi sotto la azioni di Shay, che uccise tutti i maggiori Assassini dell'epoca. Intanto Liam era stato incaricato di riattivare la scatola secondo l'esperimento di Franklin, così da rintracciare un nuovo tempio dei Precursori.[1]

Non nobis Domine 13.png

Liam affronta Shay.

Vi riuscì nel 1759, scovando delle rovine antiche dentro un ghiacciaio dell'Artico.[11] Così l'anno successivo lui e Achille organizzarono una grossa spedizione per il luogo prestabilito, capendo però, una volta raggiunto l'altare del tempio; che quanto aveva detto Shay anni prima era vero: la manomissione del tempio provocava enormi e devastanti terremoti.[12]

Vennero tuttavia fermati da Shay, accompagnato nientemeno dal Gran Maestro Templare Haytham Kenway. Accecato dalla sua sete di vendetta Liam tentò di sparare al traditore; il colpo venne deviato da Achille, che lo mandò contro il manufatto causando un nuovo sisma. Nel caos scaturito il ragazzo tentò di fuggire, venendo però raggiunto e assassinato da Shay, che lo fece precipitare da una scogliera.[12]

Caratteristiche e personalità

Shay: Liam, quale posto al mondo ha le ragazze più belle?
Liam: Dipende da che cosa intendi per bellezza. Una fanciulla di Corfù e una di Oslo possono essere completamente diverse, ma entrambe belle.
―Liam esprime la sua opinione sulla bellezza[src]
Il soffio del vento 6.png

Liam separa i due confratelli.

Liam sembrava essere un uomo paziente, pensieroso e rispettoso. Nutriva un forte senso della collaborazione, tanto da risultare sempre colui in grado di calmare le acque in caso di una lite tra i suoi confratelli. Liam aveva anche un forte senso della diplomazia, prendendo le parti di qualcuno solo in caso di estrema necessità. Oltretutto era particolarmente legato a persone come Achille, Shay e Adéwalé, per i quali nutriva una forte stima e riteneva coloro che più avevano contribuito a farlo crescere.

Soffrì molto dopo il tradimeto di Shay, anche se si ritrovò costretto a fronteggiarlo per rimanere ligio ai suoi doveri da Assassino. Non era solito mettere in discussione i dettami o gli ideali scaturiti dal Credo, tanto che la sua evidente ambiguità influiva su ogni sua decisione od opinione, spesso rivelatesi molto sagge. Tuttavia il suo bilanciamento morale veniva spesso minata da rabbia, rancore o spietatezza. Infatti non esitò mai ad attaccare Shay o ad ordinargli di uccidere un Templare. Probabilmente nutriva una piccola cotta per Hope, che tuttavia non lo ricambiava con evidenza.

Ultime parole

Non nobis Domine 15.png

Ultimi momenti di Liam prima di morire.

  • Liam: È stata fortuna!
  • Shay: Quante volte devo dirtelo, Liam? La fortuna non esiste!
  • Liam: E come ci sei riuscito? Bastardo! Hai distrutto gli Assassini! Tradito i tuoi amici! Ti sei unito ai nostri nemici! E per cosa?
  • Shay: Per salvare il mondo.
  • Liam: Spero che ne valga la pena.

Liam esala il suo ultimo respiro.

Galleria

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Assassin's Creed: Rogue
  2. Il soffio del vento - Assassin's Creed: Rogue
  3. Lezioni e rivelazioni - Assassin's Creed: Rogue
  4. Una piccola vittoria - Assassin's Creed: Rogue
  5. Noi, il popolo - Assassin's Creed: Rogue
  6. Fiat Lux - Assassin's Creed: Rogue
  7. Kyrie Eleison - Assassin's Creed: Rogue
  8. 8,0 8,1 Libero arbitrio - Assassin's Creed: Rogue
  9. Onore e lealtà - Assassin's Creed: Rogue
  10. Cicatrici - Assassin's Creed: Rogue
  11. Il colpo - Assassin's Creed
  12. 12,0 12,1 Non Nobis Domine - Assassin's Creed: Rogue

Inoltre su Fandom

Wiki a caso