Fandom

Assassin's Creed Wiki

Macchina volante

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC2.pngEraicon - Brotherhood.pngEraicon - AC3.pngEraicon - Rinascimento.png

"Hai mai osservato un uccello in volo? Non si tratta di essere più leggeri dell'aria. È questione di grazia ed equilibrio. Bisogna usare il peso del proprio corpo per controllare elevazione e direzione."
―Leonardo da Vinci sulla macchina volante[src]
Macchina Volante AC2 render.png

La macchina volante era un veicolo fluttuante progettato e costruito da Leonardo da Vinci. La macchina fu provata per la prima volta dall'Assassino Ezio Auditore da Firenze a Venezia nel 1485.

Storia

Firenze

Leonardo da Vinci cominciò a lavorare alla macchina volante quando lavorava ancora a Firenze, e nel dicembre 1476 nella sua bottega aveva già costruito un prototipo, ispirandosi all'anatomia dei volatili.[1]

Appennini

La prima volta che Ezio Auditore vide la macchina volante fu quando si recò sugli Appennini alla ricerca del suo amico Leonardo da Vinci, nel 1480. Poco fuori Firenze, all'inizio della strada che conduceva a Forlì passando per le montagne, Ezio trovò l'amico intento ad aggiustare una ruota del carro con cui si stava dirigendo a Venezia. Aiutando Leonardo a cambiare la ruota del carro, Ezio vide sul veicolo lo strano marchingegno. Dopo aver chiesto a Leonardo di che cosa si trattasse, lo studioso rispose che si trattava semplicemente di un'idea, ma che in futuro avrebbe permesso all'uomo di volare. Non credendo alle parole dell'amico, Ezio gli rispose semplicemente con una risata. Dopodiché, avendo Leonardo oramai aggiustato il carro, i due vi salirono a bordo per continuare insieme il viaggio.[2]

Venezia

Chi Non Risica, Non Rosica 3.png

Ezio testa la macchina volante.

Anni dopo l'arrivo a Venezia, nel 1485, Ezio e Antonio de Magianis stavano cercando di trovare un modo per introdursi a Palazzo Ducale, con lo scopo di salvare il Doge Giovanni Mocenigo, essendo a conoscenza che il suo consigliere Templare, Carlo Grimaldi aveva intenzione di avvelenarlo. Dopo aver constatato che l'edificio era ottimamente protetto e sorvegliato, Antonio sentenziò frustrato che solamente un uccello sarebbe stato in grado di entrare a Palazzo Ducale senza essere notato. Fu a quel punto che Ezio si ricordò dell'idea e dell'invenzione del suo amico Leonardo da Vinci.[3]

Ezio ed Antonio si diressero alla bottega di Leonardo, a cui l'Assassino chiese se il marchingegno fosse ormai funzionante. Leonardo tuttavia rispose che, sebbene i suoi calcoli dimostrassero che la macchina fosse in grado di far volare un uomo, nessuno la aveva mai provata. Ezio allora si offrì volontario per testare l'invenzione dell'amico.[4]

Nonostante la prova dimostrò che la macchina fosse in grado di far volare una persona, questa volò solamente per pochi metri e pochi secondi, quindi, sebbene Leonardo fosse entusiasta del funzionamento della macchina, Ezio capì che non avrebbe potuto utilizzarla per penetrare a Palazzo Ducale.[4]

Battesimo dell'aria 4.png

Ezio vola verso Palazzo Ducale.

Per cercare di aiutare Ezio ed Antonio, Leonardo iniziò subito ad effettuare dei nuovi calcoli, con l'intenzione di trovare un modo per permettere alla macchina di volare abbastanza a lungo da raggiungere Palazzo Ducale. Tuttavia, Leonardo si rese conto dell'impossibilità della cosa e, frustrato dall'inutilità dei risultati dei suoi calcoli, gettò il foglio su cui li aveva fatti nel caminetto della bottega. In quel momento, Leonardo vide il foglio gettato nel caminetto sollevarsi, e si ricordò che il calore è in grado di sospingere un oggetto verso l'alto. Convinto che anche la sua macchina volante possa funzionare alla stessa maniera, Leonardo consigliò ad Ezio e ad Antonio di accendere dei falò lungo tutta la città, dalla base della gilda dei ladri fino a Palazzo Ducale. Nella sua idea, infatti, il calore del fuoco dei falò, avrebbe permesso ad Ezio di prolungare il volo della macchina volante e di raggiungere così Palazzo Ducale.[4]

Seguendo l'idea di Leonardo, subito i ladri della città, con l'aiuto di Ezio accesero dei falò lungo tutta la città, dalla base della gilda fino a Palazzo Ducale.[5]

In questo modo, quella sera stessa, Ezio saltando con la macchina dalla torre della base della gilda volò sopra Venezia e riuscì a penetrare a Palazzo ducale.[6]

Valnerina

Macchina volante 2.0 5.png

Ezio si prepara ad utilizzare la bombarda.

Nei primi anni del XVI secolo, Leonardo da Vinci fu costretto ad inventare macchine belliche per l'esercito papale comandato da Cesare Borgia. Una di queste era la bombarda, che era un adattamento della macchina volante come arma. Era dotata di un piccolo cannone che permetteva di applicare incendi che potevano essere usati per prolungare il volo o distruggere dei bersagli. La bombarda venne costruita nella Valnerina.[7]

Malgrado diversi esemplari della macchina fossero difettosi, nel 1502 gli uomini dei Borgia erano riusciti a costruire una bombarda funzionante. I componenti venivano costruiti in quattro laboratori situati nella vallata nel fiume Nera. Nel 1502, l'Assassino Ezio Auditore raggiunse la Valnerina e su richiesta di Leonardo fermò la produzione di bombarde. Dopo aver essersi arrampicato lungo la torre della fortezza della Valverina, Ezio rubò l'unico esemplare funzionante della macchina, usandola per distruggere i laboratori. In seguito fece schiantare la macchina al suolo, distruggendola.[7]

America coloniale

Connor usa macchina volante.png

Ratonhnhaké:ton si prepara a testare la macchina volante.

Nel XVIII secolo, il falegname Lance O'Donnell entrò in possesso dello schema della macchina volante, che gli era stato inviato dalla Francia.[8]

Dopo averla costruita, chiese all'Assassino Ratonhnhaké:ton di provarla. Tuttavia, non sapendo come farla volare, l'Assassino non riuscì a controllare la macchina, che quindi precipitò nella baia della tenuta di Davenport.[8]

Curiosità

  • In Assassin's Creed II, dando un calcio ad una guardia mentre si usa la macchina volante, si ottiene l'obiettivo/trofeo "Calcio volante".
    • Dopo aver scaricato il DLC La Battaglia di Forlì, viene aggiunto un "ricordo speciale" alla mappa di Forlì, in cui Ezio può utilizzare la macchina volante per sorvolare la Romagna in ogni momento. Questo ricordo è stato probabilmente inserito per dare una nuova opportunità di ottenere l'obiettivo/trofeo.

Galleria

Note

Inoltre su Fandom

Wiki a caso