FANDOM


Eraicon - AC3Eraicon - AC4Eraicon - Rogue

A fondo con la nave 3

L'Experto Crede spara ad alcune navi della Marine nationale.

La Marine nationale è la marina militare delle forze armate francesi.

Storia

Commercio triangolare

Durante la prima metà del XVIII secolo, le navi della Marine nationale avevano un ruolo importante nell'economia delle colonie francesi del Nuovo Mondo, avendo il compito di trasportare gli schiavi dall'Africa al Nuovo Mondo per farli lavorare nelle piantagioni di zucchero nei pressi della città di Port-au-Prince. A causa di ciò, numerose navi francesi vennero affondate dall'Experto Crede, la nave dell'Assassino Adéwalé, ex schiavo ed alleato dei ribelli Maroon presenti nella colonia di Saint-Domingue.[1]

Guerra franco-indiana

Durante la metà del '700 la Francia entrò in guerra contro l'Inghilterra per ottenere il controllo indiscusso dei territori nordamericani. Agli inizi della guerra la Marine nationale riportò varie vittorie contro la Royal Navy, grazie anche alla loro alleanza con gli Assassini Coloniali. Dopo il tradimento dell'Assassino Shay Cormac, alleatosi con i Templari e la Royal Navy, le sorti della guerra cambiarono volgendo a favore degli inglesi. Infatti nella battaglia del Labrador Shay con la sua nave, la Morrigan, aiutò la Royal Navy a sconfiggere la flotta francese e ad affondare, la Couronne.

Nel 1759 nella Battaglia di Louisbourg la Marine nationale comandata da Augustin de Boscheny, cavaliere di Drucour, si scontrò nuovamente contro la Royal Navy. Nonostante l'aiuto anche dell'Experto Crede e di Adéwalé i francesi vennero sconfitti dagli inglesi aiutati dal Templare Shay che in quell'occasione governò il possente vascello HMS Pembroke, capitanata da James Cook. Verso la fine di quello stesso anno la Marine nationale inviò una propria flotta di navi per scontrarsi direttamente con la Royal Navy nella battaglia di Quiberon, ma vennero nuovamente sconfitti dalla Morrigan di Shay, che affondò anche la Formidable, un'altra delle navi più potenti della Marine nationale.[2]

Rivoluzione Americana

Nel 1776, prima che la Francia entrasse ufficialmente nella guerra di indipendenza americana, le navi della Marine nationale trasportavano in segreto rifornimenti per l'Esercito Continentale mascherate da navi spagnole. Una di queste, la Belladonna, fu scortata attraverso il mare delle Indie Occidentali dalla USS Randolph, prima di essere abbandonata. Per fortuna dei marinai francesi, l'Assassino Ratonhnhaké:ton raggiunse la Belladonna a bordo dell'Aquila e la difese dalle navi della Royal Navy avvertite dal Templare Nicholas Biddle.[3]

Due anni più tardi, il generale John Sullivan rischiò di incrinare i rapporti con i francesi quando accusò in una sua lettera la Marine nationale di aver abbandonato il campo di battaglia in Rhode Island. Il leader degli Assassini coloniali Ratonhnhaké:ton inviò così alcuni dei suoi Apprendisti presso l'ammiraglio d'Estaing per convincerlo ad ignorare i commenti di Sullivan.[4]

Nel 1781, le navi della Marine nationale, comandate dall'ammiraglio de Grasse ed aiutate dall'Aquila, combatterono numerose navi della Royal Navy nella battaglia di Chesapeake. In cambio dell'aiuto fornito in battaglia, Ratonhnhaké:ton chiese all'ammiraglio di comandare ad alcune navi della Marine nationale di bombardare il distretto militare di New York per permettergli di infiltrarsi a Fort George ed assassinare Charles Lee.[3]

Note