Fandom

Assassin's Creed Wiki

Massacri settembrini

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Unity.png

Massacri settembrini è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Arno Dorian, rivissuta da un Iniziato nel 2014 attraverso il sistema Helix dell'Animus.

Descrizione

Arno Dorian si reca da Napoleone Bonaparte, che gli comunica la posizione del Templare Frédéric Rouille.

Dialoghi

Arno arriva alla caserma di Napoleone Bonaparte.

  • Napoleone: Stamane ho incontrato tre uomini con la testa di un poveretto su una picca. Mi hanno preso un nobile per via dell'uniforme e volevano che gridassi "viva la repubblica" per provare la mia lealtà.
  • Arno: Suppongo che esibire la coccarda tricolore sia fuori moda. Che hai fatto?
  • Napoleone: Ho gridato "viva la repubblica".
  • Arno: Un uomo di principi.
  • Napoleone: La vita vale più della dignità. Ma questo succede quando il potere finisce nella mani dei pazzi e affamati e l'esercito è guidato da selvaggi assetati di sangue.
  • Arno: Rouille.
  • Napoleone: Volevo farlo assegnare a una guarnigione fuori mano, ma quell'uomo "ha amici molto in alto". È intoccabile.
  • Arno: Ma tu sai dove posso trovarlo.
  • Napoleone: In giro corre voce che lui e alcuni dei compari intendano marciare sul Grand Châtelet oggi pomeriggio.

Il tenente si avvicina all'Assassino.

  • Napoleone: Se dovesse capitargli qualcosa, la Francia non ne soffrirebbe. Né la mia carriera.
  • Arno: Bene, preparati un discorso.

Arno esce dalla caserma e raggiunge il Grand Châtelet, che vede assediato dai rivoluzionari.

  • Estremista 1: Prendete le armi.
  • Estremista 2: Nessuno si muova.

I rivoluzionari scaraventano giù una guardia nazionale. Così Arno si arrampica sulla prigione e una volta appostatosi su un ripiano alto, scorge Rouille con la testa di una guardia su una picca.

  • Rouille: Forza gente, voglio un guardiano.

Arno raggiunge la cinta muraria del Grand Châtelet e vede delle guardie nazionali prigioniere dei rivoltosi.

  • Estremista 3: State fermi.

Arno assassina i rivoluzionari e libera le guardie.

  • Guardia 1: Grazie, signore. Non so a che unità appartenete, ma grazie.
  • Arno: Se vuoi ringraziarmi, puoi andare alle mura a fermare questi massacri.
  • Guardia 1: Sì signore.

Ottenuta una guarnigione di supporto, Arno raggiunge il primo piano dalla finestra, dove origlia un gruppo di nemici.

  • Estremista 4: Hai intenzione di piangere tutto il giorno?
  • Estremista 5: Fanculo. Che disastro. Che ne facciamo dei corpi?
  • Estremista 6: Ah, lasciali lì.
  • Estremista 7: Che cosa aspettiamo ci sono altri traditori.
  • Estremista 5: Ma guarda quei ricconi. Non li hanno certo nutriti a pane e acqua!

Arno raggiunge il portone principale del Grand Châtelet, dove altri rivoluzionari sono intenti a discutere.

  • Estremista 8: Sentito? Fanno un bellissimo rumore quando cadono giù.
  • Estremista 9: Animali!
  • Estremista 8: Chissà quanto urla un nobile quando gli spaccano la testa come un uovo, eh?

Arno raggiunge il tetto su cui si trova Rouille.

  • Rouille: Vieni, guardiano! Festeggiamo. Viva la rivoluzione!

Arno assassina Rouille e trova accesso ad un ricordo in cui il capitano Templare ha presenziato ad un discorso di Mirabeau.

  • Mirabeau: Se avete ordini di cacciarci da questa sala, allora dovrete usare la forza. Non ce ne andremo se non con le baionette!

Mirabeau si volta verso la folla, che lo acclama a gran voce. Anche Rouille applaude; una volta fuori il capitano ascolta una conversazione tra Mirabeau e un altro politico.

  • Mirabeau: Ah, ma amministrare è governare, e governare è regnare.

Rouille tenta di conversare con il Mentore degli Assassini e gli porge la mano.

  • Rouille: Signor Mirabeau?

Mirabeau lo liquida con uno sguardo passivo. Dietro a Rouille appare François-Thomas Germain.

  • Germain: Patetico, vero? La Francia merita di meglio.

Germain estrae uno spillone Templare, reclutando Rouille. Il ricordo si sposata poi all'interrogatorio avvenuto al Hôtel de Beauvois.

  • Rouille: Cos'è stato?
  • Prigioniero: Il Palais du Luxembourg...
  • la Touche: Rouille, ripulite tutto. È ora.
  • Rouille: Lo dicevo che avrebbe parlato.

Il ricordo si sposta ad una riunione con i Templari.

  • Germain: Ottimo lavoro, capitano. Marie?
  • Marie: Il prezzo del grano è più alto che mai, Gran Maestro. Gli agenti dirotteranno i carichi ai nostri porti. Aspettano il vostro ordine.
  • Germain: Bene... affamateli! La fame e la furia sveleranno ai loro occhi i falsi maestri... andateci piano.
  • Marie: Per ciò che chiedete ci vorrà un anno, Gran Maestro. Se non due.

Il ricordo termina e Arno fugge dalla prigione sfruttando una bomba fumogena.

Risultato

Arno assassina Frédéric Rouille e dai suoi ricordi apprende che i Templari intendono gettare Parigi in carestia.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso