Fandom

Assassin's Creed Wiki

Paganino

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Brotherhood.pngEraicon - Rinascimento.pngEraicon - Fratellanza.png


Paganino
ACB Paganino render.png
Informazioni biografiche
Nato

Sconosciuta

Morto

Agosto 1503
Roma, Italia

Periodo storico

Rinascimento

Informazioni politiche
Affiliazioni

Ladri
Famiglia Borgia
Templari (Spia)

Altre informazioni
Appare in

Assassin's Creed II
Rinascimento
Brotherhood
Fratellanza

Paganino (? - 1503) è stato un membro della Gilda dei ladri di Venezia e successivamente di quella di Roma. Segretamente, era una spia dei Borgia.

Biografia

Vita a Venezia

Nel tardo XV Secolo, Paganino era un membro della Gilda dei Ladri di Venezia, guidata da Antonio de Magianis. Fu un collega e amico di Ugo e Rosa.[1]

Nel 1481, durante l'attacco a Palazzo della Seta, Rosa venne ferita, e portata in salvo da Ezio Auditore da Firenze. Paganino era presente, e aiutò Ezio e Ugo a portare in salvo la ferita Rosa.[1]

Assedio di Monteriggioni

Anni dopo, Paganino divenne una spia per conto dei Borgia, incaricato di raccogliere informazioni sull'Ordine degli Assassini. Difatti, nel gennaio 1500, egli si unì agli Assassini nella loro base di Monteriggioni.[2]

Sempre nel gennaio del 1500, l'Esercito di Cesare Borgia attaccò Monteriggioni, e Paganino rimase inosservato nello studio di Mario Auditore, all'interno di Villa Auditore. Incontrò Ezio, intento a prendere un passaggio segreto. Paganino chiese dove avrebbe portato, e ottenuta la risposta fuggì via, sostenendo che doveva "andare ad aiutare le truppe".[3]

Morte

Nell'Agosto del 1503, Ezio riconobbe Paganino comportarsi sospettosamente nei pressi del Colosseo. Come lo chiamò, Paganino, in preda al panico, iniziò a fuggire.[3]

Ezio lo inseguì e riuscì a bloccarlo. Si accorse che l'uomo aveva con se dei documenti dei Borgia. L'Assassino si rese conto che il traditore dell'Ordine era proprio Paganino, e non Niccolò Machiavelli come La Volpe aveva sospettato. Paganino, provocatoriamente, dichiarò "Lunga vita ai Borgia!", prima di suicidarsi con la lama celata di Ezio.[3]

Note

Inoltre su Fandom

Wiki a caso