Fandom

Assassin's Creed Wiki

Parenti serpenti

2 668pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione2 Condividi
Eraicon - AC2.png

Parenti serpenti è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Ezio Auditore da Firenze spia un incontro Templare a cui partecipano Rodrigo Borgia, Carlo Grimaldi e diversi membri della famiglia Barbarigo, apprendendo così che i Templari intendono eliminare il Doge, Giovanni Mocenigo, e sostituirlo con uno di loro, Marco Barbarigo.

Dialoghi

Ezio Auditore da Firenze vede Carlo Grimaldi incontrare Silvio Barbarigo nei pressi di Santo Stefano.

Parenti Serpenti 1.png

Silvio parla con Carlo.

  • Silvio: Dov'è Emilio?
  • Carlo: Gli ho detto di venire qui.
  • Silvio: Glielo hai detto tu? Di persona?
  • Carlo: Sì, certo, di persona. Mi preoccupa che non ti fidi di me.
  • Silvio: Anche a me. Può darsi che arrivi con gli altri. Facciamo due passi.

Carlo e Silvio iniziano a passeggiare, seguiti di nascosto da Ezio.

  • Silvio: Dunque, come vanno le cose al Palazzo?
  • Carlo: A dire il vero, è difficile. La cerchia di Mocenigo è ristretta. Ho cercato di lavorarmelo un poco, offrendo suggerimenti, ma ha altri che lo consigliano.
  • Silvio: Allora devi insistere. Devi entrare a far parte dei suoi intimi.
  • Carlo: Si. Capisco. Ma è più dura di quanto prevedessi.
  • Silvio: E come mai, Carlo?
  • Carlo: Non lo so! È che... al Doge non vado a genio.
  • Silvio: Chissà perché.
  • Carlo: Non è colpa mia! Lo compiaccio in ogni modo. Ascolto quello che gli piace, e glielo procuro. I migliori prosciutti dalla Sardegna, le vesti più raffinate provenienti da Milano-
  • Silvio: (Interrompendo Carlo) Si, e questo si chiama essere un sicofante.
  • Carlo: Un cosa? Come mi hai chiamato?!
  • Silvio: Un lacchè, un adulatore, un leccapiedi. Devo proseguire?
  • Carlo: Bastardo! Non hai idea di che significhi; non comprendi la pressione a cui-
  • Silvio: (Interrompendo Carlo) Oh, io non comprendo?!
  • Carlo: No, non ne hai idea! Tu sei un funzionario governativo! Io sono a due passi dal Doge in persona! Gli sto dietro giorno e notte! Ti piacerebbe essere al mio posto!
  • Silvio: Hai finito?
  • Carlo: Niente affatto. Ora stammi a sentire! Ci sono cose che possono volgere il Doge alla nostra causa, ne sono certo. Solo... mi serve... un po' più di tempo.
  • Silvio: Il tempo non è una risorsa che abbonda.
    Continuiamo.
  • Carlo: Manca ancora molto?
  • Silvio: Non fare la piaga!

Carlo e Silvio raggiungono la Piazza San Marco, dove vengono accolti da Marco Barbarigo e dalla sua guardia personale, Dante Moro.

Parenti Serpenti 5.png

Silvio e Carlo si incontrano con Dante e Marco.

  • Marco: (A Silvio) Buongiorno, cugino.
    (A Carlo) Signor Carlo.
  • Silvio: Pensavo che Emilio fosse con te.
  • Marco: Emilio è morto.
  • Silvio: Cosa?! Come?!
  • Carlo: L'Assassino! Lo stesso che ha dato la caccia ai Pazzi! È qui, a Venezia.
  • Marco: È così. Silvio, non lo sapevi? Potrebbe essere ovunque. Potrebbe essere perfino qui e non ce ne accorgeremmo. Ha colpito Emilio nel suo stesso Palazzo!
  • Silvio: E i nostri piani?
  • Marco: Non c'è più tempo per le finezze, fratelli. Dobbiamo agire subito.
  • Carlo: Ma, Marco, sono a tanto così! Solo qualche giorno. Se solo riesco a-
  • Marco: (Interrompe Carlo) No. Va fatto questa settimana.
  • Dante: Sarà meglio spostarsi.

Seguendo il consiglio della guardia del corpo, i quattro ricominciano a passeggiare ed Ezio riprende il suo pedinamento.

Parenti Serpenti 6.png

Ezio segue Silvio, Marco, Carlo e Dante.

  • Silvio: E che ne dice lo Spagnolo di questo cambio di piani?
  • Marco: Presto potrai chiederglielo di persona.
  • Carlo: Egli è qui?! Da Roma?!
  • Marco: Così ho sentito.
  • Silvio: Bene! Forse prenderà una decisione.
  • Marco: Su cosa, cugino?
  • Silvio: Su chi di noi due indosserà il corno ducale.
  • Marco: Non pensavo che questo fosse in discussione. La scelta pare ovvia a chiunque.
  • Silvio: Non pensarci nemmeno. Dovrebbe essere colui che ha organizzato l'intera operazione; quello che ha avuto l'idea di come salvare questa città.
  • Marco: Riconosco il valore dell'intelligenza tattica, buon Silvio. Ma per governare serve saggezza. Su questo dovrai convenire.
  • Carlo: Calma, calma, amici, vi prego. Non ce n'è bisogno. La decisione non spetta a nessuno di voi. Per quanto sappiamo, egli potrebbe anche non scegliere un Barbarigo.

Marco e Silvio esplodono in una risata.

  • Carlo: E perché non me? Sono quello che s'è dato più da fare!
  • Marco: Basta! Aspettiamo il suo arrivo.
  • Carlo: Sei certo che verrà?
  • Marco: Si.
  • Dante: Signori, dovremmo sveltire il passo. Sento che qualcuno ci osserva.
  • Marco: Grazie, Dante. Fai strada. Noi ti seguiremo
  • Silvio: Questa guardia sa il fatto suo, cugino. Quanto la paghi?
  • Marco: Forse non quanto merita. Mi ha salvato la vita in un paio di occasioni, anche se non è un gran conversatore.

I quattro si fermano e Rodrigo Borgia raggiunge il gruppo.

Parenti Serpenti 7.png

Rodrigo raggiunse parla con i congiurati.

  • Rodrigo: Basta con queste vuote chiacchiere! La scelta del Doge non è cosa che vi competa, e non vi è mai stato concesso di discuterne.
  • Marco: Perdonateci, Maestro. Vogliamo solo servire.
  • Rodrigo: Il piano è questo. Il Doge Mocenigo morrà stanotte. E quando questo avverrà, Marco prenderà il suo posto.
  • Marco: (Facendo un inchino a Rodrigo) Vi ringrazio umilmente, Maestro

Silvio Barbarigo accenna un segno di protesta, subito strozzato da uno sguardo di Rodrigo Borgia.

  • Rodrigo: Bene.
    (A Carlo) Messer Grimaldi, siete quello più vicino a Mocenigo, il vostro compito è vitale. Serviteci bene, e non verrete dimenticato.

Carlo annuisce con un segno del capo.

  • Rodrigo: Venite.

Il gruppo riprende a camminare.

  • Rodrigo: Non voglio spargimenti di sangue, intesi? Deve sembrare una dipartita naturale.
  • Carlo: Certo, Maestro.
  • Rodrigo: Quando siete più vicino a lui?
  • Carlo: Ho libero accesso al Palazzo. Forse non gli importa di quanto ho da dire, ma mi considera uno dei più fidati.
  • Rodrigo: Bravo. Allora voglio che penetriate nelle cucine e gli avveleniate il cibo.
  • Carlo: Sarà fatto.
  • Rodrigo: Marco, potete procurarci un tossico adatto alla bisogna?
  • Marco: Mi rimetto a mio cugino. Questa è più materia di sua competenza.
  • Rodrigo: Ah, Silvio...
  • Silvio: Al vostro servizio, Maestro.
  • Rodrigo: Che potete trovare per l'occorrenza?
  • Silvio: Conferirò con i miei contatti sulla strada, ma dovrei riuscire a procurarmi della cantarella.
  • Rodrigo: Si, e che cos'è?
  • Silvio: Una variante dell'arsenico molto efficace e difficile da rintracciare.
  • Rodrigo: Ah, bene, bene. Allora è deciso.

I Templari raggiungono e si fermano sul Ponte di Rialto.

Parenti Serpenti 9.png

Radrigo parla con i congiurati.

  • Marco: Perdonate, Maestro, ma non state forse rischiando troppo? Farvi coinvolgere così da vicino nelle minuzie dei nostri piani.
  • Rodrigo: Ritengo necessario un mio coinvolgimento più diretto. I Pazzi ci hanno deluso a Firenze. Spero non facciate lo stesso.
  • Silvio: Non avete da temere. I Pazzi erano solo un branco di-
  • Rodrigo: (Interrompendo Silvio) I Pazzi erano una famiglia potente e venerabile, ridotta in cenere da un giovane Assassino. Non sottovalutate questo nemico importuno che ora si aggira per la città, o i Barbarigo faranno la stessa fine. Esigo che si agisca senza indugio.

Rodrigo si guarda intorno con circospezione, poi torna a parlare ai suoi adepti.

  • Rodrigo: Bene, devo rientrare a Roma. Il tempo stringe. Non deludeteci.

I quattro salutano Rodrigo con un inchino. Dopodiché ognuno va per la propria strada, ponendo fine all'incontro.

  • Ezio: Che idiota sono! Avrei dovuto tenerli d'occhio! Bisogna che vada a trovare Antonio se voglio rimediare al guaio che ho combinato.

Ezio si dirige al Palazzo della Seta per parlare con Antonio de' Magianis.

Risultato

Ezio scopre i piani dei Templari riguardanti Venezia.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale