Fandom

Assassin's Creed Wiki

Qulan Gal

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Assassini.pngEraicon - AC2.pngEraicon - Brotherhood.pngEraicon - Memories.pngEraicon - Crociata Segreta.png

"Questo è il nostro ruolo, Nerkaa. Gli ultimi di noi devo restare in piedi ed essere tenaci contro i tanti."
―Qulan Gal[src]
Qulan Gal
Qulan Gal.png
Informazioni biografiche
Periodo storico

Basso Medioevo

Informazioni politiche
Affiliazioni

Assassini

Altre informazioni
Appare in

La Crociata Segreta
Assassin's Creed II
Brotherhood
Memories

Qulan Gal è stato un noto arciere ed un membro del ramo mongolo dell'Ordine degli Assassini. Divenne uno degli Assassini più noti della storia per il suo coinvolgimento nell'uccisione del conquistatore Genghis Khan e nel furto della sua Spada dell'Eden.

Biografia

Primi anni

Non si sa nulla della vita di Qulan Gal, senonché era un rinomato arciere di una tribù locale di Xing-ging. Ben presto la sua abilità da tiratore gli valse un'invito nell'Ordine degli Assassini, che accettò volentieri. Nel corso del XIII secolo, la Mongolia era divenuta territorio di conquiste per il generale Genghis Khan, che aveva sopraffatto ogni tentativo di resistenza. Ciò era dovuto principalmente al potere di una Spada dell'Eden, un antico manufatto risalente alla Prima Civilizzazione. Con la risultante presa di potere di Gengis Khan, Qulal Gal giurò di ucciderlo e di prendere la sua spada per la Confraternita.

Collaborazione con Altaïr

Circa nel 1217, Qulan Gal entrò in contatto con il Mentore del ramo levantino della Confraternita, al quale richiese aiuto per sconfiggere una volta per tutte Genghis Khan. Il famigerato Assassino giunse in Mongolia intorno al 1227, accompagnato da sua moglie Maria e suo figlio Darim. Accolti i tre lungo i confini del crescente impero mongolo, si misero in viaggio verso Xing-gin, ultima tappa delle conquiste nemiche. Durante il tragitto incapparono nell'accampamento di Jochi Khan, che Gal uccise insieme a Darim sfruttando del cibo avvelenato. Successivamente raggiunsero anche il bivacco del conquistatore. Così Altaïr e Gal si infiltrarono nel campo, protetti da Darim e Maria, i quali avrebbero eliminato eventuali pericoli grazie alla loro abilità con la balestra. Tuttavia, per via della sua anzianità, Altaïr perse buona parte della circospezione di cui un tempo era padrone, e per questo, venne avvistato da una delle guardie.

Il soldato riuscì a ferire l'Assassino alla gamba, ma venne uccisa da Qulan Gal prima che potesse dare l'allarme. Dopodiché, Qulan riuscì a trasportare Altaïr al di fuori dell'accampamento senza essere notato. Privato della forza per combattere, l'Assassino lasciò a Darim il compito di assistere Gal nel completamento della missione. Così i due posizionarono il cadavere di un soldato in un zona ben visibile del campo, così da far uscire allo scoperto Genghis Khan. Sentendo il fiato della morte sul collo, il conquistatore tentò di fuggire a cavallo, venendo però fermato da una freccia scoccata da Gal. Infine Darim completò la missione uccidendo Genghis Khan con un colpo secco di balestra. Rubata la spada, confermatasi un Frutto dell'Eden, la squadra uscì dall'accampamento.

Guerra contro i Khan

Tempo dopo Gal liberò il suo apprendista Nergüi, che era stato imprigionato dalle guardie dopo essere stato scoperto nel corso di una ricognizione. Molti anni dopo la morte del conquistatore, Qulan si preparava a completare l'addestramento di Nergüi, che come ultima missione dovette uccidere un'ufficiale dell'esercito che era stato inviato con il suo reggimento a Samarcanda. Completata la missione con la massima efficienza, Gal accompagnò il suo apprendista dal loro Mentore.

Quest'ultimo lo iniziò ufficialmente nella Confraternita. Nel 1241 scoprirono che Batu Khan stava guidando l'Orda d'Oro lungo i confini della Russia, con l'intento di conquistarla. Per arrestare la sua avanzata, Gal e Nergüi uccisero rispettivamente Chagatai e Ögedei Khan, in modo che il trono imperiale restasse senza un erede e Batu ritornasse in patria per salvaguardare l'onore di famiglia.

Eredità

Il ruolo determinante che Qulan Gal ebbe durante l'assassinio di Genghis Khan e nell'acquisizione della Spada dell'Eden, gli diedero grande fama e gloria, tanto da essere ricordato come uno degli Assassini più abili della storia. In suo onore venne retta una statua sotto il Santuario di Villa Auditore a Monteriggioni, in Italia.

Nei primi anni del rinascimento, la salma e le urne cinerarie di Gal vennero trasferite alla Rocca di Ravaldino a Forlì. Successivamente il sigillo nascosto nella cripta venne recuperato dall'Assassino Ezio Auditore da Firenze, che lo usò per sbloccare l'Armatura di Altaïr nascosta sotto al Santuario di Villa Auditore.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso