Fandom

Assassin's Creed Wiki

Rinascita

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Unity.png

Rinascita è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Arno Dorian, rivissuta da un Iniziato nel 2014 attraverso il sistema Helix dell'Animus.

Descrizione

Arno ormai libero, si mette alla ricerca di Pierre Bellec dopo aver parlato con Élise.

Dialoghi

Arno raggiunge la Saint-Chapelle.

  • Arno: Suppongo che un normale indirizzo sia banale.

Arno inizia a scalare le mura della chiesa.

  • Arno: Cosa dovrei farci con questo medaglione?
    Questo medaglione c'entra di sicuro.
    Cosa dovrebbe illuminare la luce?

Arno raggiunge nota un meccanismo sopra la balconata superiore, che usato sfruttando il medaglione.
La sua attivazione delina uno specifico percorso che gli Assassini possono percorrere tramite la corsa acrobatica. Dopo aver completato il percorso, il ragazzo esegue un salto della fede giungendo nel covo della Confraternita. Percorrendo il corridoio principale, incontra Bellec.

  • Bellec: Ci hai messo tanto, idiota.

Arno segue Bellec fino alla sala del Consiglio.

  • Arno: Cos'è questo posto?
  • Bellec: Un rifugio. Qui studiamo e ci addestriamo. Lontano da sguardi indiscreti.
  • Arno: Sono finito in un'altra prigione?
  • Bellec: Non è una prigione. Questa è una rete. Da questi tunnel si raggiunge qualsiasi posto della città, senza farsi vedere. Abbiamo occhi ovunque.
  • Arno: Davvero? Non mi sembra che si veda molto. Non preferiresti avere un po' di panorama?
  • Bellec: Utilizziamo questo posto da seicento anni, idiota.
  • Arno: Uhm. E da quando sei qui da solo al buio ad aspettarmi?
  • Bellec: Non molto. Guillaume ti ha visto dal campanile.

I due superano la fine del corridoio e giungono alla sala principale.

  • Arno: Beh, un'entrata notevole.
  • Bellec: Mi prendi in giro?
  • Arno: No, no! Davvero, molto teatrale
  • Bellec: Zitto. Ci siamo.

I due giungono al cospetto del Consiglio degli Assassini. Il Mentore Mirabeau invita dunque l'iniziato a presentarsi davanti al Consiglio.

  • Mirabeau: Il candidato si avvicini.

Il Consiglio si alza in piedi.

  • Mirabeau: Allora. Il figlio di Charles Dorian torna da noi. Bellec dubitava che venissi. Hai cambiato idea?
  • Arno: Sono stanco dei miei continui fallimenti. Il signor de la Serre, mio padre... Io voglio rimediare.
  • Beylier: La morte del Gran Maestro de la Serre pesa su di te. Perché? Impugnavi tu la lama?
  • Arno: Ha importanza? La colpa è comunque mia.

Sophie Trenet si rivolge a Bellec.

  • Trenet: È schiacciato dalla colpa. Tu ti fidi davvero di lui?
  • Bellec: Sì, mi fido. Perché è in grado di affrontare tutte le prove. E può fare grandi cose.
  • Mirabeau: Molto bene.

Il Mentore inizia a rivolgersi ad Arno, avviando il rituale di iniziazione.

  • Mirabeau: Dall'oscurità, entrerai nella luce. Dalla luce, tornerai nell'oscurità. Sei pronto a compiere la via dell'aquila?
  • Arno: Se è il vostro modo per chiedermi se voglio aiutarvi, sì.

Mirabeau indica una coppa sotto alla cripta dalla sala.

  • Mirabeau: Allora bevi.

Arno beve dalla coppa e intraprende un viaggio ancestrale in preda ad uno stato allucinogeno.

  • Arno: Cosa succede? Ehi!

Arno inizia a rammentare il giorno della morte di suo padre.

  • Arno: Non posso venire, padre?
  • Charles: Forza, figliolo. Tu resta qui ad aspettarmi. Io tornerò quando la lancetta arriverà in cima. E non devi combinare guai.

Arno inizia ad invocare l'immagine di suo padre, invano.

  • Arno: Padre!
  • Charles: Dov'è il ragazzo? Gli avevo detto di restare qui. Dobbiamo andarcene da qui.
  • Arno: Padre eccomi! Sono qui!

Arno osserva suo padre mentre viene assassinato.

  • Arno: Padre attento! No!

Arno raggiunge il corpo esanime di suo padre. Questo svanisce, ed Arno inizia a rammentare l'omicidio di de la Serre. Intanto inizia a rincorrere il sicario nel suo subconscio.

  • Élise: Hai causato parecchio fermento direi.
  • Arno ricordo: Che devo dire? Eri un cattivo esempio.
  • Élise: Ah! Eri tu il peggiore.

Vaghe immagini della lettera con cui avrebbe potuto salvare il patrigno iniziano ad affollarsi nella mente del giovane.

  • Arno: Se la lascio qui il signor de la Serre la vedrà al suo ritorno.

Il ricordo scompare, venendo nuovamente sostuito con il momento della morte del Gran Maestro.

  • Élise: Vai li distraggo io.

Arno raggiunge il sicario, uccidendolo con le tattiche insegnategli da Bellec. Espiato il cardine delle sue colpe, Arno ritorna in sè. Con ciò, il Consiglio termina il rito di iniziazione.

Rinascita 12.jpg

Arno viene introdotto nella Confraternita degli Assassini.

  • Mirabeau: Queste sono le parole le parole degli antenati. Le parole che riassumano il nostro credo.
  • Beylier: Non affondare la lama nella carne innocente.
  • Trenet: Nasconditi in piena vista.
  • Quemar: Non compromettere la Confraternita.
  • Mirabeau: Scolpisci queste regole nella tua mente. Seguile, e sarai elevato. Infrangile, e sarai morto. Alzati Assassino.

Arno riceve la lama celata.

  • Mirabeau: Arno Dorian è morto. E cancellato dal mando, e i suoi peccati e fallimenti insieme a lui. Stanotte rinasce, adepto della Confraternita degli Assassini.

Risultato

Arno si unisce agli Assassini.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso