Fandom

Assassin's Creed Wiki

Salto della fede

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC1.pngEraicon - AC2.pngEraicon - Brotherhood.pngEraicon - Revelations.pngEraicon - AC3.pngEraicon - AC4.pngEraicon - Unity.pngEraicon - Rogue.pngEraicon - Bloodlines.pngEraicon - Discovery.pngEraicon - Liberation.pngEraicon - Chronicles China.pngEraicon - Project Legacy.pngEraicon - Crociata Segreta.pngEraicon - The Fall.pngEraicon - Fumetto Francese.pngEraicon - Ascendance.png

"Ogni fratello si getta da una torre e atterra sano e salvo in un mucchio di fieno. Sono liberi, come aquile. Non esito: la caduta si trasforma in volo. Che sensazione magnifica!"
Perotto Calderon riflette sul suo salto della fede di iniziazione[src]
Gloria 2.png

Altaïr, Rauf ed un terzo Assassino eseguono il salto della fede a Masyaf.

Il salto della fede è uno dei movimenti della corsa acrobatica, che consiste nel gettarsi da una struttura molto alta per poi atterrare indenni su un materiale che ammortizzi la caduta.[1]

Il movimento è da secoli utilizzato dai membri dell'Ordine degli Assassini e parte integrante del loro rito di iniziazione.[2]

Storia

La manovra consiste tradizionalmente in un salto verticale in posizione completamente eretta, seguito da una capriola eseguita a mezz'aria che permette a chi esegue il movimento di atterrare sulla schiena.[1]

Il movimento può anche essere eseguito semplicemente avanzando verso la sporgenza di un edificio o una trave e lasciandosi successivamente cadere.[2]

Una maniera alternativa di eseguire il salto della fede consiste nel lasciarsi cadere di schiena mentre si è appesi ad una sporgenza.[3]

All'interno della simulazione virtuale dell'Animus, le zone dalla quale è possibile eseguire un salto della fede sono spesso contrassegnati da volatili di piccole o grandi dimensioni con del fieno, oppure da dei piccioni appollaiati sul cornicione corrispondente.[1]

Medioevo

Nel 1191, durante l'assedio di Masyaf, Rashid ad-Din Sinan ordinò ad alcuni Assassini di eseguire un salto della fede prima dell'attacco dei soldati Templari. Il gesto avrebbe dovuto dimostrare ai nemici che gli Assassini non temevano la morte. Inoltre, dopo aver eseguito il salto, Altaïr Ibn-La'Ahad poté scalare una torre difensiva da cui, attivando una trappola precedentemente preparata, fece cadere una cascata di tronchi sugli assalitori, che dovettero ritirarsi.[1]

Il salto della fede era utilizzato comunemente dagli Assassini per scendere a terra dopo avere scalato un punto d'osservazione, sotto la quale era sempre presente un luogo sicuro dove atterrare. Tuttavia, poteva essere utilizzato per scendere rapidamente a terra dopo aver scalato qualunque edificio, a patto che sotto fosse presente un materiale con cui ammortizzare la caduta.[1]

Gli Assassini erano soliti utilizzare la manovra anche per sfuggire alle guardie che li inseguivano sui tetti, poiché queste non erano in grado di eseguirla.[1]

Rinascimento

AC2 S 074 Leap Of Faith Tuscany SanGimignano-thumb-640xauto-9613.jpg

Ezio esegue un salto della fede a San Gimignano.

Al contrario di Altaïr, che era in grado di atterrare solamente su covoni di fieno, Ezio Auditore da Firenze eseguiva il salto della fede atterrando anche in acqua e altre tipologie di materiale morbido, come carretti pieni di spezie o fiori.[3]

Durante la liberazione di Roma, Ezio era solito utilizzare il salto della fede per lasciare rapidamente una torre dei Borgia che aveva appena dato alle fiamme.[2]

Per tradizione, gli Assassini eseguivano un salto della fede al termine del loro rito di iniziazione. Lo stesso Ezio eseguì il salto dalla cima di un campanile di Venezia.[3] Nello stesso modo, i suoi apprendisti romani eseguivano il salto della fede dalla cima del covo degli Assassini dell'Isola Tiberina atterrando nel Tevere.[2]

XVIII secolo

L'Assassino Ratonhnhaké:ton era in grado di effettuare il salto della fede anche da grandi altezze. Nella Frontiera atterrava su mucchi di foglie, mentre nelle città era capace di atterrare su carri di fieno in movimento. Ratonhnhaké:ton poteva effettuare il salto da precipizi altissimi e riusciva ad atterrare anche in acqua.[4]

Età d'oro della pirateria

Il pirata Edward Kenway era in grado di eseguire il salto della fede, spesso cadendo in acqua.

Tempi moderni

Nel 2000, Daniel Cross eseguì un salto della fede per fuggire dalla sede degli Assassini di Dubai subito dopo aver istintivamente assassinato il Mentore con la lama celata che l'uomo gli aveva appena donato.[5]

Successivamente, il 16 settembre 2012, Desmond Miles eseguì il suo primo salto della fede dalle mure di cinta della città di Monteriggioni dopo aver visto il suo antenato Ezio Auditore farlo a causa dell'effetto osmosi. Eseguì un altro salto della fede mentre esplorava le gallerie di epoca romana sotto al Campidoglio il 10 ottobre dello stesso anno.[2]

Molte reclute della Abstergo Industries eseguirono dei salti della fede all'interno delle simulazioni nelle quali venivano addestrate durante il Programma di Addestramento Animi.[2][6]

Anche gli utenti della versione console dell'Animus distribuita da Abstergo Entertainment potevano eseguire dei salti della fede all'interno delle simulazioni.[4]

Curiosità

Assassin's Creed
  • Durante l'assedio di Masyaf, Al Mualim ordina ad Altaïr, Rauf e ad un altro Assassino di mostrare ai Templari "cosa vuol dire non avere paura"; i tre eseguono un salto della fede gettandosi in un precipizio. La scena fa riferimento ad un episodio raccontato nel romanzo Alamut, da cui nacque l'idea originale della saga, dove Ḥasan-i Ṣabbāḥ ordina a degli Assassini di gettarsi da una rupe per dimostrare il suo potere come capo spirituale.
  • Il posizionamento dei covoni di fieno all'interno della simulazione dell'Animus non è casuale. Lucy Stillman spiega infatti a Desmond che la posizione dei covoni di fieno e degli uccelli che li indicano sono stati programmati per aiutare la navigazione all'interno dei ricordi.
Assassin's Creed II
  • Quando viene inseguito da Ezio, Francesco de' Pazzi si getta dai bastioni di Palazzo della Signoria atterrando in un carro di fieno per fuggire velocemente. Questo è il primo caso registrato di salto della fede eseguito da un uomo non appartenente all'Ordine degli Assassini.
  • Eseguendo un salto della fede dalla cima del campanile di Giotto si ottiene il obiettivo/trofeo "Vertigine".
  • Ezio è obbligato ad eseguire un salto della fede alternativo almeno una volta. Al termine del ricordo "Uccellino In Gabbia", dopo aver parlato con il padre, infatti si getta all'indietro dalla torre di Palazzo della Signoria e atterra in un mucchio di fieno.
Assassin's Creed: Brotherhood
  • Quando Desmond esegue il suo primo salto della fede, Lucy commenta "Desmond, io davvero... non ho parole." Ciò può suggerire che nel 2012 poche persone siano in grado di eseguire un salto della fede.
Assassin's Creed: Revelations
  • La manovra viene rinominata balzo della fede.
  • Vali cel Tradat esegue un salto della fede, diventando il secondo Templare ad eseguire tale movimento. Tuttavia Vali era stato un Assassino prima di unirsi ai Templari.
Assassin's Creed III
Assassin's Creed IV: Black Flag
  • Anche da pirata Edward Kenway sapeva eseguire il balzo, diventando uno dei personaggio ancora non affiliati agli Assassini a compiere il gesto.

Galleria

Note

Inoltre su Fandom

Wiki a caso