Fandom

Assassin's Creed Wiki

Samuel Adams

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC3.png

"Se ami la ricchezza più della libertà, la tranquillità dell'asservimento al vivace cimento della libertà, vai in pace, cercati un'altra casa. Non chiediamo i tuoi consigli né le tue braccia. Accucciati e lecca le mani che ti nutrono. Possa il peso delle tue catene esserti lieve e possano i posteri dimenticare che fosti uno di noi."
―Samuel Adams
Samuel Adams
Samuel Adams.png
Informazioni biografiche
Nato

27 settembre 1722
Boston,
Nord America britannico

Morto

2 ottobre 1803
Boston, Stati Uniti d'America

Periodo storico

Rivoluzione Americana

Informazioni politiche
Affiliazioni

Sons of Liberty
Assassini (Alleato)

Altre informazioni
Appare in

Assassin's Creed III

Doppiatore

Diego Sabre

Samuel Adams (27 settembre 1722 - 2 ottobre 1803) è stato uno statista ed un pensatore politico americano, nonché uno dei Padri fondatori degli Stati Uniti d'America.

Nel periodo in cui nelle colonie nord americane infuriava la Rivoluzione Americana, conobbe l'Assassino Ratonhnhaké:ton, a cui insegnò come diminuire la notorietà. Da quel momento in poi, i due si aiutarono vicendevolmente più volte nei casi in cui gli interessi di entrambi coincidevano.

Biografia

Primi anni

Samuel Adams nacque a Boston, nella colonia del Massachusetts, il 27 settembre 1722 da Samuel Adams Sr. e Mary Fifield. In un epoca in cui la mortalità infantile era molto alta, Samuel fu uno dei soli tre figli su dodici della coppia a raggiungere i tre anni di età.[1]

Samuel frequentò la Boston Latin School e successivamente, nel 1736, entrò all'Harvard College. I suoi genitori speravano che questa scuola lo preparasse per il ministero, ma Adams presto iniziò ad interessarsi di politica. Nel 1740 Samuel completò i suoi studi ed ottenne un master nel 1743. Nello stesso anno, incerto sul suo futuro, sebbene pensasse di diventare un avvocato, decise di entrare in affari. Lavorò presso Thomas Coushing, ma per poco tempo, perché il suo datore di lavoro era preoccupato del fatto che Samuel fosse più interessato alla politica che al lavoro commerciale. Per un po' di tempo lavorò in proprio, grazie al prestito di mille sterline offertogli dal padre.[1]

Nel 1747, non appena intraprese la carriera polita, fu eletto al suo primo ufficio e nel 1756, divenne esattore dal Town Meeting di Boston, carica che gli fornì un piccolo reddito. Grazie alla sua influenza politica, dopo aver riunito le persone che come lui erano contrarie a certi provvedimenti presi dal governo britannico per le colonie, Adams si unì al gruppo di protesta chiamato Boston Caucus. Successivamente, il gruppo si unì ad altre organizzazioni analoghe, come i Loyal Nine, dando vita ai Sons of Liberty, di cui Adams divenne poi uno dei maggiori esponenti.[1]

L'aiuto a Ratonhnhaké:ton

Il Ricercato Di Boston 3.png

Samuel mostra a Ratonhnhaké:ton come far perdere le proprie tracce.

Nel 1770, Samuel incontrò a Boston il giovane apprendista Assassino del suo amico Achille Davenport, Ratonhnhaké:ton. Samuel, sapendo che il ragazzo era ricercato dalle autorità che lo avevano accusato di essere il responsabile del massacro del giorno stesso, gli spiegò come fare perdere le proprie tracce. Strappò un manifesto che richiedeva l'arresto del ragazzo, poi gli disse di cercarne degli altri e di fare lo stesso.[2]

Dopo che Ratonhnhaké:ton ebbe strappato altri manifesti, Samuel lo incontrò nei pressi del mercato della città. Lì, Samuel gli presentò uno dei banditori incaricati di ricordare al popolo di fornire informazioni utili alla sua cattura, poi gli mostrò come fosse facile corrompere lui ed i suoi colleghi. Dopo aver ricevuto una somma di denaro, infatti il banditore annunciò ai cittadini di Boston presenti che il ragazzo ricercato era fuggito verso il nord.[2]

In Incognito 1.png

Samuel guida Ratonhnhaké:ton nei tunnel sotterranei.

Dopodiché, Samuel accompagnò Connor ad una botola che conduceva a dei tunnel sotterranei segreti scavati dai Massoni sotto la città di Boston.[2] Dopo avergli spiegato l'origine dei tunnel, Samuel gli spiegò come destreggiarcisi all'interno e lo guidò verso una delle uscite, che però trovarono chiusa. Fortunatamente, il ragazzo, che era in grado di scassinare facilmente delle serrature, aprì la porta ed i due uscirono dai tunnel segreti.[3]

Samuel incontrò poco dopo il ragazzo, che era ancora ricercato dalle autorità, in una stamperia nei pressi del porto a nord della città. Lì, Samuel chiese alla stampatore se fosse possibile cambiare qualcosa nella stampa in modo che Connor non fosse più ricercato. Lo stampatore, amico di Samuel, gli fece il favore di cambiare la stampa e Ratonhnhaké:ton tornò ad essere uno sconosciuto per le autorità di Boston. Dopodiché, Adams accompagnò il giovane Assassino da un portuale, dicendogli che avrebbe potuto riaccompagnarlo alla tenuta di Davenport o ovunque avrebbe voluto andare.[4]

Boston Tea Party

"Questa riunione non può più fare niente per salvare il paese."
―Samuel Adams durante la riunione alla Old South Meeting House[src]
Sulle Tracce Di Johnson 13.png

Samuel presenta Molineaux e Chapheau a Ratonhnhaké:ton.

Un giorno del 1773, Samuel incontrò nuovamente Ratonhnhaké:ton al porto di Boston, che lo raggiunse mentre stava discutendo con altri uomini riguardo il da farsi per contrastare il Tea Act imposto dal governo britannico. Dopo averlo ringraziato per averlo tirato fuori da una discussione scomoda, Samuel invitò Connor a seguirlo ad un appuntamento con degli uomini con cui anche lui avrebbe avuto interesse a collaborare.[5]

Lungo il tragitto, i due videro degli esattori inglesi minacciare un uomo che non voleva versare le tasse al governo britannico. Connor invitò Samuel a proseguire da solo, aggiungendo che lo avrebbe raggiunto al luogo dell'incontro dopo aver aiutato l'uomo.[5]

Raggiunta la taverna indicata come il luogo dell'appuntamento, Samuel presentò a Ratonhnhaké:ton il proprietario del locale, William Molineux, ed il suo nuovo cuoco, Stephane Chapheau, lo stesso uomo che l'Assassino aveva aiutato poco prima ad eliminare gli esattori inglesi. Lì, gli uomini discussero sul da farsi per contrastare la tassazione imposta dal governo britannico sul tè, informando Connor che William Johnson, uno dei suoi bersagli Templari, si stava arricchendo grazie al contrabbando della bevanda stessa. L'Assassino, visto che i loro interessi coincidevano, accettò di collaborare alla lotta contro la tassazione inglese.[5]

Il Tea Party 8.png

Samuel Adams durante l'attacco alle navi cariche di tè.

Il 16 dicembre del 1773, Samuel Adams abbandonò un incontro alla Old South Meeting House di Boston, indetto per decidere il da farsi per protestare contro il Tea Act imposto dal governo britannico, poiché credeva che oramai discutere non sarebbe servito più a nulla e che si sarebbe dovuto agire per cambiare le cose. Uscito dall'edificio, Adams incontrò Ratonhnhaké:ton, William Molineux e Stephane Chapheau, con i quali si diresse al porto, dove le navi cariche di tè erano in attesa di scaricare la propria merce. Il gruppo, insieme ad altri membri dei Sons of Liberty e ad alcuni coraggiosi cittadini di Boston, attaccò le navi cariche di tè e gettò le casse contenenti le merci in mare.[6]

Le attività di Samuel, come le azioni di boicottaggio, la resistenza agli atti coercitivi imposti dal governo britannico nel 1774, non sfuggirono agli inglesi, che nel 1775 ordinarono il suo arresto, costringendolo a lasciare Boston. Rifugiatosi nella piccola città di Lexington, Samuel fu costretto a fuggire nuovamente poiché il maggiore inglese John Pitcairn, al comando di diverse centinaia di soldati, marciò nell'aprile dello stesso anno sulla città e su quella di Concord con l'obiettivo di ucciderlo e di distruggere i depositi di armi dei patrioti situati lì.[7]

Secondo congresso continentale

"Un conto è proclamare l'indipendenza, ma noi, amico mio, dobbiamo cercare di difenderla."
―Samuel Adams a Ratonhnhaké:ton il giorno della firma della dichiarazione di indipendenza[src]
Venti Di Guerra 1.png

Samuel parla con Ratonhnhaké:ton durante il secondo congresso continentale.

Nello stesso anno, Samuel Adams divenne uno dei membri del secondo congresso continentale. In una delle riunioni del congresso, svoltasi a Philadelphia a metà del giugno del 1775, Samuel invitò ad assistervi il suo amico Ratonhnhaké:ton. Mentre i due erano intenti ad ascoltare il discorso al congresso di George Washington, appena nominato comandante in capo dell'Esercito Continentale, Ratonhnhaké:ton riconobbe commentare una parte del discorso la voce di Charles Lee, seduto dietro di loro. Ricordando ciò che Lee fece al suo villaggio e a sua madre quando lui era ancora molto piccolo, Connor gli si avvicinò per affrontarlo. Samuel però, ritenendo che ciò che l'Assassino stava per fare non fosse la cosa più utile per la causa americana, lo fermò e lo presentò a Washington, che aveva appena concluso il suo discorso. Dopo una breve discussione, il generale si allontanò per andare a parlare con Lee, che a suo dire aveva probabilmente preso male la sua nomina a comandante in capo. Rimasti soli, Samuel consegnò a Connor una lettera, dicendogli di portarla a Bunker Hill al generale Israel Putnam, che avrebbe potuto fargli trovare John Pitcairn.[8]

Esecuzione Pubblica 14.png

Samuel durante la firma della dichiarazione.

Nella riunione del congresso svoltasi a Philadelphia il 4 luglio del 1776, Samuel fu chiamato, insieme agli altri delegati, a ratificare la formale dichiarazione di indipendenza delle colonie americane del governo britannico. Durante l'incontro, Samuel confidò a Connor come quell'evento fosse anche merito delle sue azioni a favore dei patrioti americani. Dopo che l'Assassino gli disse che aveva bisogno di parlare con i comandante in capo, Adams gli disse che avrebbe potuto trovarlo a New York, su cui l'esercito inglese stava ormai marciando. Poi, gli chiese di continuare ad aiutare i patrioti come aveva fatto fino a quel momento per difendere l'indipendenza appena dichiarata formalmente.[9]

Ultimi anni

Dopo il suo ritorno a Boston nel 1779, Samuel contribuì, insieme a suo cugino John Adams, che poi diventerà il secondo presidente degli Stati Uniti d'America, e James Bowdoin a redigere la Costituzione del Massachusetts.[1]

Dopo la fine della guerra di indipendenza, venne eletto vice governatore del Massachusetts nel 1789. Dopo la morte del governatore John Hancock, avvenuta nel 1793, Samuel ne assunse le funzioni fino all'anno seguente, momento in cui ottenne formalmente lui stesso la nomina. Ricoprì la carica di governatore fino al 1797, anno in cui rinunciò al secondo mandato, ritirandosi dalla vita politica.[1]

Malato di quello che al giorno d'oggi viene chiamato tremore essenziale, Samuel Adams morì a Boston il 2 ottobre del 1803 e venne sepolto al Granary Burying Ground.[1]

Realtà alternativa

In una realtà alternativa in cui George Washington si incoronò re di Stati Uniti con la Mela dell'Eden, Adams ha guidato la ribellione di Boston. La ribellione vacillò e Adams fu destinato a lasciarla per incontrarsi con i ribelli di Thomas Jefferson a New York.

Le sue azioni contro Re Washington lo fecero chiamare con il soprannome di "uomo con il cappuccio". Dopo aver liberato Benjamin Franklin dal controllo della mela, Ratonhnhaké:ton lo portò al nascondiglio di Adams, tanto per la sua rabbia: Adams era arrabbiato per l'esecuzione di suo cugino Giovanni, e l'incendio della Old North Church, ma Ratonhnhaké:ton convinse Adams a risparmiare Franklin a causa delle informazioni che avrebbe fornito.

Franklin e Ratonhnhaké:ton lavorarono per costruire una chiave in modo da infiltrarsi nela fortezza di Washington, lasciò la città con Kanen'tó:kon, dopo che questi apprese che il capitano a Fort Southgate che era in sintonia con i ribelli. Tuttavia, questo si è rivelato essere uno stratagemma creato da Israel Putnam per intrappolare gli uomini di Adams. Dopo il massacro dei ribelli, Putnam uccise Adams. Dopo aver scoperto questo, Franklin e Ratonhnhaké:ton partirono per raggiungere New York, dal mare.

Caratteristiche e personalità

Come Achille, Adams è stato un mentore per Ratonhnhaké:ton; gli ha insegnato come girare liberamente per le città e come diventare anonimo, corrompere i banditori o gli addetti alle stamperie. Era anche un uomo molto scaltro e devoto alla libertà, infatti fece girare la voce che furono i lealisti a sparare per primi a Lexington.

Così facendo il popolo avrebbe appoggiato i patrioti. Egli era anche contro la schiavitù; infatti durante un discorso con Ratonhnhaké:ton gli disse che una volta liberate le colonie dalla corona britannica avrebbe iniziato la lotta contro la schiavitù.

Galleria

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 Samuel Adams su Wikipedia
  2. 2,0 2,1 2,2 Il Ricercato Di Boston - Assassin's Creed III
  3. In Incognito - Assassin's Creed III
  4. Fermate La Stampa - Assassin's Creed III
  5. 5,0 5,1 5,2 Sulle Tracce Di Johnson - Assassin's Creed III
  6. Il Tea Party - Assassin's Creed III
  7. La Cavalcata Notturna - Assassin's Creed III
  8. Venti Di Guerra - Assassin's Creed III
  9. Esecuzione Pubblica - Assassin's Creed III


Inoltre su Fandom

Wiki a caso