Fandom

Assassin's Creed Wiki

Stede Bonnet

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - AC4.png

Stede Bonnet
Stede Bonnet render.png
Informazioni biografiche
Nato

1688
Bridgetown, Barbados

Morto

10 dicembre 1718
Charleston,
Nord America Britannico

Periodo storico

Età d'oro della pirateria

Informazioni politiche
Affiliazioni

Pirati

Altre informazioni
Appare in

Black Flag

Stede Bonnet (Barbados, 1688 - Nord Carolina, 10 dicembre 1718) è stato un mercante e successivamente un pirata che ha agito nel Mare delle Indie Occidentali durante l'età d'oro della pirateria. Nonostante non avesse la tempra e le qualità di un vero pirata si attirò la simpatia ed entrò in collaborazione con il ben più temibile pirata Edward Thatch. Fu anche un amico di Edward Kenway.

Biografia

Primi Anni

Stede Bonnet nacque nella colonia inglese di Barbados nel 1688, vivendo una giovinezza tranquilla nell'ampio podere dei suoi genitori, Edward e Sarah Bonnet. Nel 1694, anno della morte del padre, la dimora e i suoi quattrocento acri di terreno passarono a Stede in eredità.

Il 21 novembre del 1709, il giovane sposò Mary Allamby a Briedgetown con cui ebbe due figli. Bonnet si pentì di questa scelta e probabilmente scelse la carriera di mercante proprio per stare il più tempo possibile lontano dalla bisbetica moglie.

Incontro con Edward Kenway

Edward: Sono Duncan, il vostro nome amico?
Stede: Stede, Stede Bonnet.
―Il primo incontro tra Stede ed Edward[src]

Nel 1715 Stede era in rotta verso L'Avana, quando un giorno attraccò la sua nave nei pressi di Capo Bonavista. Lì venne aggredito da alcuni soldati della British Army che lo scambiarono per un pirata. I soldati vennero però affrontati e sconfitti dal pirata Edward Kenway, nascosto sotto l'identitá del defunto Assassino Duncan Walpole. Visto che Bonnet era in possesso di una goletta, Edward - che era uscito da una disastrosa battaglia navale durante la quale fece naufragio chiese come ricompensa dell'aiuto un passaggio verso la capitale cubana. Raggiunta quest'ultima i due si recarono presso una taverna dove Bonnet avrebbe dovuto trattare con dei mercanti. Tuttavia Kenway scatenò una rissa con alcuni marinai inglesi, causando l'intervento dei militi locali.

Il pirata riuscì a scappare, abbandonando momentaneamente Stede, al quale sequestrarono le merci. Poco dopo i due si rincontrarono al porto ed Edward, che voleva introdursi segretamente al Castillo de la Real Fuerza, promise a Stede di recuperare lo zucchero rubato dai soldati. Edward però non mantenne la promessa e Stede se ne andò a mani vuote. Prima che partisse però, Edward rivelò al mercante il suo vero nome e la sua vera natura da pirata, offrendogli una vita libera a Nassau. Inizialmente tentato, Bonnet rifiutò in virtù dei suoi doveri.

Pirateria

"Ho incontrato il signor Thatch alcuni mesi fa, e gli ho chiesto di prendermi sotto la sua ala."
―Bonnet ad Edward Kenway sulla sua alleanza con Barbanera[src]

Nel 1716 il desiderio di avventura di Stede lo spinse a diventare un bucaniere. Come pirata, Bonnet si rivelò presto del tutto inadatto. Invece di rubare o saccheggiare una nave, lui se ne comprò una che oltretutto era pure fuori dal target della pirateria. Questa nave piccola, ma veloce, fu comprata nella prima metà del 1717. Per non si sa quale ragione, lui la chiamò Vendetta. In più, Bonnet commise un'altra imprudenza: pagò l'equipaggio di tasca propria invece di dare loro un contratto da firmare per arruolarsi. Probabilmente lo fece credendo che cosí l'equipaggio non lo avrebbe mai deposto e ciò gli avrebbe permesso di tenere sempre il comando. Reclutò i suoi uomini dalle taverne e dalle distillerie di Bridgetown e finì arruolando circa settanta marinai. Nella sua carriera da pirata viene ricordata la sua alleanza con il celebre Edward Thatch, meglio noto come Barbanera. Con lui ed il vecchio amico Edward Kenway, partecipò all'assalto di un galeone inglese carico di farmaci che avrebbero sfruttato per curare la peste a Nassau.

Morte

Dopo poco tempo, essendo di caratteri molti diversi, i due si separarono e Stede Bonnet continuò a darsi alla pirateria in solitudine fino alla sua cattura, da parte del colonnello William Rhett. Il 10 novembre del 1718, Bonnet fu processato e condannato a morte tramite impiccagione. Il pirata tentò di difendersi scrivendo una bella quanto toccante lettera in cui diceva: "Vi prego, tagliatemi gambe e braccia, leggerò le scritture, tesserò le lodi di Nostro Signore, ma vi prego... Non impiccatemi!". La mente di Bonnet, che si stava disintegrando visibilmente, mosse molti abitanti della Carolina a compassione, in particolare, il pubblico femminile. Stede Bonnet fu impiccato a White Point, Charleston, il 10 dicembre del 1718. Si dice che come ultimo desiderio espresse che il suo cadavere venisse nascosto per timore che la moglie Mary potesse vendicarsi su di esso per averla abbandonata.

Caratteristiche e personalità

Bonnet non aveva il coraggio di essere un vero pirata né l'astuzia e la furbizia necessarie. Comunque aveva un buon cuore come dimostra quando perdona Edward per averlo abbandonato alla taverna con i soldati spagnoli. La sua simpatia e loquacità gli permetteranno di diventare un amico di Barbanera.

Galleria

Inoltre su Fandom

Wiki a caso