Fandom

Assassin's Creed Wiki

Un uomo d'affari

2 667pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Eraicon - AC4.png

Un uomo d'affari è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Edward Kenway, rivissuta da un impiegato dell'Abstergo Entertainment nel 2013 attraverso l'Animus Omega.

Descrizione

Dopo aver catturato Laureano Torres y Ayala, Edward Kenway ha elaborato un piano per catturare il Saggio: utilizzando l'oro del Templare, riuscirà a trovare lo schiavista Laurens Prins, che sostiene di averlo trovato.

Dialoghi

Edward Kenway giunge a Kingston a bordo della Jackdaw e incontra a terra il suo quartiermastro, Adéwalé, che sta osservando Laureano Torre e Laurens Prins.

  • Edward: Ecco come andrà: Torres incontra Prins e gli consegna parte del riscatto e gli dice che il resto è in arrivo. Quando vediamo il Saggio, tu porti il resto dell'oro, fai lo scambio e te ne vai. Io li sorveglierò da vicino.
  • Adéwalé: No, Kenway. In questo piano sei da solo con il rischio di perdere la fiducia della ciurma. Mi viene la nausea se penso di fare affari con quel lurido schiavista.
  • Edward: Andiamo, amico. Quando avremo il Saggio, saremo ricchi.

Adéwalé nota, lì vicino, l'Assassino James Kidd che sta sorvegliando il Gran Maestro e lo schiavista.

  • Adéwalé: Non certo se mastro Kidd ci arriva prima.
  • Edward: Kidd?

Edward si volta e nota anche lui James Kidd.

  • Edward: Cristo! È qui per ucciderlo.

Edward si avvicina a Kidd, mentre Adéwalé si allontana.

  • Kidd: Edward. Cosa diavolo ci fai tu qui?
  • Edward: Seguo questi uomini dal Saggio. Puoi aspettare che lo trovi?
  • Kidd: Il Saggio è qui?
  • Edward: Già. E Prins ci porterà dritti da lui.
  • Kidd: Va bene, amico. Trattengo la lama, per ora. Ma sbrigati!

Edward e Kidd pedinano Torres e Prins.

Un uomo d'affari 2.png

Edward pedina Torres e Prins.

  • Torres: Quanto è passato dal nostro ultimo incontro, signor Prins? Un anno?
  • Prins: Quasi diciotto mesi. Mi avete descritto la prima volta questo Roberts nel novembre del 1715.
  • Torres: Ah, sì. Molto è cambiato da quella volta, sapete? Non sono più governatore, per esempio. Mi sono dimesso l'anno scorso.
  • Prins: Ah. Non lo sapevo.
  • Torres: Quante chiese a Kingston. Forse gli inglesi hanno infine deciso di convertire gli schiavi alla fede cristiana?
  • Prins: (Ride) Convertirli! Oh, no, Torres. Nessuno qui è così stupido da farlo.
  • Torres: Stupido? Cosa intendete?
  • Prins: Non è peccato schiavizzare un cristiano? Quindi innalzare le loro anime da animali a umane sarebbe come invitare una bestia da soma alla propria tavola.
  • Torres: Scusate l'impazienza, ma quanto manca?
  • Prins: Ci siamo quasi.
  • Guardia: Non ti muovere, schiavo! Affronta la tua punizione da vero uomo.
  • Schiavo: Perché dovrei agire da uomo, ora, se mi è negato questo diritto da trent'anni?
  • Torres: Trovo tutto questo rivoltante. Nonostante tutto, credo che ogni uomo meriti rispetto e opportunità.
  • Prins: Ah, voi spagnoli. I vostri legami con i Mori vi hanno sporcato il sangue e vi hanno rammollito.
  • Torres: Questo non vuol dire che credo nell'uguaglianza di ogni razza e sesso. Certo gli uomini più capaci e acuti devono comandare, ma non si guadagna davvero dalla pratica della schiavitù. Nel breve termine rende bene, sì, ma alla lunga ci rende vittime del nostro successo.
  • Prins: Ah, ma io e voi, signore, siamo vecchi e non vedremo mai quel giorno. Che c'importa?
  • Torres: Per la virtù, se non altro.
  • Prins: Virtù? Oh, Torres, non intendo sprecare il mio tempo parlando degli schiavi e delle loro condizioni. Concludiamo questo affare e poi brindiamo da amici.
    È vero quel che si dice di voi, signore? Siete stato governatore della Florida?
  • Torres: Sì, sì. Molti hanno servito la Corona nella mia famiglia. È una dinastia di politici.
  • Prins: Ho sempre pensato all'eventualità di entrare in politica. Ma temo di avere troppi soldi e troppi pochi anni.
  • Torres: A proposito di voci, Prins. Ho sentito che eravate con Henry Morgan quando attaccò Panama. Fu nel '71 o sbaglio?
  • Prins: Oh, è vero, sì. Ma non bisogna sopravvalutare gli onori ottenuti sul campo di battaglia. Quell'assalto fu un duro colpo e un tremendo spreco di oro e di risorse. Soltanto molti anni dopo ho sguainato la spada al servizio di una causa più sicura e ben più redditizia. Viaggi e commerci. Eh, così si fanno i veri soldi. E, signore, vi dirò una cosa: l'onore lo si gusta assai meglio se lo si compra, anche se dura meno a lungo.[1]
  • Torres: Sono molto stanco. Siamo vicini?

I due giungono in un cimitero.

  • Prins: Sì, è qui. È assai meglio in campo neutro, no? Io mi fido dei Templari non più di quanto voi vi fidiate di me.
  • Torres: Oh, se avessi saputo dei vostri umori, vi avrei portato un bouquet di fiori.
  • Prins: Ah, chissà perché lo faccio. Per i soldi, suppongo. Un gran bel gruzzolo. Voi... siete venuto qui da solo, Torres?
  • Torres: Non solo, ma di certo senza compatrioti. Mi sono imbarcato su... un mercantile inglese.
  • Prins: Ah.

Edward raggiunge Kidd, che nascosto nel fogliame si prepara a colpire.

Un uomo d'affari 3.png

Edward e Kidd spiano Torres e Prins.

  • Kidd: È il momento.
  • Edward: No. Non finché non vediamo il Saggio.
  • Prins: Qui saremo tranquilli. Vediamo i soldi.

Torres prende un sacco di denaro e lo porge a Prins.

  • Torres: Non è che una parte del denaro. Il resto è qui vicino.
  • Prins: Sapete, mi duole vendere un uomo della mia razza per soldi, signor Torres. Ditemi di nuovo... Che ha fatto questo Roberts per farvi arrabbiare?
  • Torres: È un costume della pietà protestante che non conosco?

Prins, che ha notato Edward e Kidd, lancia il denaro a Torres, che lo prende sorpreso.

  • Prins: Forse un'altra volta.
  • Torres: Cosa?
  • Prins: La prossima volta, provate a non farvi seguire. (Alle guardie che lo accompagnano) Sistemateli!

Torres fugge e Prins si allontana, mentre cinque guardie si dirigono contro il pirata e l'Assassino.

  • Kidd: Hai sventato i miei piani, Kenway!
  • Edward: Per una buona causa!

Dopo aver ucciso le guardie, Kidd si allontana correndo.

  • Kidd: Hai perso l'occasione, ormai. Ora ammazzo Prins!
  • Edward: Kidd, no!

Edward insegue Kidd, che cerca di seminarlo in diversi modi: prima lancia a terra del denaro in modo che la folla ostacoli Kenway, poi usa la corsa acrobatica per salire sui tetti, facendo esplodere dietro di sé delle bombe fumogene.

  • Edward: Jim, fermo!
  • Kidd: Non stavolta, Kenway!
  • Edward: Calma, amico! Possiamo farlo insieme!
  • Kidd: Hai perso l'occasione!
  • Edward: Ferma la lama, Kidd! Fermo!

Edward riesce ad atterrare Kidd.

Un uomo d'affari 7.png

Edward discute con Kidd.

  • Kidd: Maledetto bastardo, levami le mani di dosso!
  • Edward: Non ti farò uccidere quella gente, Kidd! Dobbiamo trovare il Saggio.
  • Kidd: Seguo quel porco da una settimana, ogni sua mossa. Trovo qui non uno ma due dei miei bersagli e tu mi privi di entrambi!
  • Edward: Pazienta, amico. Li ucciderai presto.
  • Kidd: Quando trovo il Saggio, tu mi aiuti ad uccidere Prins. Hai capito?

Kidd si allontana furioso.

Risultato

Edward pedina Torres e Prins, ma quest'ultimo nota sia il pirata che Kidd, rinunciano all'affare. Edward impedisce poi a James di uccidere Prins, in quanto spera ancora di trovare il Saggio.

Galleria

Note

  1. Testo originale: if a touch less permanent - Traduzione ufficiale: E dura anche molto di più

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso