Fandom

Assassin's Creed Wiki

Valeria

2 664pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione6 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Eraicon - Fumetto Francese.png

Valeria.png

Valeria.

Valeria è stata la moglie dell'Assassino Aquilus e insieme vivevano in un podere nella terra gallica di Lugdunum. Valeria conobbe e sposò Aquilus intorno al 258 d.C, quando l'Assassino la salvò da un assalto da parte dei soldati romani. Valeria venne subito a conoscenza dei legami del marito con gli Assassini, e anche se non era sempre favorevole all'uccisione dei Templari e ai pericoli che avrebbe dovuto attraversare Aquilus, ha sempre incoraggiato quest'ultimo a combattere per ciò in cui credeva. Inoltre, Valeria, era un antenata di Desmond Miles.

Biografia

Nel 259 d.C, Aquilus dovette lasciare Valeria da sola, per intraprendere un viaggio a Roma, con lo scopo di vendicare la morte del padre e confratello Lucius e del suo amico Weke, morti per mano del Templare Caïus Fulvus Vultur. Dopo aver completato la missione, Aquilus tornò da Valeria, e i due felici di rivedersi, decisero di passare la notte in intimità. In seguito, Aquilus mostrò a Valeria, l'Ankh, un Frutto dell'Eden riottenuto dopo aver ucciso Vultur. Stranamente, Aquilus attivò involontariamente un meccanismo nel manufatto, il quale mostrò ai due un messaggio lasciato da Lucius prima della sua morte. Tuttavia l'irruzione improvvisa delle guardie romane in casa, interruppe i due. Aquilus venne condannato all'arresto in seguito all'omicidio di Vultur, e Valeria venne accusata di essere una complice.

Aquilus e Valeria prigionieri.jpg

Valeria e Aquilus prigionieri dei Romani.

Così, Aquilus e Valeria, vennero legati e insieme alla legione di soldati, si misero in cammino verso la città di Rodumna, dove avrebbero dovuto affrontare il processo giudiziario. Tuttavia, mentre attraversavano il bosco, comparve Accipiter, cugino e confratello di Aquilus. Dopo aver ucciso un guardia compiendo un assassinio in volo con la sua lama celata. Accipiter riuscì ad uccidere tutte le guardie, eccetto una, la quale, per evitare che Aquilus fuggisse, estrasse la sua spada corta e tagliò la gola al suo prigioniero. Purtroppo, Valeria assistendo a quella scena, venne travolta da un senso di frustrazione, e svenne entrando sotto shock. In seguito, ella si ritrovò sveglia all'interno di una grotta, e con il corpo del marito accanto. Accipiter le spigò che Aquilus si ritrovava in punto di morte. Allora, la donna tirò fuori l'Ankh dalle bisacce, e tentò di utilizzarlo. Tuttavia, avendo dimenticato come utilizzarlo, lo consegnò ad Accipiter. Tuttavia, l'Assassino rispose che che era troppo impegnato nel guidare gli Alamanni contro i Romani per occuparsi di queste tipo di faccende. In seguito, Valeria affrontò il processo e venne condannata alla prigione. Al suo rilascio, ella continuò a vivere la vita in solitudine, fino alla sua morte.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso