Wikia

Assassin's Creed Wiki

Zittire la talpa

Discussione0
2 247pagine in
questa wiki

Reindirizzamento da Zittire La Talpa

Eraicon - Brotherhood

Zittire la talpa
Zittire La Talpa
Informazioni tecniche
Descrizione

Uccidi gli assalitori per assicurarti che non scoprano l'ubicazione della gilda dei ladri, quindi accompagna la Volpe a salvare i ladri in pericolo.

Appare in

Assassin's Creed: Brotherhood

Tipo ricordo

Principale

Sincro

Non scendere sotto i 5 riquadri salute.

Precedente

Au revoir

Successivo

Sacro e profano

Informazioni storiche
Antenato

Ezio Auditore da Firenze

Luogo

Roma, Stato Pontificio

Data

Agosto 1503

Zittire la talpa è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione

Ezio Auditore da Firenze raggiunge La Volpe a La Volpe Addormentata, dove discutono sulla possibilità che Niccolò Machiavelli possa essere un traditore. Durante la discussione un ladro raggiunge i due dicendo che le loro spie sono attaccate dai soldati dei Borgia, che conoscono la loro posizione. Ezio e La Volpe allora corrono in soccorso dei ladri in difficoltà e, durante la missione di salvataggio, scoprono di un complotto per uccidere Pietro Rossi, l'amante di Lucrezia Borgia.

Dialoghi

Ezio Auditore da Firenze incontra La Volpe a La Volpe Addormentata.

  • Volpe: Buongiorno, Ezio.
  • Ezio: È ora di fare una visitina all'amante di Lucrezia, Pietro.
  • Volpe: Ho già chiesto ai miei uomini di trovarlo.
  • Ezio: (Mettendo una mano sul braccio dell'amico) Molto bene.

Ezio si dirige verso l'uscita della taverna, ma La Volpe lo richiama per dirgli un ultima cosa.

  • Volpe: Ezio. Se posso...
  • Ezio: Cosa c'è?
  • Volpe: Qualcuno ha avvisato Rodrigo di stare lontano dal Castello.
  • Ezio: Machiavelli?

La Volpe allarga le braccia senza dire una parola, in segno di essere giunto alla stessa conclusione dell'amico.

  • Ezio: Ne hai le prove?
  • Volpe: No.
  • Ezio: Non dobbiamo farci dividere da semplici sospetti.

Un ladro entra nella taverna, interrompendo il discorso tra i due.

Zittire La Talpa 2

Un ladro avverte La volpe del pericolo.

  • Ladro: I Borgia sanno dove si trovano le nostre spie.
  • Volpe: Chi gliel'ha detto?
  • Ladro: Messer Machiavelli ci aveva chiesto delle nostre ricerche su Pietro.
  • Volpe: Ezio?

Ezio e La Volpe escono dal locale e trovano un ladro sotto attacco da parte delle guardie fedeli alla famiglia Borgia. I due allora corrono in suo aiuto insieme agli altri ladri presenti alla taverna.
Dopo aver eliminato tutti i soldati dei Borgia, Ezio e La Volpe salgono a cavallo e vanno a salvare le altre spie che si trovano in pericolo.

  • Ezio: Non riesco ancora a credere che Machiavelli sia un traditore.
  • Volpe: Prima l'attacco alla Villa, poi il Castello e adesso questo. Non può essere che lui.

Ezio e La Volpe raggiungono la loro destinazione, dove trovano molti dei loro uomini morti e l'ultimo sopravvissuto attaccato dai soldati dei Borgia. I due si schierano in sua difesa ed eliminano tutte le guardie.

Zittire La Talpa 6

Ezio affronta le guardie dei Borgia.

  • Volpe: Che cosa avete scoperto?
  • Spia 1: Pietro verrà assassinato questa sera. Cesare ha incaricato il suo macellaio.

Ezio e La Volpe rimontano sui loro cavalli e si dirigono verso il secondo gruppo di spie.

  • Volpe: Micheletto. Il migliore di Roma. Non ha mai fallito.
  • Ezio: Fino a stasera. Muoviamoci.

La Volpe ed Ezio raggiungono le Terme di Caracalla, dove trovano un altro ladro in difficoltà. I due combattono al suo fianco ed uccidono tutti i soldati dei Borgia che lo attaccavano.

  • Volpe: Avete scoperto qualcosa su Pietro?
  • Spia 2: È un'attore e stasera sarà impegnato a recitare in una rappresentazione.

Ezio e La Volpe montano nuovamente a cavallo e vanno ad aiutare l'ultimo gruppo di spie sotto attacco.

  • Volpe: Che cosa avete saputo di Pietro?
  • Spia 3: Sarà appeso a una croce. Micheletto lo ucciderà con una lancia.

Risultato

Ezio scopre del piano di Cesare Borgia per far uccidere Pietro Rossi.

Galleria